Sport




Taekwondo: pioggia di medaglie per la Gold Team di Brindisi
La pluripremiata società sportiva del maestro Marco Cazzato si aggiudica ori e trionfi sportivi

BRINDISI - Si conclude con l'ennesimo successo l'ultimo appuntamento della stagione sportiva della Gold Team di Brindisi del maestro Marco Cazzato. All'internazionale di taekwondo di Martano, gli 8 atleti partecipanti hanno portato a casa 8 medaglie: 4 d'oro e 4 d'argento. La gara ha visto la partecipazione di squadre provenienti da Grecia, Albania, Croazia e tante società italiane.

Si conclude con l'ennesimo successo l'ultimo appuntamento della stagione sportiva della Gold Team di Brindisi del maestro Marco Cazzato. Grazie alle medaglie conquistate la società brindisina si classifica al settimo posto tra le cento società partecipanti. Un ottimo lavoro che ripaga i sacrifici di un anno ricco di successi.


All'internazionale di taekwondo di Martano, gli 8 atleti partecipanti hanno portato a casa 8 medaglie: 4 d'oro e 4 d'argento. La gara ha visto la partecipazione di squadre provenienti da Grecia, Albania , Croazia e tante società italiane.
L’oro è andato a Mattia Martina (nella foto) che dopo aver conquistato l’oro agli Interregionali di Puglia e riconfermando l’oro agli Interregionali della Campania Sale sul gradino più alto conquistando l’oro agli Internazionali di Martano. La medaglia d'oro va ad Alessandro Di Santantonio e Davide Conversano, alle loro prime esperienze di gara. Oro anche per Roberta Carruezzo, veterana della squadra ma alla sua prima esperienza nella categoria Seniores. Raffaele Ferrara, grazie a una splendida semifinale, ha portato a casa l’argento. Idem Antonio Esposito, eliminato solo al Golden Point. Sul secondo gradino del podio si piazza anche Agostino Ferrara, fermato in finale da un atleta. Infine, l'ultimo argento è per Attilio Ventola, campione italiano in carica, alla sua prima esperienza tra i seniores.



Basket giovanile, irrefrenabile la corsa del "Volorosa" che conquista anche il parquet di Trani travolgendo la squadra di casa dell'Olimpia imponedosi per 100 a 20. Con la partita di oggi, le ragazze di Annarita Pagliara, allungano ulteriormente la striscia di risultati positivi portandola a 14\14! Wow!!




Basket, il "Volorosa" sempre più ai vertici del campionato giovanile
Successi senza fine per il team brindisino allenato da Annarita Pagliara e Monica Bastiani

BRINDISI - Finito il girone di andata del Campionato Under 13 femminile, unico girone regionale, che vede interessate due squadre di Brindisi (Volorosa BK e Polisportiva Bozzano) due squadre di Taranto (De Florio e Virtus Pall.) una di Bari (PINK) ed una di Trani (Olimpia BK), si sono affermate Campioni d’inverno, le ragazze allenate da Annarita Pagliara vincendo tutte le partite con notevole distacco (Punti realizzati 443, punti subiti 123), grazie alle prodezze della fuori classe Alessandra Capriati, l’estrosa Giorgia Amatori, le torri dominatrici delle plance Benedetta Mazzone e Sara Monticelli, le sanguigne Lorenza Longo e Benedetta Zacà, le caparbie Roberta Baldassarre e Giorgia Nacci, le sguscianti Angelica Stabile e Sara De Caroli, le instancabili Francesca Siragusa, Claudia Pugliese e Ambra Iori.

Tale risultato nasce da un duro lavoro di allenamenti e tornei precampionato che hanno visto sempre vincenti le giovani ragazze del “Volorosa” che nonostante gli infortuni e gli altri impegni settimanali, hanno continuato a dare il loro meglio, sia nella palestra dell’ex Istituto per geometri “Belluzzi” che nella palestra di Tuturano, dove ospitano tutte le concorrenti che cercano di insidiare la loro imbattibilità. Auguriamo alle giovani atlete di ripetersi nel girone di ritorno e continuare a dare immense soddisfazioni a tutto lo Staff della società Volorosa BK Brindisi, che vede accanto all’allenatrice Annarita Pagliara, la vice allenatrice Monica Bastiani, la preparatrice atletica Marta Lenzi e la Presidente Giovanna Materdomini, e a tutti i genitori che le sostengono e le accompagnano numerosi sia agli allenamenti che alle partite disputate in casa e anche in trasferta, che tutti insieme si sobbarcano tutte le spese necessarie ad affrontare un campionato regionale, poiché ancora sprovviste di sponsorizzazioni.

Finita la fase di qualificazione imbattute e con notevole distacco sulle avversarie hanno affrontato il JoinTheGame regionale 3Vs 3 e la Società Volorosa ha deciso di presentare tre squadre una formata da ragazze nate nel 2002, una di ragazze nate nel 2003 e l’altra mista. Anche a tale torneo hanno avuto ottimi risultati, tanto da ritrovarsi a disputare la finale per il primo e secondo posto sbaragliando tutte le avversarie. Purtroppo solo una squadra accedeva alla fase nazionale ed è stata la selezione del 2002 composta da Lorenza Longo, Roberta Baldassarre, Benedetta Mazzone e Francesca Siragusa, che si disputerà a Jesolo nel mese di giugno.

Durante la fase successiva a quella di qualificazione regionale, ancora in corso, hanno partecipato ad un torneo di caratura Nazionale che si è tenuto a Rimini (memorial Papini) dove hanno incontrato altre realtà di società blasonate come Mirabello, Roma, Senigallia e Sant’arcangelo qualificandosi al terzo posto. In questo momento sono al primo posto della fase ad orologio, sempre imbattute, che decreterà la vincitrice del campionato regionale. (Walter Monticelli)

Ecco il team al completo: Giovanna Materdomini (Presidente), Annarita Pagliara (allenatrice), Monica Bastiani (Vice allenatrice), Roberta Baldassarre, Giorgia Nacci, Benedetta Mazzone, Sara Monticelli, Maria Chiara Giaccardi, Lorenza Longo, Ambra Iori, Claudia Pugliese, Alessandra Capriati, Giorgia Amatori, Sara De Caroli, Francesca Siragusa, Angelica Stabile, Benedetta Zacà.





Canottaggio, il Gruppo sportivo Vigili del Fuoco Carrino sempre più protagonista
Significative affermazioni per i giovani atleti guidati da Antonio Coppola e Lucia Buongiorno

BRINDISI - Dopo le gare regionali di canottaggio che si sono svolte nelle acque del porto di Brindisi domenica 26 aprile, il G.S. Vigili del Fuoco Carrino di Brindisi ha vissuto un altro importante fine settimana remiero. Nelle acque del lago di Piediluco, centro di rinomata importanza per il canottaggio, la coppia Senafe' Silvana e Rodia Alessia, oro nella specialità del due di coppia della categoria ragazze alla gara regionale, ha disputato una bella gara confrontandosi con equipaggi provenienti da tutta Italia.

Antonio Coppola ormai da anni è impegnato a far praticare canottaggio ai disabili fisici sia maschi che femmine, inoltre, collabora nella squadra nazionale di pararowing. Il G.S. Vigili del Fuoco Carrino è anche l’unica società da Roma in giù a praticare il canottaggio per ragazzi e ragazze diversamente abili.


“Non sono arrivate a medaglia ma hanno dimostrato carattere e determinazione, qualità indispensabili per noi canottieri” Afferma il loro allenatore Antonio Coppola “ sono ancora molto giovani e tanta strada ancora da percorrere ma le premesse sono buone. Siamo sempre in crescita nel settore giovanile e nostri atleti come Fabiana Cosi oro nel singolo cadetti, così come Niccolò Golizia e Andrea Tedesco meritano una particolare attenzione perché dotati di buone capacità. Premiati con oro nella fase regionale anche i due Allievi Matteo Galluzzo e Davide De Mauro. Argento per il piccolo Gabriele Guadalupi al suo esordio nella categoria Allievi B e Bronzo per il doppio ragazzi con Marco Lonero e Mattia Galluzzo e Sofia Tedesco alla sua prima competizione”.

Il lavoro meticoloso e puntuale che i tecnici del gruppo sportivo svolgono quotidianamente continua a dare ottimi risultati con grande soddisfazione di tutti soprattutto perché ad essere protagonisti sono soprattutto giovanissimi. Bei risultati per il Gruppo Sportivo dei Vigili del Fuoco Carrino domenica 26 aprile che aggiungono al proprio medagliere ben quattro ori, sei argenti e tre bronzi. “Continuano ad arrivare richieste di inserimento nel gruppo sportivo da parte di giovanissimi e ultimamente anche di tante ragazze e questo ci fa tanto piacere perché sta a significare che anche il canottaggio femminile è in crescita. Adesso siamo anche impegnati con le scuole nel Progetto Remare a scuola e a fine mese siamo stati invitati come esperti del canottaggio per diversamente abili all'iniziativa che si terrà a San Cataldo di Lecce”.

Antonio Coppola ormai da anni è impegnato a far praticare canottaggio ai disabili fisici sia maschi che femmine, inoltre, collabora nella squadra nazionale di pararowing. Il G.S. Vigili del Fuoco Carrino è anche l’unica società da Roma in giù a praticare il canottaggio per ragazzi e ragazze diversamente abili. (Lucia Buongiorno)




G.S. Sezione Canottaggio VVF Carrino vice campione d’Italia con il giovane Domenico Turrisi
Le entusiastiche dichiarazioni dell'allenatore Antonio Coppola

BRINDISI - Il G.S Sezione canottaggio VVF Carrino a Trieste sale sul podio con l'atleta Domenico Turrisi e si conquista la medaglia d’argento e il titolo di vice campione d'Italia nella specialità del singolo canoe junior. Una bella gara che ha messo in evidenza l'atleta Domenico Turrisi ( 18 anni) arrivato a soli pochi secondi dall'attuale campione del mondo. Il 27 e il 28 settembre si sono svolti a Barcola - Trieste, i Campionati Italiani Tipo Regolamentare, gara di canottaggio che quest'anno ha visto la partecipazione di 721 atleti (193 femmine e 528 maschi) in rappresentanza di 58 società italiane.

Antonio Coppola, allenatore del Gruppo sportivo sezione canottaggio dei Vigili del Fuoco di Brindisi
non nasconde la sua soddisfazione frutto anche del suo costante impegno e determinazione.


Rientrato da Amsterdam dove è stato impegnato con i Campionati Mondiali Assoluti di Amsterdam nel ruolo di collaboratore della squadra olimpica, ha ripreso subito con l’attività agonistica nel suo gruppo e i risultati sono subito arrivati. “..Sono soddisfatto del lavoro svolto dai miei atleti, anche se a loro chiedo sempre di piu' come è giusto che sia. Voglio che loro capiscano che l'impegno, la costanza, la determinazione sono indispensabili nello sport come nella vita. Che non bisogna mollare mai e che è proprio nei momenti in cui ti verrebbe voglia di mollare tutto che devi stringere i denti e andare avanti. Sono soddisfatto e orgoglioso dei miei ragazzi e delle mie ragazze che mi seguono e hanno fiducia in me. Il canottaggio è uno sport che da tante soddisfazioni ma necessita di impegno. Chi dice che i risultati si ottengono senza alcuno sforzo o con poco allenamento dice un falso. Da me non reggono quelli che non hanno voglia di lavorare seriamente ..” dice sorridendo “..è come una selezione naturale. Ma un grande merito va dato anche al mio aiuto Lucia BUONGIORNO che in mia assenza ha fatto e fa un grande lavoro. La sua competenza nel campo della comunicazione e della gestione del gruppo sono una marcia in più per la nostra società ….”

Per il G.S VVF Carrino hanno gareggiato ai campionati Italiani in tipo regolamentare anche i master Luca Scagliarini e Mauro Moretti che hanno conquistato un quarto posto nella specialità del doppio canoe. “... per tutto questo non posso che esprimere un ringraziamento al Comandante dei Vigili del Fuoco Ing Michele Angiuli, da poco insediato al comando di Brindisi che ha dato la possibilità a me e ai miei atleti di essere a Trieste per le gare e che noi ci auguriamo di poter onorare con altre vittorie ….” (Lucia Buongiorno)




Il G.S Sezione Canottaggio Vigili del Fuoco Carrino torna a casa dopo tre giorni
di Festival dei Giovani di Corgeno con un medagliere ricco: 2 ori 6 argenti ed un bronzo

BRINDISI - Bella soddisfazione per gli allenatori Antonio Coppola e Lucia Buongiorno . Il Festival dei Giovani è la manifestazione remiera piu' importante in Italia e quest'anno ha visto la presenza di ben 123 società italiane e circa 2000 atleti.

E' uno spirito allegro quello che caratterizza l'evento, colorato, simpatico anche se non privo di competizione. Il G.S VVF Carrino conquista il primo giorno di gara sulla specialità del 7.20 l'oro con Fabiana Cosi e l'argento con Raffaele Russo, Andrea Tedesco, e il bronzo con Niccolo’ Golizia quarto posto con Pierluca Cancellieri. Buona anche la gara di Silvana Senafè che conquista il settimo posto e Mattia Galluzzo l’ottavo. Nella seconda giornata di gare, oro per Raffaele Russo nel singolo cadetti e argento per gli allievi b2 Antonio Falappone. Ad un soffio dalla medaglia col quarto posto per il piccolo Matteo Galluzzo. La terza e ultima giornata di gare, vede sul podio sia l'equipaggio del doppio allievi C con Niccolo Golizia e Andrea Tedesco sia con l'armo degli allievi B2 con Matteo Galluzzo e Antonio Falappone. A conclusione del festival si sono svolte anche le gare con le rappresentative regionali. Antonio Coppola, coordinatore sportivo regionale presenta 2 equipaggi femminili e due equipaggi maschili . Il quattro di coppia maschile con Russo Raffaele, Leggiero Luca, Palmitessa Gianluca e Sardella Filippo conquista l'argento.


“Stiamo lavorano bene e con buoni risultati anche a livello regionale, speriamo di continuare così.” afferma Antonio Coppola che tra qualche giorno, in qualità di collaboratore della squadra nazionale pararowing, partirà per il raduno che vedrà impegnata la squadra nel campionato mondiale che si terrà in Olanda “....… con questa gara i piccoli concludono la stagione ..e mi sembra una bella conclusione. Quest'anno abbiamo lavorato tanto e le soddisfazioni non sono mancate. Molto dobbiamo ringraziare il Comandante dei VVF Ing Carlo Federico e i miei colleghi Vigili del Fuoco che, per esempio, ci sono stati di grande aiuto e supporto nel campionato regionale che abbiamo organizzato a Brindisi la scorsa settimana e che ha avuto ottimi risultati . Anche per il prossimo anno abbiamo grandi progetti, sicuramente amplieremo il lavoro avviato con le scuole che ci ha visto quest'anno al secondo posto nel campionato studentesco nazionale a Sabaudia con l'IPSIA Ferraris di Brindisi e poi il IndoorRowing che ormai da diversi anni organizziamo.”

La festa e l'entusiasmo dei piccoli atleti si manifesta anche all'arrivo presso la sede dove i genitori e gli amici hanno accolto i “ piccoli campioni” con un lungo applauso che sicuramente rimarrà impresso nei loro ricordi così come indimenticabili saranno per loro queste giornate trascorse a Corgeno. (Lucia Buongiorno)




Quando sport e sociale fanno centro. A Brindisi il primo Camp integrato sul parquet del Brindisi Basket

BRINDISI - Alcuni mesi fa abbiamo pensato di cogliere l'occasione di "Brindisi Città Europea dello Sport 2014" per proporre un nostro progetto di camp di basket integrato, inserito nel calendario di eventi e manifestazioni sportive promosse dal Comune e regolarmente svoltosi, come dicevo, nella 1^ settimana di luglio: il Camp, unitamente a quello del Comune, ha ottenuto i patrocini del CIP (Comitato Paralimpico Italiano - Puglia) e dei Rotary Club di Brindisi, Brindisi Appia Antica e Ceglie Messapica - Terra dei Messapi, oltre che di Enel Basket, con la quale già lo scorso anno abbiamo intrapreso un proficuo rapporto di collaborazione.

Se, inizialmente, avevamo pensato di chiamarlo "1° Brindisi Summer Basket Camp", degli sviluppi imprevedibili ma lieti e ben accetti ne hanno trasformato la denominazione in "1° BEKO CAMP DI BASKET INTEGRATO", dando una risonanza all'evento che non ci attendevamo, pur essendosi svoltosi il tutto, tra virgolette, "a porte chiuse".

Questo, grazie all'interessamento del Dott. Leone di Enel, di Fernando Marino (presidente Lega A ed Enel Basket) ed Alessandro Giuliani (G.M. Enel Basket), che hanno creato i presupposti per trascinare, in questo progetto locale, un colosso come Beko, a cui l'idea è piaciuta tanto da decidere di supportarla, contribuendo, a nostro avviso (e lo dico senza modestia), a far fare all'immagine dello sport brindisino un ulteriore salto di qualità.

Il camp, pensato come momento di condivisione sportiva tra ragazzi disabili e normodotati, ha avuto un successo di risultati oltre le aspettative, per noi genitori dell'A.S.D. Giochiamo Insieme di Brindisi che lo abbiamo fortemente voluto ed organizzato (non senza difficoltà, essendo per noi la prima esperienza in tal senso) e per i nostri ragazzi.

E' stata una vera e straordinaria settimana di sport, condotta lontano dai riflettori, nella quiete estiva e nella splendida cornice degli impianti sportivi in Contrada Masseriola: non lo sport dei campioni, dei nomi altisonanti, delle squadre titolate, bensì lo sport fatto della passione pura, dell'impegno, della gioia di stare assieme dei nostri ragazzi, in un contesto magico quale solo lo sport integrato può offrire.

Una settimana in cui 20 ragazzi, ugualmente suddivisi tra disabili e normodotati, hanno offerto il meglio di se stessi, dando una ammirevole dimostrazione che lo sport può e deve essere uno strumento formidabile per far nascere, promuovere, diffondere e consolidare quel processo di inclusione umana, sociale e culturale che noi genitori desideriamo per i nostri figli, perchè loro lo pretendono e lo meritano.

Vedere una bambina fortemente iperattiva attendere il suo turno per andare a canestro e far vincere la sua squadra, vedere un ragazzo di una squadra di basket "studiare" il modo "particolare" di tirare di un suo coetaneo autistico, in grado di fare canestro da qualunque posizione, sentire dire ad un ragazzo con problemi relazionali "che bello, abbiamo tutti le stesse magliette, ora siamo tutti uguali", offre la dimensione umana e insieme straordinaria del sogno realizzatosi sul campo di gioco.

Uguali, appunto, nessuna differenza tra disabili e loro coetanei normodotati, un gruppo di ragazzi compatto che si è comportato in questa settimana come una vera squadra, attenta a seguire le indicazioni dei coach in campo e tradurle in azione, dinamismo, facendo prendere vita al palazzetto. Insomma, una settimana in cui si è "respirato basket", quello vero, lo sport di squadra che, tra gli altri, è l'unico che "tende al cielo" e che offre a ragazzi in difficoltà come i nostri, abituati a tenere lo sguardo sempre per terra, una nuova prospettiva per guardare al mondo.

Lo sport (il basket in questo caso) inteso come divertimento, attrazione, condivisione, passione, sacrificio, confronto, sana competizione, convivenza nel rispetto delle regole, di se stessi e degli altri, mezzo per mettere in evidenza le proprie potenzialità e non i limiti. Il significato (e la grande forza) del "1° BEKO CAMP DI BASKET INTEGRATO" è tutto qui e, ancora una volta, i nostri ragazzi tutti ci hanno dato una grande lezione su come si sta bene insieme facendo sport, cosa che spesso noi adulti dimentichiamo, con gli esiti negativi che riempiono le cronache quotidiane ed offrono un'immagine distorta e negativa dello sport, alla quale, purtroppo, siamo sempre più spesso abituati.

Il Camp è l'atto conclusivo del nostro anno sportivo denso di avvenimenti che, come A.S.D.,ci ha visto anche fortemente impegnati in iniziative di promozione dello sport integrato nelle scuole, grazie ad un progetto vinto nell'ambito del bando di gara nazionale "Lo Sport per Tutti a Scuola", indetto dal CIP con il supporto di Enel Cuore e Unicef Onlus e con la partecipazione di nostri eventi alla 2^ Giornata Nazionale dello Sport Integrato, indetta dallo CSEN a marzo, ed al Centenario del CONI, questo giugno.

La nostra speranza è che esperienze come queste possano ripetersi, per gli sviluppi imprevedibili, ma sicuramente straordinari, che possono comportare: perchè i nostri ragazzi hanno cuori abbastanza capienti da amarci tutti e braccia abbastanza grandi da abbracciare il mondo intero, attendono solo che noi abbiamo fiducia in loro, dando loro un'occasione. (Massimo Striano, Presidente ASD Giochiamo Insieme - 392-2416118)




Atletica, ai mondiali di Mosca Bolt aggancia il mitico Lewis. Bacio in bocca delle atlete russe contro le leggi omofobe in Russia. Negativo il commento del presidente Fidal Giomi sugli azzurri: "L'atletica italiana è inadeguata. C'è molto da lavorare". Redazione
 
Formula 1 2013. La Ferrari 138 presentata al pubblico. La rossa debutterà il 17 marzo nel Gran Premio d'Australia. Entusiasti i tecnici, i piloti e gli appassionati che iniziano a degustare le appassionanti gare con la "concorrente-nemica" Red Bull. (Giorgio Esposito)
Morto Pietro Mennea uno dei più grandi atleti italiani. Stroncato da un male è morto il grande velocista pugliese. Pietro Mennea ha scritto la storia dello sport italiano! Per 17 anni è stato detentore del primato mondiale dei 200 metri. E' ancora suo, però, il record europeo e italiano. (Federica Pignataro)
   
Londra, XXX Olimpiade. Le ultime medaglie azzurre: ginnastica, boxe, pallanuto e bmx. Il ricco medagliere italiano chiude questa edizione targata England. (Gianmarco Rizzo)
Carlo Molfetta, oro olimpico nel taekwondo. Da Mesagne a Londra per vincere. Intervista esclusiva. Ha conquistato Londra nella disciplina del taekwondo; è stato il primo italiano a vincere una medaglia in questo sport, a 28 anni è entrato nella storia. (Graziana Ingrosso)


New York si piega all'uragano Sandy, annullata la maratona

Delusione e rabbia per 47 mila partecipanti non avvertiti in tempo della possibilità

NEW YORK - La voce si rincorreva ma nessuno voleva accettarla: "forse la maratona è a rischio per le gravi condizioni in cui versa la città". Questa la principale preoccupazione dei circa 50 mila maratoneti giunti nella grande mela per percorrerne le mitiche strade.

Una paura poi divenuta certezza attraverso le parole scandite dal sindaco Bloomberg che, sotto la spinta di circa 10.000 richieste trasformatesi in breve 50.000 su twitter, annunciava la resa all'uragano Sandy. Anche molti dei partecipanti avevano espresso qualche perplessità sull’opportunità di disputare ugualmente la maratona in una città ridotta in ginocchio. Se si pensa che alcune zone erano ancora prive di corrente elettrica quando due mega-generatori, in grado di illuminare centinaia di appartamenti, sono stati destinati alla sala stampa internazionale.

È difficile credere che questi fattori non fossero stati valutati già da martedì; viene da pensare che l’annuncio sia stato così tardivo per non rinunciare all’enorme indotto economico generato dall’afflusso di persone che ogni anno invadono New York in occasione della maratona.

La maratona, che si snoda lungo 42 chilometri di strade newyorkesi dal 1970, avrebbe contato quest’anno 47.000 partecipanti, a cui vanno sommati i numerosi amici e familiari di accompagnamento. Il giro d’affari alimentato dall’evento si aggira intorno ai 350 milioni di dollari ed investe l’intero comparto turistico della città. Inutile sottolineare che se l’annuncio fosse stato dato per tempo, molti non si sarebbero recati nella metropoli flagellata dell’uragano; sarebbe significato biglietti aerei annullati, prenotazioni alberghiere disdette e ristoranti e fast food orfani della marea di avventori che li sommerge annualmente. Con un ammontare di 18 miliardi di dollari di danni causati da Sandy in tutto lo stato, l’introito generato dai visitatori può quantomeno considerarsi una bella fortuna per New York.

Inutile dire che c’è chi ha gridato alla truffa bella e buona. Altri si sono limitati ad esprimere il proprio disappunto e la propria delusione. Particolarmente sconsolato il commento del campione italiano Stefano Baldini, che partecipava per beneficenza; pur riconoscendo la gravità della situazione, il campione olimpico ha affermato che le autorità dovevano esserne a conoscenza già da martedì, aver fatto muovere tante migliaia di persone da tutto il mondo per poi annullare l’evento è stato un vero peccato.

Alcuni non si sono rassegnati alla cancellazione della corsa e hanno comunque disputato la loro personale maratona, percorrendo ripetutamente il perimetro del Central Park sino ad aver coperto i 42 chilometri previsti. Tra questi, Pino Iaia e Luigi Bagnulo che proprio dalle mani di Baldini avevano ricevuto la maglia. Una delusione che poi ha accompagnato, nei giorni trascorsi forzatamente a Manhattan, un pò tutti gli assidui frequentatori delle maratone itineranti. E già si parla di migliaia di "class action" per rientrare almeno delle spese sostenute, che superano i 3000 euro a cranio. Spontanea la riflessione di molti sportivi: che "l'election day" non abbia fatto più danni dell'uragano. (Giorgio Esposito)

© Riproduzione non consentita





Una maratona per dimenticare Sandy:
a New York si realizza il sogno di Giuseppe Iaia

Domenica si corre dopo l’uragano, ci sarà un sanvitese

SAN VITO - In una New York diversa dal solito, che comincia a rialzarsi al seguito di alcuni giorni difficili, dopo che nella città ha imperversato l’uragano Sandy causando danni, vittime e tanto terrore, si realizza il sogno di un sanvitese. E’ Giuseppe Iaia, che domenica correrà la maratona rimasta in programma nonostante le pessime condizioni meteorologiche di questi giorni.

E’ per lui, professionista dal 1996 e Campione Italiano nella categoria M40 del Campionato di cross dell’Aeronautica Militare nel 2000, la gara più importante e prestigiosa fra tutte quelle disputate. Nelle righe seguenti un breve scambio di battute con il corridore alla vigilia della partenza per la gara.

Come sappiamo per lei non è la prima maratona. Quante altre ne ha corse? "Per me questa è la nona maratona. Le altre a cui ho partecipato mi hanno visto gareggiare su tutte a Venezia, Bari, Palermo, Roma, una volta anche al Polo Nord".

In che modo l’uragano potrebbe condizionare la gara? E’ stato difficile organizzare la partenza? "Non è stata una situazione semplice, ma il Tour Operator a cui mi affido, che si chiama BornToRun, mi ha permesso di poter prendere il primo volo per New York. Partirò giovedì mattina presto. In ogni caso, la giornata di domenica si preannuncia buona: farà freddo ma il cielo dovrebbe essere sereno. Sono previsti quattro gradi alla partenza e dodici all’arrivo".

Che cosa si prova nell’affrontare una gara di questo livello? "Io dico sempre che se non ci fossimo noi amatori non esisterebbero neanche i campioni, per cui sicuramente ci saranno i corridori più forti, vale a dire i keniani e gli etiopi, che cercheranno di vincere. Io ovviamente non corro per la vittoria della maratona, ma gareggiare insieme a circa 48mila persone, di cui 2830 italiane, sarà una grandissima emozione." (Angelo Raffaele Mingolla)

Programma: Giovedì e Venerdì mattina il ritiro dei pettorali: assistiti da nostri accompagnatori si partirà dai singoli hotel per il Jacob Javits Center dove si trova l’Expo della Maratona, per ritirare il pettorale della gara. I partecipanti all'ING New York City Marathon devono ritirare personalmente il loro pettorale presentandosi all'expo con un documento d'identità (Passaporto! Non viene accettata la carta di identità) con foto. I partecipanti devono avere con sé la propria lettera di conferma per poter ritirare il pettorale. Oltre al numero di partecipazione alla Maratona e relative istruzioni a tutti i concorrenti saranno consegnati un adesivo per la borsa, un ChampionChip (per coloro che ancora non ne sono in possesso) e un pacco gara. Il giorno della Maratona il pacco gara servirà da borsa ufficiale dei concorrenti.

Venerdí 2 novembre nel pomeriggio alle ore 18.00 cerimonia di inaugurazione con ingresso dalla 66esima Strada all'incrocio con Central West e da Columbus Circus. In questa parata sfileranno tutte le nazioni partecipanti (piú di 70 nazioni!!) con i loro portabandiera. A conclusione della serata il tradizionale spettacolo di fuochi d'artificio in Central Park, nei pressi della Finish Line della Maratona.

Sabato 3 novembre alle ore 8.00 seconda edizione della Dash to the finish line che ha sostituito la tradizionale friendship run. La nuova gara é una competitiva di 5 km a cui possono partecipare anche gli amici e i famigliari dei maratoneti. La partecipazione é facoltativa e a pagamento. Partenza dal palazzo delle Nazioni Unite e arrivo in Central Park alla finish line della maratona. Maggiori dettagli in seguito. Evento soggetto a riconferma. Il pettorale ed il chip (se iscritti) verranno consegnati all'Expo della ING New York City Marathon. Nel 2011 la quota di iscrizione alla Dash to the Finish Line era di 25 dollari.

Domenica, per i maratoneti giunti a New York da tutte le parti del mondo è una giornata speciale che inizia di buon mattino con il trasferimento (con pullman privato) a Staten Island/ponte "Da Verrazano", luogo di partenza della Marataona.

© Riproduzione non consentita




 

Atletica: I successi travolgenti di Davide Minelli

Una tradizione che coinvolge anche la sorella Claudia

Campionati italiani cadetti di Jesolo. Il Minelli è riuscito in una nuova prestazione personale che dopo aver aperto la gara con la sua serie di lanci i primi due di 47,82 e di 47,90 e al terzo lancio il giavellotto è volato a 55,67 mt. (ha concluso il sesto lancio con la misura di 53, conquistando il terzo posto. La medaglia avrebbe potuto essere d'argento se il veneto Trambaioli non avesse azzeccato all'ultimo lancio (il sesto) quello buono di 55,95 mt. . Davide atleta della Folgore Brindisi entra nelle griglia dei migliori specialisti italiani di giavellotto e tra gli osservati speciali dei tecnici della federazione nazionale per lui si apre la possibilità di una carriera sportiva in questa specialità tecnica della atletica leggera.

La rappresentativa pugliese nella classifica finale combinata (cadetti e cadette) viene premiata collocandosi all'ottavo posto; si premiano le prime otto regioni, lo stesso per le classifiche individuali. (Nelle foto, Davide e Claudia occupano il gradino più alto del podio)


 

Canottaggio


Il G.S Sezione Canottaggio Vigili del Fuoco Carrino torna a casa dopo tre giorni
di Festival dei Giovani di Corgeno con un medagliere ricco: 2 ori 6 argenti ed un bronzo

BRINDISI - Bella soddisfazione per gli allenatori Antonio Coppola e Lucia Buongiorno . Il Festival dei Giovani è la manifestazione remiera piu' importante in Italia e quest'anno ha visto la presenza di ben 123 società italiane e circa 2000 atleti.

E' uno spirito allegro quello che caratterizza l'evento, colorato, simpatico anche se non privo di competizione. Il G.S VVF Carrino conquista il primo giorno di gara sulla specialità del 7.20 l'oro con Fabiana Cosi e l'argento con Raffaele Russo, Andrea Tedesco, e il bronzo con Niccolo’ Golizia quarto posto con Pierluca Cancellieri . Buona anche la gara di Silvana Senafè che conquista il settimo posto e Mattia Galluzzo l’ottavo. Nella seconda giornata di gare, oro per Raffaele Russo nel singolo cadetti e argento per gli allievi b2 Antonio Falappone. Ad un soffio dalla medaglia col quarto posto per il piccolo Matteo Galluzzo. La terza e ultima giornata di gare, vede sul podio sia l' equipaggio del doppio allievi C con Niccolo Golizia e Andrea Tedesco sia con l'armo degli allievi B2 con Matteo Galluzzo e Antonio Falappone. A conclusione del festival si sono svolte anche le gare con le rappresentative regionali. Antonio Coppola, coordinatore sportivo regionale presenta 2 equipaggi femminili e due equipaggi maschili . Il quattro di coppia maschile con Russo Raffaele, Leggiero Luca, Palmitessa Gianluca e Sardella Filippo conquista l'argento.


“Stiamo lavorano bene e con buoni risultati anche a livello regionale, speriamo di continuare così.” afferma Antonio Coppola che tra qualche giorno, in qualità di collaboratore della squadra nazionale pararowing, partirà per il raduno che vedrà impegnata la squadra nel campionato mondiale che si terrà in Olanda “....… con questa gara i piccoli concludono la stagione ..e mi sembra una bella conclusione. Quest'anno abbiamo lavorato tanto e le soddisfazioni non sono mancate. Molto dobbiamo ringraziare il Comandante dei VVF Ing Carlo Federico e i miei colleghi Vigili del Fuoco che, per esempio, ci sono stati di grande aiuto e supporto nel campionato regionale che abbiamo organizzato a Brindisi la scorsa settimana e che ha avuto ottimi risultati . Anche per il prossimo anno abbiamo grandi progetti, sicuramente amplieremo il lavoro avviato con le scuole che ci ha visto quest'anno al secondo posto nel campionato studentesco nazionale a Sabaudia con l'IPSIA Ferraris di Brindisi e poi il IndoorRowing che ormai da diversi anni organizziamo.”

La festa e l'entusiasmo dei piccoli atleti si manifesta anche all'arrivo presso la sede dove i genitori e gli amici hanno accolto i “ piccoli campioni” con un lungo applauso che sicuramente rimarrà impresso nei loro ricordi così come indimenticabili saranno per loro queste giornate trascorse a Corgeno. (Lucia Buongiorno)




Sport e allegria ma anche tanto agonismo hanno caratterizzato i due giorni dedicati al canottaggio
Sabato 28 e domenica 29 giugno si sono svolti nel fantastico scenario della marina di Brindisi
i Campionati regionali di canottaggio

BRINDISI - Erano presenti oltre ai canottieri di tutta la Puglia anche atleti siciliani che hanno contribuito a rendere partecipata, colorata e interessante la manifestazione.

Gli organizzatori del G.S Vigili del Fuoco Carrino di Brindisi si dicono soddisfatti della riuscita dell’evento anche se non sono mancate delle difficoltà. Nonostante l’ordinanza della capitaneria, molti diportisti infatti hanno attraversato il campo di regata creando non poche difficoltà allo svolgimento delle gare.


Il pericolo e l’eventuale sospensione delle gare è stato scongiurato del validissimo e pronto intervento del Gruppo dei Vigili del Fuoco di Brindisi che hanno encomiabilmente garantito la sicurezza degli atleti con prontissimi interventi con i mezzi messi a disposizione dal Comando. “La mancanza di rispetto delle ordinanze e delle disposizioni ci lascia amareggiati“ dicono gli organizzatori ma la responsabilità è da attribuire esclusivamente alla responsabilità dei proprietari di imbarcazioni che spesso hanno assunto atteggiamenti anche arroganti. Ma per il resto tutto si è svolto nella massima perfezione e noi ci auguriamo di poter anche in futuro organizzare eventi di questo tipo. Noi oggi dobbiamo ringraziare Il presidente della Marina di Brindisi, Dott Ricciuto che insieme all’amministratore delegato dott Montanaroe a Claudio Nimis hanno creduto in noi e hanno dato l’opportunità al nostro Gruppo sportivo di poter organizzare un evento così importante che ormai da anni non si svolgeva piu’ nelle acque brindisine. Antonio Coppola, allenatore del Gruppo VVf Carrino e collaboratore della squadra pararowing nazionale è soddisfatto anche per i risultati conseguiti dai suoi atleti. “Io e Lucia Buongiorno, l’aiuto allenatore, lavoriamo tanto con i nostri giovani atleti e le nostre atlete e spesso forse siamo un po’ troppo esigenti, chiediamo impegno, partecipazione, costanza. I nostri atleti sono ragazzi e ragazze dai 10 anni in su e tutti sanno quanto sia difficile in questo periodo storico richiedere grossi sforzi a piccoli non abituati per varie ragioni soprattutto per uno sport come il canottaggio purtroppo non molto conosciuto.“
E gli atleti del G.S VVF Carrino non hanno deluso le attese degli allenatori e hanno onorato al meglio i due giorni di Campionati regionali di canottaggio. Nel medagliere ben 6 ori 12 argenti e 5 bronzi. Oro per i piccoli Golizia Niccolo, Falappone Antonio, Raffaele Russo nel singolo 7.20, Galluzzo Matteo con Falappone Antonio nel doppio allievi B. Due volte medaglia oro l’atleta Turrisi Domenico nella specialità singolo Junior . Cosi Fabiana, Alessia Rodia in entrambe le giornate di gara, conquistano due argenti rispettivamente nel singolo cadette e ragazze. Argento anche per Tedesco Andrea, Lavino Luca nel singolo. Lavino Luca vince l’argento anche nel doppio con De Mauro Giacomo. Bronzo per Cancellieri Pierluca nel singolo cadetti e per Moretti Mauro nel singolo Master. (Lucia Buongiorno)




Campionati regionali di canottaggio - Brindisi 28 e 29 giugno ore 8.30

BRINDISI - Fine settimana all'insegna del canottaggio a Brindisi: ben due eventi in programma distribuiti tra sabato e domenica. Nello spettacolare scenario del Porto Turistico- Marina di Brindisi sabato 28 giugno e domenica 29 giugno si svolgeranno due campionati regionali di canottaggio aperti a tutte le categorie.

Le gare, organizzate dal G.S Vigili del Fuoco “Carrino" di Brindisi e l’Associazione Sostenitori Canottaggio Carrino Brindisi, grazie alla disponibilità della Marina di Brindisi, prenderanno il via alle ore 8.30 del sabato con ben oltre 200 atleti che si contenderanno il titolo regionale su gare che vanno dai 1000 metri per allievi ai 2000 metri per tutte le altre categorie. L’ambizione del comitato è quella di accreditare questo campo di regata come sede fissa di appuntamenti nazionali, essendo uno dei più idonei della Puglia. Un obiettivo raggiungibile che potrà fare da vetrina per le bellezze naturali e paesaggistiche di un territorio ancora tutto da scoprire. (Lucia Buongiorno)





Campionato regionale Indoor Rowing - Brindisi 26 gennaio

BRINDISI - Domenica 26 gennaio a Brindisi a partire dalle ore 9.00 presso la Palestra-Palazzetto Fratelli Zumbo della Scuola media statale Salvemini – Virgilio si svolgeranno i CAMPIONATI REGIONALI INDOOR ROWING. L’organizzazione è affidata al Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco Carrino Brindisi e vedrà protagonisti sia i giovanissimi che i veterani del mondo remiero e non pugliese.

L’Indoor Rowing è un modo di praticare il canottaggio anche al coperto su strumenti detti remoergometri che danno un immediato riscontro sul rendimento degli atleti, e che ultimamente sta suscitando l’interesse anche di persone che non hanno mai remato in acqua.
Sui 1000 metri, in gara gli Allievi B1 e Allievi B2. Sulla stessa distanza, si confronteranno i Master. Poi 1500 metri per Allievi C e Cadetti, 2000 per Ragazzi, Junior, Pesi Leggeri, Under 23 e Senior. In occasione del Campionato Regionale sarà organizzata anche un’esibizione degli Allievi A (nati nell’anno 2004) regolarmente affiliati alla F.I.C. per l’anno 2014. sulla distanza di 500 metri

Fuori dal programma gara saranno effettuate Esibizioni Promozionali riservate ad atleti tesserati e non alla FIC, che non hanno mai partecipato a competizioni di canottaggio in acqua bandite dalla FIC. Le categorie saranno: dai 15 ai 30 anni Maschile e Femminile distanza di 1.000 metri; dai 30 ai 40 anni Maschile e Femminile distanza di 1.000 metri; dai 40 ai 50 anni Maschile e Femminile distanza di 1.000 metri ; dai 50 ai 60 anni maschile e Femminile distanza di 1.000 metri.
Le iscrizioni si chiudono alle ore 24,00 di mercoledì 22 gennaio 2014 e dovranno essere effettuate per i non iscritti alla FIC via mail all’indirizzo: segreteria@ficpuglia.it specificando nome,cognome e data di nascita dell’atleta , società o palestra di appartenenza.
(Lucia Buongiorno)

Info: Antonio COPPOLA 338/9545215





Antonio Coppola del G.S VVF sez Canottaggio CARRINO Brindisi
collaboratore dello staff tecnico nazionale PARA ROWING


BRINDISI - Il canottaggio paralimpico finora denominato Adaptive Rowing appunto per l’adeguamento dell’equipaggiamento “adattato”, in modo tale da rendere possibile la pratica di questo sport a persone con ogni tipo di disabilità, diventerà Para Rowing. La decisione di cambiare nome al canottaggio paralimpico si è avuta durante il Congresso di Copenhagen della Federazione Internazionale di Canottaggio (FISA).

Antonio Coppola, allenatore di terzo livello del G.S. Vigili del Fuoco sezione Canottaggio “F. Carrino” di Brindisi, farà parte dello staff tecnico che insieme al Capo Settore, Dario Naccari allenerà la squadra nazionale paralimpica e avrà come obiettivo quello di promuovere il Para-Rowing su tutto il territorio nazionale e formare i Tecnici societari in maniera da consentire loro di lavorare con efficacia nella selezione degli atleti “… sono consapevole delle difficoltà che dovrò affrontare perché al contrario di altri sport, come per esempio il basket , non è facile il reclutamento…..” (foto: Francesco, Antonio, Samuele)

Ma l’esperienza acquisita negli anni da Antonio Coppola nel settore, dà fiducia sia al presidente della Federazione Giuseppe Abbagnale che al Direttore Tecnico dott. La Mura. La società di cui Coppola è il Direttore sportivo e Allenatore, il G.S dei Vigili del Fuoco Carrino di Brindisi è l’unica società da Roma in giù specializzata e dotata di barche adaptive. “…Il canottaggio ha un ruolo determinante nella riabilitazione fisica e mentale e molti studi stanno dimostrando come il vogare sia senza dubbio un gesto atletico consono al recupero nelle diversità. Francesco PICOCO nella categoria AS (Braccia e Spalle in quanto paraplegico), su sedia a rotelle per incidente può essere d’esempio: Terzo posto ai Campionati Italiani nel 2007, secondo alla regata Internazionale Silver Skiff nel 2007 e secondo ai Campionati Italiani nel 2008 e poi Campione di Italia nel 2009.... ma anche Samuele MARCANTONIO giunto secondo ai Campionati Italiani nel 2009 nella categoria TA (Tronco e Braccia in quanto amputato da una gamba). Samuele abita a Pignola in provincia di Potenza e per allenarsi fa circa 400 km per venire a Brindisi....”,- afferma Antonio Coppola “…Spesso emerge la paura di non essere adeguati al compito, di non farcela, piuttosto che mettersi in gioco si preferisce chiudersi nella solitudine e nel conforto della famiglia .Lo sport invece è fondamentale per imparare ad accettare la propria identità e disabilità. La più grande difficoltà è proprio quella di riuscire a tirare fuori i disabili dalle case, aiutarli ad affrontare le proprie paure, le insicurezze e la vergogna . Spesso è necessario lavorare anche con chi continua a sentirsi a disagio in loro presenza senza sapere come comportarsi. In questi anni ho lavorato molto e i risultati si vedono. Tutti i miei atleti dai più grandi ai più piccoli hanno imparato a considerare l’handicap non come diversità ma come normalità elevando a valore le reciproche diversità…..la presenza di Francesco e di Samuele è stata determinante sia per loro che per noi che abbiamo imparato a convivere rispettando le esigenze e i bisogni di ognuno…..”

Grande euforia e determinazione ma anche massima umiltà da parte di Antonio Coppola che ha da portare avanti un progetto impegnativo ma sicuramente vincente. Progetto quello del pararowing che si affianca a quello di allenare gli oltre 50 atleti che praticano questo sport impegnativo nella sua squadra G.S VVF Carrino Brindisi. “… quest’anno molte le presenze di ragazzini/e dai 10 anni in su che speriamo di far crescere con noi. Grazie ai corsi di Rowing indoor anche i piu’ grandi si stanno avvicinando a questo sport che spesso è poco conosciuto o che si ritiene non adatto da iniziare in età adulta". Un impegno costante e un grande entusiasmo che non si è affievolito nel tempo quello di Antonio Coppola ma che anzi cresce ogni giorno e che sicuramente darà i suoi frutti.
(Lucia Buongiorno)





 

EMILIANO SANTORO del G.S. Canottaggio Vigili del Fuoco Carrino Brindisi
CAMPIONE D’ITALIA master

Nelle regate dei Campionati Italiani del mare in Tipo Regolamentare, disputate a Sabaudia il 13 e 14 ottobre ancora una grande vittoria del G.S. Canottaggio VV.F. Carrino di Brindisi.

Emiliano Santoro vince nella specialità del singolo canoino nella categoria master B ( da 36 a 42 anni), battendo anche gli atleti di categoria A (da 27 a 35 anni) e si aggiudica il titolo di Campione d’Italia. I primi metri di gara non fanno ben sperare per Santoro che invece dimostra esperienza, determinazione, caparbietà e consapevolezza di una preparazione mirata e nei 500 mt finali con uno strepitoso serrate finale si conquista la medaglia d’oro. E’ emozionato Emiliano quando alza il pugno in aria in segno di vittoria guardando l’allenatore Coppola. Il suo è un percorso remiero lungo che alla fine ha portato la tanto sognata medaglia d’oro. Un oro indimenticabile che è arrivato premiando l’impegno, la costanza e l’amore infinito per questo magnifico sport “Sentivo che potevo farcela , ho lavorato tanto, mi sono impegnato e adesso sono fiero dell’oro che porto al collo!” Conquistano nella specialità del doppio canoino il quarto posto Luca Scagliarini insieme a Enrico Cosi ottimo risultato considerando che per Cosi era il suo primo esordio in una regata nazionale.

Nella giornata di sabato, le donne del G.S Carrino conquistano il secondo posto nella categoria master D femminile nella specialità del 4 jole ma il grave problema tecnico avuto in barca non permette loro di dare il massimo. Si rifanno la domenica nella gara della specialità dell’8 jole F e insieme con le donne del circolo canottieri Aniene (Buongiorno Lucia, Landi Marina, Pedote Mina, Tafani Adriana, Margherini Catia, Turilli Monica Sponticchia Manuela, Felsani Marina) si classificano quarte assolute e Prime nella categoria master D. Al Timone e dare i comandi il 37enne napoletano Gaetano Iannuzzi del Circolo canottieri Aniene e della nazionale di Canottaggio considerato uno dei più bravi d’Italia avendo partecipato e vinto moltissimi titoli nazionali e mondiali.

Sguardo soddisfatto e felice dell’allenatore Antonio Coppola che manifesta la sua gioia sorridendo ai suoi atleti “Siamo un bel gruppo coeso dagli allievi ai master e questa è la nostra forza . Abbiamo ancora tanto da migliorare ma mi sento ottimista . Stiamo crescendo ogni giorno, tanti piccoli si stanno avvicinando al canottaggio e abbiamo anche i risultati. La strada non è facile e ne siamo consapevoli, soprattutto quando le risorse non sono tantissime ma sento che la nostra determinazione e volontà ci porterà dei buoni risultati a tutti i livelli. Questa regata di Sabaudia conclude il calendario remiero per l’anno 2012 che posso definire soddisfacente. Abbiamo lavorato sulla coesione del gruppo, abbiamo lavorato bene e ci siamo anche divertiti adesso ci prepariamo per il prossimo anno. Un doveroso ringraziamento va a tutto il personale dei VVF del comando di Brindisi, ed in particolare al funzionario degli Automezzi SDAC Roberto Galluzzo e al Comandante Ing. Carlo Federico che sostengono il nostro progetto e che contribuiscono alla crescita della squadra garantendo un supporto indispensabile e preziosissimo”
(Lucia Buongiorno)





 

G.S. Vigili del Fuoco Carrino Brindisi Sez. Canottaggio

R
egionale di Senise 4 ori 3 argenti e 6 bronzi

Dopo la pausa estiva il G.S. VV.F sez Canottaggio Carrino riparte con la regionale di Senise e conquista 4 ori 3 argenti e 6 bronzi. Sul podio per la medaglia di oro i singolisti Alessia Rodia, Luca Lavino, Russo Raffaele e la coppia Lavino/ LoNero. Sarah Russo per due volte e il doppio Rodia /Urro conquistano l’argento. I sei bronzi sono stati vinti da Turrisi Domenico che ne conquista due, LoNero Marco e dai doppi Mormile Stefano/Santoro Emiliano, Cosi Giuseppe/ e da De Mauro Giacomo/ Palmarini Ramon. Prova anche per Luigi Lanza e Riccardo Celli piccoli di 11 e 12 anni che per la prima volta provano l'emozione di una gara regionale e conquistano rispettivamente il 4 e 5 posto.

L'allenatore Antonio Coppola abbraccia i suoi ragazzi che nonostante la giovane età stanno dimostrando di avere forza e determinazione. “Sono abbastanza soddisfatto dell'impegno che i miei atleti stanno dimostrando anche se forse avremmo potuto fare qualcosa in più. Ma si sa, la ripresa estiva è dura soprattutto quando si parla di piccoli che hanno 11, 12 e 16 anni . Stiamo crescendo sempre di più e questo mi da grande gioia perché vuol dire che il lavoro svolto sul territorio sta portando i suoi frutti. Stiamo impegnandoci, io e i miei collaboratori, a far crescere, soprattutto nei ragazzini e nelle ragazzine la cultura dello sport come disciplina. Forse alcune volte pretendiamo una “ disciplina di altre generazioni” ma sono convinto che questa è la nostra forza”.

Il G.S VV.F Carrino da ottobre riprende con i corsi di Indoor Rowing per avvicinare allo sport, ma soprattutto al canottaggio, persone di ogni età che vogliono provare questa nuova disciplina nata dalla fusione tra canottaggio e fitness, dove il concetto di equipaggio viene riportato in palestra e dove, proprio come in una barca da canottaggio, tutti remano insieme a ritmo di musica. I benefici del Rowing sono notevoli perché aiuta a scaricare le tensioni e lo stress allontana ansia e depressione e migliora in generale la propria condizione fisica. Insomma tante novità ma soprattutto tanto impegno per il Gs VV.F Carrino e per l'allenatore Coppola che invita chi interessato, a rivolgersi per informazioni alla Canottieri Via Ciciriello Brindisi (di fronte al Circolo tennis) tel 338/9545215- 347/8612993.
(Lucia Buongiorno)

 




 

G.S. Vigili del Fuoco Carrino Brindisi Sez. Canottaggio

Si riparte sul remeoergometro e non solo ai Vigili del Fuoco sez. Canottaggio Carrino

Il G.S. Vigili del Fuoco Sezione Canottaggio Carrino di Brindisi dà inizio ai corsi di Indoor rowing, un'incredibile ed entusiasmante disciplina nata dalla fusione tra canottaggio e fitness, dove il concetto di equipaggio viene riportato per la prima volta in palestra e dove, proprio come in una barca da canottaggio tutti remano insieme a ritmo di musica. Obiettivo principale, oltre alla diffusione dell’attività, è promuovere la disciplina sportiva come strumento di crescita della persona, non solo dal punto di vista fisico ma anche dalla formazione sportiva dell’individuo incardinando, nel contempo, la giusta competizione attraverso il rispetto dello spirito di squadra e dell’avversario. L'Indoor Rowing non è semplicemente una forma di esercizio, è una disciplina sportiva per tenersi in forma, dove tutti i principali gruppi muscolari vengono coinvolti, in particolar modo le braccia, le gambe, il dorso, le spalle, l'addome ed i glutei. A questo si sommano i notevoli benefici cardiovascolari, attraverso il movimento naturale della vogata, che mantiene la flessibilità e protegge le articolazioni grazie ad un'azione priva di impatti. Per il G.S . Vigili del Fuoco Sezione Canottaggio Carrino di Brindisi soddisfacenti sono stati i risultati conseguiti nella specialità dell’ indoor rowing dagli atleti nell’ambito di manifestazioni di rilievo regionale e nazionale, che si sono classificati in posizioni di spicco conquistando il gradino più alto del podio. Naturalmente tutto questo è stato possibile grazie al lavoro attento del coach, Antonio Coppola e del suo staff di collaboratori che con professionalità, assiduità e pazienza, hanno messo a disposizione di ogni singolo atleta la loro provata e certificata esperienza.

Il G.S. VV.F. CARRINO di BRINDISI è stato fondato ed affiliato nel 1955, e ad oggi ha ottenuto un palmares di tutto rispetto. Dall’anno 2005 partecipa a livello nazionale al progetto indetto dalla FIC denominato REMARE A SCUOLA ed è l’unica Società nell’Italia meridionale affiliata per le categorie ADAPTIVE e ai Campionati Italiani ADAPTIVE l’atleta Francesco PICOCO ha conquistato il 3° posto. Totalmente gratuiti sono i corsi di avviamento al canottaggio promossi dal gruppo sportivo per i ragazzi e le ragazze dai 10 anni ai 18 anni. I giovani vengono avviati al canottaggio gradualmente sia attraverso uscite in barca, sia attraverso allenamenti al chiuso, quando la stagione è meno favorevole. I più grandi, poi, svolgono sia sedute al remoergometro per iniziare ad allenare le capacità condizionali, sia sedute di potenziamento fisico nella attrezzata palestra. A partire dalla primavera è possibile avvicinarsi alla attività agonistica disputando regate di categoria sia a livello regionale che nazionale. La passione per lo sport e per il mare è la forza del gruppo e dell’allenatore Antonio che invita tutti coloro che hanno voglia di provare a salire su una barca olimpica a recarsi presso la canottieri Carrino sita in Via Ciciriello a Brindisi (di fronte al circolo tennis) tel 338 9545215.

“Siamo lì ogni giorno perché per noi il mare, la barca, lo sport sono la nostra vita e la nostra forza
!”
(Lucia Buongiorno)

 




 

Grandi risultati per piccoli atleti dei Vigili del Fuoco

Allievi e cadetti del G.S Carrino Canottaggio Vigili del Fuoco di Brindisi conquistano
al Festival dei Giovani di Corgeno di Vergiate in provincia di Varese 2 ORI, 1 ARGENTO e 4 BRONZI

Il "Festival dei giovani", nella sua 23° edizione, è la più importante manifestazione remiera italiana dedicata agli atleti dai 10 ai 14 anni con 297 gare disputate nell'arco di oltre 26 ore e la presenza di 1484 entusiasti ragazzi appartenenti a 125 società iscritte.

Venerdì 6 luglio il Presidente della FIC GANDOLA Enrico dichiara aperta la manifestazione dopo l'accensione del tripode, la lettura della promessa dell'atleta e l’Inno d'Italia. In un clima di festa e di gioia hanno inizio le gare nelle acque del Lago di Comabbio e le promesse del canottaggio italiano si sfidano “ a colpi di remi”. Alessia RODIA del G.S VVF Carrino Brindisi conquista il primo oro nella specialità del singolo 7,20 per la categorie allievi C (13 anni) in una gara emozionante che vede la giovane atleta in netto vantaggio sulla seconda in un serrate da brivido. La gara in diretta streaming entusiasma anche il cronista che non può non sottolineare la grande prestazione di Alessia che emozionata ringrazia gli allenatori Antonio COPPOLA e l’aiuto-allenatore Lucia BUONGIORNO dedicando loro la vittoria. Ancora gioia per il G.S Carrino per il bronzo di Francesca URRO e il quarto posto di Sarah RUSSO nella specialità del singolo cadette femminile (14 anni). Bella prestazione e medaglia di bronzo per Marco LONERO nella specialità Allievi C maschile ( 13 anni) e 8° posto per Manuel CONTE .

La seconda giornata vede ancora sul podio Il G.S Vigili del Fuoco con Raffaele RUSSO che conquista l’argento nella categoria Allievi B2 ( 12 anni ), un quarto posto per Luca LAVINO nel singolo 7,20 allievi C e un quinto posto per le giovani cadette Francesca URRO e Sarah RUSSO nella specialità del doppio cadette.

Domenica 8 luglio si conclude il Festival dei giovani con altre medaglie che vanno a riempire il già ricco medagliere del G.S dei Vigili del Fuoco. Raffaele RUSSO, determinato in barca, conquista un oro con un netto vantaggio sulla seconda imbarcazione di oltre 150 mt. Alessia RODIA ancora in gara con Roberta LICCIARDI del Barion ( Bari) vince una medaglia di bronzo nella specialità del doppio allievi C Femminile, e Marco LONERO in equipaggio con Luca LAVINO si confermano al terzo posto con un bronzo nella specialità doppio Allievi C maschile.

Le giornate di gara si concludono con le rappresentative regionali. Antonio COPPOLA, coordinatore regionale per la Puglia e Basilicata , schiera 2 quattro di coppia maschile e femminile. Il 4 femminile con Alessia RODIA, Francesca URRO, Sarah RUSSO del G.S Carrino Brindisi e Roberta LICCIARDI del Barion (Bari) conquistano il quinto posto, mentre il quattro di coppia maschile con Marco SPINOSA(Pro Monopoli), Daniele NINNI Claudio SIMONE ( Cus Bari) e Davide DIMICCOLI ( LnI Barletta) sale sul podio vincendo un bronzo in un punta a punta con il secondo equipaggio. Belle giornate, belle gare e grande entusiasmo hanno caratterizzato quindi il Festival dei Giovani di Corgeno. Ma soprattutto grande organizzazione.

Grazie all’impegno e al grande lavoro di Nicola e Dario Del Vecchio, le gare sono state trasmesse in diretta streaming sul sito Canottaggiovideo.net , permettendo ai genitori e amici delle giovani promesse di poter condividere le gioie e le emozioni di gare così impegnative.

Si spengono i riflettori sul festival ma si accendono le luci sui giovani atleti del Carrino che continuano a raccogliere successi in campo nazionale e lasciano un segno sempre più profondo nel panorama sportivo brindisino. (Lucia Buongiorno)

 




 

G.S. Vigili del Fuoco Carrino Brindisi Sez. Canottaggio ancora sul podio nazionale

Il comandante dei VV.F. Ing Carlo FEDERICO, Presidente del Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco sezione Canottaggio Carrino non ha che da essere orgoglioso dei suoi atleti che in due gare nazionali portano a casa 1 Oro, 4 argenti e 3 bronzi. Il 2 e 3 giugno a Varese al Campionato Italiano Pesi Leggeri, Esordienti e Adaptive, Domenico TURRISI, nella categoria ragazzi, ha conquistato l’oro sul doppio con il giovane Matteo MAGGI del CUS Bari. Una gara entusiasmante che fino all’ultimo ha tenuto tutti col fiato sospeso. L’ha spuntata la coppia TURRISI/MAGGI che nel serrate finale ha dato dimostrazione di grande tenacia, preparazione tecnica e fisica.

Sabato 9 e domenica 10 giugno a San Miniato (Pi) al 2° Meeting Nazionale Allievi, Cadetti e Master il gruppo sportivo Vigili del Fuoco Carrino conquista ben 4 argenti e tre bronzi. Sabato è la volta dei singoli allievi e cadetti e Alessia RODIA e Marco LONERO nella categoria Allievi C conquistano l’argento, bronzo per Luca LAVINO della stessa categoria, Sarah RUSSO e Francesca URRO vincono un bronzo nella categoria Cadette. Mentre nella giornata di Domenica 10, nonostante le condizioni meteo marine avverse i giovani atleti brindisini conquistano l’argento sia col 4 di coppia maschile che con quello femminile. L’equipaggio femminile misto con Alessia RODIA, Francesca URRO e Sarah RUSSO e Roberta LICCIARDI del Barion Bari si distingue immediatamente conquistando già in partenza le prime posizioni nella gara del 4 di coppia cadette. Nel punta a punta con l’equipaggio della Società Canottieri di Orbello si classificano al secondo posto. Una gara difficile anche per l’equipaggio misto maschile con Luca LAVINO, Marco LONERO, Jacopo SCORDATO e Gaetano ARMETTA della società Canottieri TELIMAR di Palermo che salgono sul podio con un argento. Le Gare, sospese per le condizioni marine avverse e riprese poi con il 4 di coppia maschile , vengono di nuovo sospese definitivamente al termine della stessa. Una gara pertanto impegnativa e difficile quella di Lonero e Lavino condotta però con grandi capacità nonostante la giovane età degli atleti.

Insomma grandi risultati nazionali per i giovani canottieri brindisini che, allenati dal tecnico Antonio COPPOLA, stanno dimostrando di possedere le qualità giuste per puntare sempre più in alto. Antonio COPPOLA non nasconde la sua soddisfazione al rientro da San Miniato . “Stiamo lavorando bene e i risultati che stiamo ottenendo stanno a significare che la volontà e la tenacia sono vincenti. Il canottaggio è uno sport duro e impegnativo ma ricco di gratificazioni. Tempra il fisico e la mente ed aiuta ad affrontare con determinazione la vita. In questo lavoro non posso non ringraziare anche chi mi affianca e collabora con me, Lucia BUONGIORNO e Marco FIORE che da allenatori di I livello stanno condividendo questo mio percorso e stanno lavorando con me per il raggiungimento di risultati sempre più importanti per tutto il gruppo. Stiamo crescendo sempre di più e l’inserimento di giovani mi fan ben sperare in una crescita del canottaggio a Brindisi e ad un ritorno di questo sport a livello mondiale come ai tempi di Ivan Durante e Mattia Boschelli, atleti della nostra società VV.F., onore della città di Brindisi.”

I prossimi impegni per il Gruppo dei Vigili del Fuoco Carrino sono Lorica (Cs) nella gara Interregionale Sicilia, Puglia e Basilicata che vedrà impegnati tutte le categorie e a luglio a Corgeno (Va) per il Festival dei Giovani che vedrà in gara oltre 1700 circa ragazzini/e di età compresa tra i 10 e 14 anni che saranno impegnati spesso in doppia gara. Regate importanti alle quali non possono mancare i giovani canottieri dei Vigili del Fuoco di Brindisi . “Questi ragazzi e queste ragazze sono la mia vita ormai e credo di poter fare un buon lavoro con loro. Stanno dimostrando di avere carattere e forza di volontà e sicuramente sapranno mettere a frutto queste qualità” Antonio COPPOLA conclude così e incrocia le dita per i prossimi impegni.
(Lucia Buongiorno)

 




 

I canottieri del G.S. dei Vigili del Fuoco di Brindisi
protagonisti anche sul podio di Sabaudia


Riconoscimento nazionale per i giovani canottieri dei Vigili del Fuoco che a Sabaudia (Lt) al 2° Meeting Nazionale Allievi, Cadetti, Ragazzi e Master conquistano ben 2 ori, 2 argenti e 1 bronzo.

Regata di altissimo livello tecnico con equipaggi provenienti da tutta l’Italia per un totale di quasi 700 atleti partecipanti. A salire sul primo gradino del podio per infilarsi l'oro al collo sono stati Alessia Rodia e Raffaele Russo rispettivamente nella gara dei singoli 7,20 allievi C femminile e singoli 7,20 allievi B2 maschile. Poi argento con Luca Lavino e bronzo con Marco Lonero nella categoria singola 7,20 Allievi C maschile che si distinguono successivamente nella gara di doppio e conquistano una medaglia di argento.

Degna di menzione la gara di Domenico Turrisi nel doppio misto con la società CC Roma giunto quarto ad un soffio dalla medaglia per una frazione di secondo nella categoria ragazzi nella specialità due di coppia. Una gara davvero avvincente che ha visto l’equipaggio dei Vigili del fuoco in un “punta a punta” con l’equipaggio avversario. Un atleta, il giovane Domenico Turrisi che sta dimostrando in ogni competizione di avere doti davvero notevoli sia sportive che di carattere e che non mancherà di far parlare di se.

Esordio in nazionale delle due giovani atlete Francesca Urro e Sarah Russo che non conquistano il podio ma dimostrano grinta e voglia di migliorare, requisiti fondamentali per chi vuole cimentarsi in uno sport impegnativo come quello del canottaggio.

L’allenatore Antonio Coppola si complimenta con i giovanissimi atleti per i brillanti risultati e per le buone prove di maturità agonistica e carattere dimostrato e ringrazia il comandante dei Vigili del Fuoco e presidente del Gruppo Sportivo Ing. Carlo Federico per il preziosissimo supporto logistico.
(Lucia Buongiorno)

 




 

Grande successo dei canottieri del G.S. dei Vigili del Fuoco di Brindisi
sul campo di regata di Senise



Domenica 15 aprile si è svolta la gara regionale di canottaggio sulla diga di Senise (Pz). Nonostante le condizioni meteo avverse e il forte vento, gli atleti del G.S. VV.FF. CARRINO di BRINDISI conquistano ben 4 ori , 6 argenti e 3 bronzi. Gli atleti si sono fatti onore in questa regata che ha visto la partecipazione di 12 società di tutta la regione Puglia e Basilicata e di circa 300 atleti. Il dato eccezionale è che quasi tutti gli atleti dei Vigili del Fuoco in gara sono riusciti a salire sul podio.

1 ORO per il 2 di coppia SENIOR Maschile con ORLANDINO GIUSEPPE e CRASTOLLA DANIELE; il 2 di coppia CADETTI femminile con ALESSIA RODIA e RUSSO SARAH che conquistano anche, rispettivamente, 1 ORO nella categoria ALLIEVI singolo 720 femminile e un ARGENTO categoria CADETTI singolo femminile. Sale sul podio con medaglia di ORO anche LAVINO LUCA con il singolo 720 categoria allievi C maschile seguito da MARCO LONERO che si aggiudica un Argento (atleti di 13 anni).

Bellissima gara nella categoria singolo RAGAZZI maschile che vede un argento per DOMENICO TURRISI e nel doppio RAGAZZI maschile un argento per PALMARINI RAMON e SIMONE GIGLIO alla loro prima manifestazione. Si distingue CRASTOLLA DANIELE che conquista l’argento nella categoria SENIOR maschile. BRONZO per i giovani DEMAURO GIACOMO, GALLO VALERIO, ORLANDINO GIUSEPPE ancora sul podio insieme a TURRISI DOMENICO e BOTTACCI GIUSEPPE E ZAMMILLO TONY.


La gara che ha preso il via alle ore 11 circa a causa di un rinvio per condizioni mete marine avverse si è conclusa con la gioia dei ragazzi del GRUPPO SPORTIVO dei VIGILI del FUOCO “F. CARRINO” di BRINDISI che tornano a casa con un ricco medagliere che tanto fa onore alla stessa società, al comandante dei Vigili del Fuoco e presidente del Gruppo Sportivo Ing. Carlo Federico e a tutta la città di Brindisi. Soddisfatto l’allenatore Antonio COPPOLA che con il suo impegno e la sua tenacia continua a raccogliere successi in uno sport come il canottaggio che vede sempre più proseliti tra fasce di età e di praticanti sempre più ampie.
(Lucia Buongiorno)

 

 

Scherma

 

Scherma: Miriana Morciano qualificata per le finali nazionali

Si e’ svolta a Napoli nei giorni di venerdi 7 e sabato 8 dicembre 2012 la seconda prova nazionale riservata alla categoria cadetti spada maschile e femminile di scherma uno degli appuntamenti piu’ importanti dello sport giovanile italiano, due giorni di sfide tra centinaia di schermidori e schermitrici dai 15 ai 17 anni provenienti da tutta Italia che si sono ritrovati al Pala Butangas, i partecipanti sono stati oltre 600 sfidandosi in gare che hanno avuto un sano agonismo, ma soprattutto e’ stata una grande festa sportiva.

Una storia che continua e che, negli anni, ha visto sfidarsi nelle pedane le giovani speranze che oggi rispondono al nome di Matteo Tagliarol, Aldo Montano, Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca neo campionessa olimpica e tanti altri campioni titolati della scherma italiana.

Nel corso della stessa gara gli atleti delle Lame Azzurre Brindisi “maestri Zumbo” hanno ottenuto ottimi piazzamenti, in particolare con Miriana Morciano che ha sfiorato l’accesso alla ai primi 8 della gara conquistando l’11° posto, unica spadista pugliese ad accedere nel tabellone principale la Morciano, 13^ dopo la fase a gironi e pertanto esentata dal primo turno, superava agevolmente due eliminazioni dirette, per l’ingresso nei primi 16 della gara sconfiggeva per 15-13 Elisa Schmitt (A.S.D. SINTOFARM SCHERMA KOALA) fermata solo per l’accesso alla finale da Eleonora De Marchi (CIRCOLO SCHERMA CASTELFRANCO VENETO). Buone anche le prove di Salatino Antonio, Cassiano Alessio nella spada maschile in primo sconfitto per l’accesso ai primi 32 e il secondo per i 128, mentre Federica Erriquez e Federica Vinci solo per un soffio non si sono qualificate per la fase di eliminazione diretta, per effetto della classifica finale Miriana Morciano si qualifica per la seconda prova nazionale giovani e per le finali di Belluno dove si assegnera’ il titolo italiano di categoria.

Ottime quindi le prestazioni degli schermidori brindisini del M° Flavio Zumbo che ancora una volta hanno dato dimostrazione di avere grandi doti, ma soprattutto ampi margini di miglioramento in vista anche della prima prova assoluti che si svolgera’ a Ravenna dal 14 al 16 dicembre 2012.

 




 

Scherma: doppio podio per le lame azzurre Brindisi alla prova nazionale di Ravenna

Si e’ svolta nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 novembre 2012 a Ravenna , presso il Pala De andre’ la prima prova nazionale di scherma riservata alle categorie under 14 nella specialita’ della spada, nel corso della quale splendide sono state le prestazioni degli schermidori Samuele Erriquez nella categoria giovanissimi e Pietro Rinaldi nella categoria maschietti tesserati con le lame azzurre “Maestri Zumbo”i quali hanno conquistato entrambi il 3° posto su 140 partecipanti provenienti da ogni parte d’Italia, ottima la partenza gia’ dai gironi per Erriquez il quale concludeva con ben sei vittorie e nessuna sconfitta e risultando il numero 7 di tutta la gara, quattro vittorie e due sconfitte invece per Rinaldi, superavano quattro eliminazioni dirette raggiungendo le semifinali mettendo in mostra grandi doti tecniche e caratteriali elementi fondamentali per ottenere risultati di prestigio come questo. Non da meno sono stati gli altri risultati degli schermidori delle Lame azzurre Brindisi in particolare con Mariella Gigliola nella categoria allieve spada la quale si e’ messa in evidenza sfiorando l’accesso ai primi 16 del torneo, dopo aver condotto una gara praticamente perfetta durante il girone e le varie eliminazioni dirette ottenendo alla fine un 20° posto su 140 partecipanti che fa ben sperare per il futuro. Buone anche i risultati di Tommasi Silvia nella spada femminile ragazze, Rinaldi Dalila nella spada allieve, Beatrice Tondo nella categoria giovanissime sconfitte per l’accesso ai primi 64.

Eccellenti quindi i risultati degli schermidori delle lame azzurre Brindisi “maestri Zumbo” che aprono le porte e le speranze per ottenere risultati sempre piu’ prestigiosi; commenta il maestro Flavio Zumbo che insieme la maestro Alessandro Rubino parteciperanno allo stage di alta specializzazione di Spada, in qualita’ di osservatori all’allenamento collegiale della nazionale italiana che si terra’ presso le strutture del centro di preparazione olimpica di Formia nella settimana dal 3 al 7 dicembre 2012 una ulteriore soddisfazione per la citta’ e per lo sport brindisino.
Intanto la societa’si prepara alle prossime trasferte di Napoli per la seconda prova cadetti e Ravenna per la prova di qualificazione nazionale assoluta nel mese di dicembre.

 




 

Scherma: importanti successi per le Lame Azzurre "Maestri Zumbo"

Nel corso della prima prova interregionale riservata alle categorie under 14 che si e’ svolta a Trani nei giorni di sabato 3 e domenica 4 novembre 2012 gli schermidori e le schermitrici delle lame azzurre brindisi “maestri Zumbo” hanno ottenuto ottimi risultati. Nella la categoria riservata ai giovanissimi fioretto Samuele Erriquez conquista il 1° posto e il 2° posto nella specialita’ della spada, nella categoria maschietti doppio successo per Pietro Rinaldi vincitore nel fioretto e nella spada, doppio anche il successo di Mariella Gigliola vincitrice in entrambe le specialita’ spada e fioretto nella categoria allieve, ottime anche le prove di Rinaldi Dalila 3^ classificata nel fioretto e il 5° posto nella spada categoria allieve, di Beatrice Tondo 2° posto nella spada e terzo posto nel fioretto categoria giovanissime, buone le prove di Tommasi Silvia 7° posto nella spada categoria ragazze, di Guadalupi Alberto 5° classificato nella spada categoria allievi, di Burigotto Giulio 8° classificato nella categoria giovanissimi spada e Pettinau Marco e Stanisci Chiara sconfitti per l’accesso ai primi otto, grande prova quindi per gli schermidori brindisini che ancora una volta hanno dimostrato tecnica, grinta e carattere nei momenti difficili, ma soprattutto voglia di vincere. Insomma una raffica di risultati, successi per la societa’ brindisina e per il maestro Flavio Zumbo, discendente della nota generazione che ha portato la scherma nella citta’ di Brindisi e da poco nominato docente ai prossimi corsi di istruttori regionali che si terranno a Brindisi il 17 e 18 novembre presso la societa’ delle lame azzurre divenuto centro accreditato alla formazione dei tecnici di scherma riconosciuto dalla federazione italiana scherma oltre ad essere centro di allenamento federale per la spada, un importante riconoscimento che valorizza ancora di piu’ la scherma brindisina a conferma del buon lavoro svolto durante questi anni. Ma non e’ tutto, infatti la societa’ brindisina di prepara per la trasferta di Ravenna dove sara’ impegnata nella prima prova nazionale under 14 nei giorni sabato 24 e domenica 25 novembre..

 




 

Scherma: ottima prova delle Lame Azzurre Maesti Zumbo

Si e’ svolta a Rimini nei giorni 27 e 28 ottobre 2012 la prima prova nazionale categoria giovani di spada maschile e femminile nel corso della quale gli schermidori delle lame azzurre brindisi si sono messi in evidenza con Samuele Di Coste per la prova maschile dove ha sfiorato l’accesso ai primi 32 della gara su oltre 300 partecipanti provenienti da tutta Italia, mentre stop per l’accesso ai primi 128 per Matteo Di Coste, Salatino Antonio e Gianluca Solazzo, buona anche la prova di Miriana Morciano nella prova femminile che dopo un ottimo girono eliminatorio con ben 4 vittorie e solo due sconfitte saltava di diritto la prima fase dell’eliminazione dirette sconfitta per l’accesso ai primi 64 per 15-13. Ottime le prestazioni degli schermidori brindisini del M° Flavio Zumbo che ancora una volta hanno dato dimostrazione di avere grandi doti, ma soprattutto ampi margini di miglioramento. I prossimi appuntamenti sono per la societa’ brindisina sono il 3 e 4 novembre a Trani per la prova riservata alle categorie under 14.




 

Scherma: strepitosa prestazione di Miriana Morciano
alla prova nazionale di Salsomaggiore Terme

Si e’ svolta a Salsomaggiore Terme nei giorni di venerdi 19 e sabato 20 ottobre 2012 la prima prova nazionale riservata alla categoria cadetti spada maschile e femminile di scherma uno degli appuntamenti piu’ importanti dello sport giovanile italiano, due giorni di sfide tra centinaia di schermidori e schermitrici dai 15 ai 17 anni provenienti da tutta Italia che si sono ritrovati al PalaLiabel, i partecipanti sono stati oltre 600 sfidandosi in gare che hanno avuto un sano agonismo, ma soprattutto e’ stata una grande festa sportiva.

Una storia che continua e che, negli anni, ha visto sfidarsi nelle pedane le giovani speranze che oggi rispondono al nome di Matteo Tagliarol, Aldo Montano, Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca neo campionessa olimpica e tanti altri campioni titolati della scherma italiana. Nel corso della stessa gara gli atleti delle Lame Azzurre Brindisi “maestri Zumbo” hanno ottenuto ottimi piazzamenti, con Miriana Morciano che ha sfiorato l’accesso alla ai primi 16 della gara conquistando il 17° posto, unica spadista pugliese ad accedere nel tabellone principale la Morciano, quinta dopo la fase a gironi e pertanto esentata dal primo turno, ha superato nei sessantaquattresimi Emma Bizzotto (C.S. Castelfranco) per 15-14 e nei sedicesimi Margherita Carletti (Penta Modena) per 15-9, ma nei sedicesimi ha perso 15-13 da Ginevra Burchi (Accademia di Scherma Livorno). Buone anche le prove di Salatino Antonio, Cassiano Alessio nella spada maschile in primo sconfitto per l’accesso ai primi 64 e il secondo per i 128, stesso risultato per Federica Erriquez e Federica Vinci nella spada femminile , per effetto della classifica finale Miriana Morciano e Salatino Antonio risultano qualificati per la prima prova nazionale giovani in programma a Rimini dal 26 al 28 ottobre 2012 aggregandosi cosi al gruppo composto da Matteo e Samuele Di Coste e Gianluca Solazzo. Ottime quindi le prestazioni degli schermidori brindisini del M° Flavio Zumbo che ancora una volta hanno dato dimostrazione di avere grandi doti, ma soprattutto ampi margini di miglioramento.

 





Scherma: Le Lame Azzurre”Maestri Zumbo”
qualificati per gli assoluti nazionali di Ravenna

Si e’ svolta domenica 7 ottobre 2012 a Foggia la prima prova di qualificazione nazionale di spada maschile e femminile categoria assoluti. Nel corso degli incontri, gli schermidori delle lame azzurre Brindisi si sono messi in evidenza conquistando la qualificazione alla fase nazionale con Samuele Di Coste e Matteo Di Coste per la spada maschile giunti rispettivamente al 3°e al 5°, qualificata anche la schermitrice Miriana Morciano 1° classificata al CAF svolto a Brindisi il 30 settembre 2012 per la categoria cadette spada. Buone le prove di Federica Erriquez, De castro Maria Teresa, Solazzo Gianluca, Salatino Antonio, Cassiano Alessio, Federica Vinci, che dopo in ottimo girone eliminatorio sfioravano l’accesso al tabellone dei primi otto. Grande risultato quindi per la societa’ delle lame azzurre “maestri Zumbo” guidata dal maestro Flavio Zumbo perche’ consente agli schermidori brindisini di poter partecipare alla prova nazionale che si terra’ a Ravenna nel mese di dicembre e vedra’ la partecipazione dei migliori schermidori italiani da Valentina Vezzali ad Aldo Montano e Paolo Pizzo, Elisa Di Francisca medaglia d’oro alle olimpiadi di Londra 2012.






Scherma: Le Lame Azzurre”Maestri Zumbo”
sfiorano l’accesso alla finale ai campionati Italiani

 

Si e’ svolta a Riccione nel periodo dal 10 al 15 maggio 2012 la 49sima edizione del Gran premio Giovanissimi “Renzo Nostini” di scherma uno degli appuntamenti piu’ importanti dello sport giovanile italiano.
Una settimana di sfide tra migliaia di schermidori e schermitrici dai 10 ai 14 anni che si sono ritrovati presso il PalaRiccione, i partecipanti sono stati oltre tremila che accompagnati da familiari e tecnici, si sono sfidati in gare che hanno avuto un sano agonismo, ma soprattutto e’ stata una grande festa sportiva. Una storia che continua e che, negli anni, ha visto sfidarsi nelle pedane le giovani speranze che oggi rispondono al nome di Matteo Tagliarol, Aldo Montano, Valentina Vezzali,e tanti altri campioni titolati della scherma italiana. Nel corso della stessa manifestazione gli atleti delle Lame Azzurre Brindisi “Maestri Zumbo” hanno ottenuto eccellenti piazzamenti, con Mariella Gigliola che ha sfiorato l’accesso alla finalissima conquistando il 15° posto nel fioretto femminile categoria ragazze e il 26° nella specialita’ della spada con Samuele Erriquez giunto al 23° posto nella spada maschile categoria maschietti, buone anche le prove di Rinaldi Dalila, Tommasi Silvia, Cassiano Alessio, Federica Vinci eliminati per l’accesso ai primi 32 della gara.

Quasi contemporaneamente nel periodo dal 18 al 20 maggio si e’ svolta ad Ancona la fase della coppa Italia Nazionale dove ha visto la partecipazione di Morciano Miriana per la spada femminile, e i fratelli Di Coste Samuele e Matteo per la spada maschile e Laurino per la sciabola i quali hanno ben difeso i colori della propria citta’ sfoggiando prestazioni di alto livello tecnico. Brillanti quindi i risultati degli schermidori brindisini che ancora una volta hanno dato dimostrazione di avere grandi doti, ma soprattutto ampi margini di miglioramento a coronamento di tutto cio’ saranno premiati durante la manifestazione della “festa della scherma” i campioni regionali 2011-2012 che si svolgera’ a Trani il i 2 giugno 2012 in sequenza Mariella Gigliola per il fioretto femminile categoria ragazze-allieve, Tommasi Silvia per la spada giovanissime, Tondo Beatrice per fioretto bambine, e Samuele Erriquez in entrambe le specialita’ fioretto e spada categoria maschietti.



 

Scherma: Matteo Di Coste e Miriana Morciano conquistano la coppa Italia

Domenica 6 maggio 2012 si e' svolta a Foggia l'edizione della coppa Italia interregionale riservata alla categoria assoluti, nel corso della gara gli atleti delle Lame Azzurre Brindisi “Maestri Zumbo” hanno conquistato brillanti risultati in con Matteo Di Coste classificatosi al 1°posto nel fioretto maschile e finalista nella spada, Miriana Morciano vincitrice della spada femminile e seconda nella specialita’ del fioretto. Ottime anche la prova di sciabola maschile dove Laurino Di Coste ha ottenuto un secondo dopo aver condotto una gara di alto livello tecnico e sconfitto in finale con il punteggio di 15-14, non da meno e’ stata la prestazione degli spadisti in particolare con Samuele Di Coste giunto al 6° posto, DeNuccio Diego sconfitto per una sola lunghezza per l’accesso ai primi 8 e Gianluca Solazzo per l’accesso ai primi 16,buone anche le prove nella spada femminile dove Serena Solazzo ha conquistato il 3° posto, Federica Erriquez il 10° posto e il 3° nel fioretto femminile. Notevoli quindi i risultati ottenuti dalla societa’ brindisina del maestro Flavio Zumbo in quanto consente alla stessa di partecipare alla di coppa Italia nazionale in programma ad Ancona dal 18 al 20 maggio, prova che vedra' impegnati in piu’ forti atleti provenienti da tutta Italia,ma con la certezza che i nostri giovani schermidori sapranno essere all'altezza della situazione visto gli ultimi risultati ottenuti e la crescente maturita' e serieta' dimostrata durante gli allenamenti.

 




 

Scherma: Le lame azzurre “maestri Zumbo” promosse in serie C1 nazionale

Sabato 17 e domenica 18 marzo 2012 si e’ svolta a Messina la seconda prova di qualificazione nazionale zona sud individuale e a squadre serie C2 maschile e femminile, nel corso della quale le lame azzurre brindisi hanno conquistato il primo posto nella spada maschile a squadre e la promozione in serie C1 nazionale, la squadra composta da Matteo Di Coste, Samuele Di Coste, Diego DeNuccio e Giuanluca Soalzzo hanno dominato la gara sin dai gironi eliminatori vincendo tutti gli incontri e risultando alla fine la prima della classifica generale dopo il primo turno, superava agevolmente tre eliminazioni dirette e nella finalissima per il primo posto i ragazzi brindisini si imponevano per 45 a 31 sulla compagine napoletana club loyola.
Ottima anche la prova della squadra femminile composta da Solazzo Serena, Miriana Morciano, e Federica Erriquez giunta al 4° posto dopo aver sfiorato l’accesso alla finalissima per il primo e secondo posto.
Nel fioretto maschile buone le prove di Samuele Di Coste e Matteo Di Coste qust’ultimo giunto al 3° posto e ottenendo la qualificazione alla prova assoluta nazionale di Bolzano, nella sciabola maschile Laurino Di Coste ha sfiorato la qualificazione alla fase nazionale dopo un ottimo girone eliminatorio con 4 vittorie e solo due sconfitte.
Continua quindi il buon momento della societa’ della lame azzurre “maestri Zumbo” che si prepara alle prossime trasferte di Napoli per la prova under 14 di spada maschile e femminile e i campionati assoluti seconda prova nazionale di Bolzano nel mese di aprile.


 




 

Scherma: Le lame azzurre “maestri Zumbo” campioni regionali 2012

Si e’ svolta sabato 10 e domenica 11 marzo 2012 a Foggia la terza prova interregionale di scherma riservata alle categorie under 14, nel corso della quale gli schermidori delle lame azzurre Brindisi hanno ottenuto ottimi risultati con Mariella Gigliola che ha conquistato il 1° posto nel fioretto femminile categoria ragazze-allieve e il 3° posto nella spada, Tommasi Silvia il 1° posto nella spada femminile categoria giovanissime e il 2° posto nel fioretto, Samuele Erriquez 2° posto nel fioretto e nella spada, ed alla luce di questi risultati al termine delle tre prove previste dal calendario si sono laureati campioni regionali 2012 rispettivamente Gigliola per il fioretto femminile, Tommasi per la spada femminile, e Erriquez in entrambe le specialita’ categoria maschietti. Ottime anche le prove di Rinaldi Pietro categoria prime lame fioretto che ha conquistato il 1° posto, di Rinaldi Dalila 2° posto nel fioretto e 5° nella spada, Pettinau Marco giunto 2° nella spada maschile giovanissimi, Beatrice Tondo 3° posto sia nel fioretto che nella spada categoria bambine, buone anche le prove di Cassiano Alessio e Vinci Federica che hanno sfiorato l’accesso ai primi otto della gara insieme a Guadalupi Alberto e Pera Andrea. Intanto la societa’ del M° Flavio Zumbo si prepara alla trasferta di Messina dove sara’ impegnata con la prova a squadre serie C2 di spada maschile e femminile e con le prove individuali di fioretto e sciabola con Matteo, Samule, e Laurino Di Coste.


 




 

Scherma: Ottimi risultati per le lame azzurre Brindisi “maestri Zumbo”

 

Si e’ svolta domenica 4 marzo 2012 a Bari la seconda prova di qualificazione nazionale di spada maschile e femminile categoria assoluti, nel corso della quale gli schermidori delle lame azzurre Brindisi si sono messi in evidenza conquistando la qualificazione alla fase nazionale con Samuele Di Coste e Miriana Morciano giunti rispettivamente al 5° e 7° posto.

Buone le prove di Federica Erriquez, Solazzo Gianluca, De Nuccio Diego, che dopo un eccellente girone eliminatorio sfioravano l’accesso al tabellone eliminatorio principale, ottima anche la gara di Matteo Di Coste sconfitto solo di misura per l’accesso alla finale, quest’ultimo reduce insieme al fratello Samuele dalle finali nazionali di Jesolo lido, competizione a cui potevano partecipare solo i migliori 36 della classifica nazionale cadetti sfiorando l’accesso ai primi otto.

Grande risultato quindi per la societa’ delle lame azzurre “maestri Zumbo” guidata dal maestro Flavio Zumbo perche’ consente agli schermidori brindisini di poter partecipare alla prova nazionale che si terra’ a Bolzano il 20-21 aprile e che vedra’ la partecipazione dei migliori schermidori italiani da Valentina Vezzali ad Aldo Montano e Paolo Pizzo quest’ultimi neo campioni del mondo 2012.

 




 

Scherma: trionfo delle lame azzurre “Maestri Zumbo” ad Ariano Irpino

Si e’ svolta nelle giornate del 7 e 8 gennaio 2012 la seconda prova interregionale di scherma riservata alle categorie under 14, nel corso della quale gli schermidori delle lame azzurre “Maestri Zumbo” hanno ottenuto risultati di prestigio conquistando due primi posti con Mariella Gigliola vincitrice della prova di fioretto femminile categoria ragazze-allieve e Samuele Erriquez vincitore del fioretto maschile categoria maschietti, entrambi si sono fatti valere anche nella specialita’ della spada conquistando rispettivamente il 2° e 3° posto dopo aver condotto in maniera praticamente perfetta entrambe le gare sia sul piano tecnico sia tattico, dando dimostrazione di essere cresciuti notevolmente anche caratterialmente. Ottimi anche gli altri risultati degli atleti brindisini, Rinaldi Dalila giunta al 6° posto nel fioretto femminile e al 12° posto nella spada, Vinci Federica 18° posto spada femminile, Tondo Beatrice 3° posto fioretto e 7° posto spada, Tommasi Silvia 3° posto spada e 6° fioretto, Cassiano Alessio 8° posto fioretto maschile e 29° posto spada, in fine Rinaldi Pietro imbattuto nei due gironi di fioretto maschile prime lame. Trasferta ricca di risultati commenta il maestro Flavio Zumbo considerato che a questa competizione erano presenti tutte le regioni del Sud-Italia con esclusione della Sicila, aumentando cosi il tasso di difficoltà una ulteriore conferma quindi del buon lavoro svolto dalla societa’ brindisina in questi anni che lasciano ben sperare per risultati di maggior prestigio in futuro. Prossimi impegni sono a Ravenna per la prova nazionale assoluta con Matteo Di Coste per la spada maschile e Miriana Morciano per la spada femminile gara di assoluto valore che vedra’ la partecipazione dei migliori schermidori italiani da Valentina Vezzali a Aldo Montano e Paolo Pizzo campioni del mondo 2011-2012.


 




 

Scherma: il brindisino Matteo Di Coste bene alla prova internazionale in Austria

Si e’ svolta nei giorni dal 10 al 11 dicembre 2011 a Klagenfurt (Austria) la seconda prova internazionale del circuito europeo cadetti di spada maschile e femminile, nel corso della quale lo schermidore brindisino Matteo Di Coste convocato per l’occasione dalla federazione italiana scherma a difendere i colori dell’Italia ha ben figurato classificandosi tra i primi 36 di tutta la gara che ha visto la partecipazione di ben 23 nazioni provenienti da tutta l’Europa con 233 partecipanti tutti di alto livello visto che a rappresentare le varie nazioni sono i migliori del ranking generale.
Durante le due fasi a gironi eliminatori Matteo Di Coste ha ottenuto in totale 9 vittorie e 2 sconfitte risultato il numero 20 dopo la classifica generale, superava di diritto il primo turno di eliminazione diretta e poi sconfitto solo di misura per 9-8 dal connazionale Barionovi Riccardo al termine di un incontro molto equilibrato.
Ottimo quindi il risultato ottenuto dallo schermidore delle lame azzurre “Maestri Zumbo” che ha dimostrato il suo valore anche in campo internazionale, i prossimi impegni sono a gennaio ad Ariano Irpino per la prova under 14 e a Ravenna per la prova nazionale assoluta.


 




 

Scherma: ottima prova delle lame azzurre “maestri Zumbo”
alla prova nazionale di Torino

Si e’ svolta sabato 3 e domenica 4 dicembre 2011 a Torino la seconda prova nazionale di scherma nella specialita’ della spada riservata alla categoria cadetti, nel corso della quale gli schermidori delle lame azzurre “Maestri Zumbo” hanno ottenuto importanti risultati con i gemelli Samuele e Matteo Di Coste, il primo ha ottenuto l’accesso al tabellone dei primi 32, il secondo si e’ classificato al 33° posto, risultato questo che consente a entrambi la partecipazione alla seconda prova giovani di Ariccia e alle finali cadetti che si terranno a Venezia nel mese di febbraio.
Buoni anche gli altri risultati degli schermidori brindisini, Diego DeNuccio e Miriana Morciano hanno ottenuto entrambi l’accesso al tabellone dei primi 64 dopo un buon girone eliminatorio, e Federica Erriquez a quello dei 128.
Ottimi quindi i risultati ottenuti nella trasferta di Torino commenta il maestro Flavio Zumbo che conferma ancora una volta il buon lavoro svolto durante gli allenamenti settimanali, seguiti anche da risultati di rilievo basta ricordare il 3° posto nella spada femminile under 14 ottenuto da Mariella Gigliola alla prona nazionale di Ravenna nel mese di novembre, il secondo posto di Miriana Morciano agli assoluti regionali e relativa qualificazione alla fase nazionale, la convocazione di Matteo Di Coste alla gara internazionale circuito europeo cadetti in Austria dove difendera’ i colori dell’Italia su 23 nazioni partecipanti.


 

 

 

 

Centri CAF assegnati a “Lame Azzurre” Brindisi - scuola di scherma

A partire dall’anno agonistico 2010/2011 viene istituito il centro CAF di spada a Brindisi


Il 4 ottobre 2010, è stato assegnato a Brindisi il centro CAF (Centro Allenamenti Federali) di spada.


Fissato per il 17/10/10 a partire dalle ora 9.30 avrà infatti luogo il primo appuntamento dei cinque già stabiliti con gli allenamenti federali di spada maschile e femminile per le categorie cadetti e giovani presso la sede della società schermistica “lame azzurre” brindisi (palamelfi, via Ruta), della quale il maestro Flavio Zumbo è il referente tecnico territoriale.

Il CF ha stabilito una ridistribuzione delle sedi per agevolare gli atleti stabilendone uno nel nostro capoluogo di provincia.

Il numero di atleti ammessi a partecipare è 24 per specialità:

20 atleti saranno scelti in base al ranking giovani o cadetti attualizzati.

4 atleti individuati dal CT.

Gli atleti interessati a partecipare dovranno dalle scuole di appartenenza tramite internet entro 14 ottrobre.

I cinque appuntamenti federali saranno:

17 ottobre 2010
21 novembre 2010
19 dicembre 2010
4 febbraio 2011
13 marzo 2011
www.lameazzurre.it
www.federscherma.it - (Chiara Leone)




 

Scherma: successo per il primo appuntamento CAF brindisino

Il primo appuntamento dei cinque con il CAF (Centro Allenamenti Federali) è andato a segno.


Ha visto partecipare sette atleti per la spada femminile e quattordici per la spada maschile, tutti coinvolti in una preparazione intensiva dalle 9.30 alle 15.30 presso il palamelfi nel rione Casale.

Una volta arrivati tutti gli schermidori, e dopo il saluto e l’appello dei maestri Flavio Zumbo e Antonella di Coste, tutti i gareggianti hanno cominciato con il riscaldamento guidato dal M° Di Coste, per poi arrivare al momento più atteso della giornata: quello in cui ognuno si è sistemato nei propri gironi e ha cominciato a destreggiarsi con a spada.

Un’esperienza sicuramente importante per gli atleti del meridione, che hanno dimostrato sfoderando tutta la loro grinta e passione sulle pedane messe a disposizione da “Lame Azzurre – Brindisi”, che il prestigio relativo alla scherma in Italia non è tutto dei settentrionali.

Ricordiamo che nella stessa giornata è stato tenuto lo stesso allenamento nelle altre sedi scelte dalla federazione quali: Busto Arsizio, Imola, Siena, Formia, Acireale. (Chiara Leone)


 




 

La scherma brindisina conquista un nuovo maestro

La famiglia Zumbo va ancora una volta a segno: ecco il nuovo maestro
e l’istruttrice nazionale alle tre armi

Dal 9 agosto scorso la scherma brindisina annovera tra le sue file un altro maestro: Antonella Di Coste, 34 anni.
Partita a Formia per partecipare al corso di preparazione dal 31 luglio al 9 agosto, la schermitrice brindisina trionfa discutendo una tesi sulla famiglia Zumbo; si aggiudica, pertanto, il titolo portando a quota nove il numero dei maestri in famiglia.
A seguirla sarà la cugina Simona Zumbo che ha superato l’esame nello stesso corso della Di Coste diventando, invece, istruttrice nazionale alle tre armi con l’augurio che raggiunga anche lei il titolo di Maestro.
Ancora una volta una soddisfazione per la scherma nostrana. (Chiara Leone)




Il maestro Antonella Di Coste (a sinistra) e l'istruttrice nazionale Simona Zumbo (a destra)


Il 30 agosto gli atleti della “Lame Azzurre” Brindisi si ritroveranno nel parco del Cesare Braico per la preparazione atletica in previsione della ripresa alle attività fissato per il mese di settembre.
Anche quest’anno gli atleti affronteranno un calendario ricco degli appuntamenti agonistici più importanti previsti dalla FIS (Federazione Italiana Scherma) a carattere regionale e nazionale.
Tutti gli atleti si preparano quindi, a vivere un anno ancora più denso di lavoro ed emozioni, sostenuti e guidati in primis Dal Maestro Flavio Zumbo ma anche da tutto il nascente vigore di Antonella Di Coste, che con il suo totale entusiasmo spronerà i giovani schermidori a nuovi traguardi. Un unico grande cuore che batte con il nome “Lame Azzurre”. www.lameazzurre.com (Chiara Leone)






 

La scherma: lo sport che mi cambiato lavita


Sport nobile, arte del combattimento leale che insegna la virtù della disciplina

"Se lo scrittore Alessandro Dumas avesse conosciuto la famiglia Zumbo, probabilmente avrebbe lasciato da parte il prode D'Artagnan e i suoi tre moschettieri per dedicare un libro a questa dinastia di schermidori brindisini."


Prima di settembre non avrei mai immaginato di vedermi interessata ad uno sport e neppure cosi appassionata.
Non mi sono mai vista come un tipo atletico e avevo anche accantonato l’idea di vedermi in veste di sportiva!
Poi cosi, un pomeriggio, per caso (o per fortuna?) ho conosciuto un mondo tutto nuovo, diverso persino da ciò che per me era già una novità.
Non potevo immaginare di essere accompagnata in una sala di scherma: davvero, avrei pensato tutto, ma chi poteva immaginare di trovarne una qui a brindisi? E di trovare tanti appassionati per uno sport che quasi non sapevo di conoscere?
Una maschera, un guanto, una spada … passano i mesi e diventano sempre più compagni fedeli.
Eppure quel primo giorno di parecchio tempo fa, non avrei mai immaginato che mesi più tardi avrei cosi amato la pedana e le armi.
Sport nobile, arte del combattimento leale che insegna ormai da più di cinquecento anni la virtù della disciplina, della difesa, e non, invece dell’attacco mi ha insegnato dopo secoli e secoli della sua esistenza una maggiore coscienza di me e delle mie possibilità, mi ha educato alla conoscenza del mio fisico e, perché no? Anche del mio essere. Se devo essere sincera, all’inizio non riponevo tanta fiducia in quest’esperienza: sedici anni, vita sportiva equivalente allo zero, soggetto profondamente imbranato. Sinceramente preferivo definirmi “intellettuale”!
E via con le prime lezioni, i primi approcci prima con il fioretto e poi con la spada. Arrivano poi i primi dolori, i primi lividi, ma la verità era che la cosa mi piaceva da matti, aspettavo con ansia che arrivasse il giorno degli allenamenti.
Poi ancora, un giorno, ecco che arrivano le divise, significavano solo una cosa: dover tirare con gli altri. Non nascondo che speravo che quel momento non arrivasse mai: un po’ per la mia solita pudicizia, timidezza che mi accompagna fedelmente, un po’ perché non sapevo come muovermi sulla pedana.


Attacco il passante alla spada e alla pedana, impugno l’arma. Quando metto la maschera ecco che il mondo si tinge di un altro colore: vedo il mio avversario attraverso la sottilissima griglia ed è li che tutto comincia.
La voglia d’imparare è cosi cominciata, scoprivo di volerne sapere sempre di più e di volermi misurare ogni volta. Osservavo ogni incontro e ogni assalto era buono per poter imparare qualcosa di nuovo, facevo lezione con sete d’esperienza, ed ero decisa a mettermi ogni volta alla prova.
La verità è che dall’inizio questa voglia non è mai cambiata, anzi. Ogni allenamento è buono per imparare, i momenti di sconforto ci sono stati, ci sono, e ci saranno per fortuna, ma vedo con gioia che miglioro sempre di più.
Oggi metto la maschera ed il colore è sempre lo stesso: il nero della griglia, il bianco dell’avversario. La coccia è sempre sotto i miei occhi, cosi come il suo braccio e la sua gamba e ogni volta la voglia di riuscire e sempre quella e anzi, aumenta. Gli errori ci sono, e magari sono anche parecchi, ma ci sono anche buoni assalti, e belle stoccate. È uno sport senza dubbio divertente e completo: tempra la resistenza fisica, ma anche quella psicologica. La pazienza è la tua migliore compagna come la velocità e l’astuzia. È bello disegnare nuove strategie, studiare il proprio avversario e valutare le proprie mosse.
La verità è che non mi basterebbe un foglio per scrivere tutto quello che questo sport mi ha regalato, e quello che mi ha insegnato e che continuerà ancora a dare, la gioia anche di conoscere persone nuove, che ti danno una mano, un maestro che segue tutti con dedizione e gli istruttori che ti limano come una bella scultura.
È con sincerità che vi consiglio di imparare a conoscere questo sport. Tra un affondo e altri assalti, imparerete ad amarlo, e lui vi ricambierà con tutto quello che è stato capace di dare a me. (Chiara Leone)



 

Arti marziali


Metropolitan karate Brindisi : 12° open internazionale di Toscana

Modigliani Forum di Livorno 4 e 5 maggio 2013, 8000 posti a sedere, 1400 atleti partecipanti
a rappresentanza di circa 200 società, questi i numeri da capogiro che hanno dato vita
a una delle più spettacolari competizioni di Karate sul territorio italiano


La scuola di Karate brindisina dei Maestri ZONNO Francesco e SPAGNOLO Danilo, presente con tre atleti del gruppo agonisti, ha dato conferme nelle due specialità: Kata ( forme) e Kumite ( combattimenti).

Stea Samuel
conferma il suo stato di forma strepitosa conquistando il suo 4° ORO consecutivo nel 2013 in competizioni di caratura Nazionale ed Internazionale nella Categoria Kata Juniores WKF (World Karate Federation) : superando agevolmente le fasi eliminatorie con il risultato di 5 a 0, 5 a 0, 4 a 1, 5 a 0, accede in finale dove batte nuovamente con punteggio netto di 5 a 0 il forte atleta laziale Gallo Gianluca.


Il veterano De Leo Vincenzo, forte del Bronzo conquistato a febbraio ai Campionati Italiani Assoluti FIJLKAM ( unica Federazione riconosciuta dal CONI per il Karate) , da sfoggio della sua maturità ed esperienza sul tappeto di gara riuscendo a primeggiare in una delle più impegnative categorie della specialità: la 60 kg Senior WKF. Dopo essersi aggiudicato i primi tre incontri , accede in finale dove imposta un incontro tattico: è ORO ! E dopo il Bronzo conquistato ai Campionati Italiani a Rappresentative Regionali FIJLKAM , De Leonardis Daria bissa con un ennesimo Bronzo nella categoria Juniores 53 kg WKF disputando un egregia prestazione perdendo un solo combattimento e vincendone ben 4 senza subire nessun punto: 10 a 0 , 7 a 0 e 4 a 0 le fasi eliminatorie e poi 6 a 0 la finale per la medaglia di BRONZO. Bottino pieno per i ragazzi della Metropolitan Karate Brindisi e prossimo appuntamento a fine maggio a Cipro con i “GIOCHI DEL MEDITERRANEO” dove, molto probabilmente, il brindisino Stea Samuel andrà a rappresentare l’Italia con la squadra Nazionale Under21.





Open d'Italia di Karate

Il brindisino Stea Samuel stupisce


Solo 16 anni, già detentore di 4 Titoli Italiani, un 5° posto all’Europeo con la Nazionale Junior e numerosi piazzamenti in campo Nazionale ed Internazionale, venerdi 19 presso il “Lauretana Forum“ di Biella, dopo aver conquistato un ottimo ARGENTO nella categoria Junior WKF di Kata ( 15-17 anni), sorprende tutti, pubblico, atleti, tecnici e dirigenti nazionali ed accede in finale nella categoria clou della competizione: gli Assoluti Senior di Kata ( 16-35 anni).

L’Open d’Italia, la competizione Internazionale in territori italiano più importante dell’anno: 16 Nazioni partecipanti con circa 1700 atleti provenienti da tutto il Mondo hanno dato spettacolo per tre giorni nel PalaForum di Biella e la METROPOLITAN KARATE BRINDISI dei Maestri Zonno Francesco e Spagnolo Danilo era presente.

Avvio della gara con la categoria Juniores WKF (World Karate Federation): 29 presenti oltre ai più forti atleti nostrani, numerosi atleti stranieri tra cui Treinsegne ( nazionale belga 3° al Mondiale e 2° all’Europeo), Ufimtsev il nazionale Russo e Feller lo Svizzero entrambi atleti degni di considerazione. Ore 14,30: primo incontro di Stea superato alla grande per 5 a 0, secondo incontro 4 a 1 e sempre con lo stesso risultato anche il terzo; quarti di finale con il rivale di sempre Ciafrei ( ex maglia azzurra) valicato con un ennesimo 4 a 1; la semifinale fratricida, con l’amico barese Adducci Alessandro, lo fa accedere alla finalissima dove lo attende il veneto Grande Francesco che, per una sola bandierina, 3 a 2 , gli porta via l’Oro: Stea è ARGENTO! Ma Stea ha ancora energia da vendere e, con la determinazione di sempre che lo contraddistingue fa il suo esordio nella “categoria delle categorie”: Senior WKF !

“…..a soli 16 anni, è stata un iscrizione fatta così, per gioco, per provare a confrontarsi con i più grandi…” - dice il suo tecnico ZONNO Francesco. Invece il giovane atleta brindisino, turno dopo turno, incontro dopo incontro, dà filo da torcere a tutti e 49 partecipanti, atleti del calibro di Salsa, Petroni, Aglietti, Capacci, Leccese, Stoppa e dei nazionali Stranieri Ufimtsev (Russia), Feller (Svizzera), Antunes ( Portogallo), Wilkzec (Polonia), Namechè ( Belgio). Dopo aver superato i primi tre turni, ai quarti incontra il temibilissimo russo e gli infligge uno spettacolare 3 a 2; in semifinale ad aspettarlo Leccese Giovanni ( 3° posto ai Campionati Italiani Assoluti 2013) ed è ancora spettacolo: 4 a 1 per l’atleta della Metropolitan ed accesso in Finale!!!
E alle 23,30, dopo una lunga maratona di 9 ore, sotto i riflettori di Rai Sport, Stea da sfoggio delle sue doti: potenza, velocità, tecnica e con un interpretazione perfetta di “Sochin” si aggiudica la Finale: Stea Samuel è ORO.





Karate - FIJLKAM - Campionato Italiano Assoluto Kumite 2013: DE LEO E’ BRONZO!

Lido di Ostia – 23 marzo 2013. Si è appena concluso il 48° Campionato Italiano Assoluto di Kumite Maschile 2013 della FIJLKAM (Unica Federazione riconosciuta dal CONI per il Karate).

Numerosissimi gli Atleti in gara,i migliori di ogni regione, solo coloro che hanno avuto accesso alle Finali Nazionali dopo essersi classificati ai primi posti nelle Fasi Regionali, in rappresentanza di 111 Società Sportive provenienti da tutta Italia. E’ un campionato d’eccellenza, in quanto gli Atleti in gara sono stati, come il regolamento prevedeva, solo cinture nere e, fra loro anche i Campioni Mondiali ed Europei, gli atleti dei Gruppi Sportivi Militari e gli atleti della Nazionale Italiana Junior e Senior.
Gli incontri di altissimo livello tecnico e tattico hanno lasciato il pubblico senza fiato per tutta la giornata e fatto vivere ai presenti uno spettacolo indescrivibile. E in questo scenario da cardiopalmo era presente anche la METROPOLITAN KARATE BRINDISI dei Maestri ZONNO Francesco e SPAGNOLO Danilo con una “punta di diamante” della Società brindisina, DE LEO Vincenzo, oggi 28enne e con un Palmares di tutto rispetto!

Qualificatosi al primo posto nella Fase Regionale lo scorso febbraio a Bari, accede in una categoria, la 60 kg, dove a fare da padroni, ci sono nomi da capogiro, Maresca Vastola Crescenzo Battigaglia Strano, tutti atleti giovanissimi e plurimedagliati con titoli Europei e Mondiali. Ma l’esperienza e la determinazione di DE LEO da sfogo ad una prestazione perfetta: dopo il primo incontro superato a fatica, il brindisino carbura e passa agevolmente sedicesimi e ottavi col punteggio di 5 a 0 e 4 a 2 ed accede ai quarti dove ad attenderlo c’è il Campione del Mondo uscente Maresca con i primi tre incontri superati con il risultato pieno di 8 a 0 prima della fine del tempo regolamentare, quindi in uno stato di forma superlativo.

Ma DE LEO non si fa intimorire ed è l’unico che mette in difficoltà l’atleta della Nazionale, riuscendo a mantenere il risultato quasi sino alla fine, quando un guizzo del napoletano Maresca lo coglie impreparato. Con Maresca in finale, DE LEO viene ripescato per il Bronzo. 5° incontro da batticuore: dopo essere andato sotto di un punto, De Leo a sei secondi dalla fine piazza una splendida tecnica di gamba che gli fa aggiudicare l’incontro per 3 a 1; ad aspettarlo per conquistare l’ambita medaglia c’è l’altrettanto talentuoso Strano Giuseppe, atleta della Nazionale Italiana Under 21. L’esperienza di De Leo non fa una piega, e dopo 4 estenuanti minuti di combattimento, tra il grande tifo dei numerosi sostenitori brindisini e non, DE LEO Vincenzo si aggiudica l’incontro. Un Bronzo che vale oro, in una competizione che rappresenta l’elite della Federazione, il Karate italiano nel Mondo! Sempre più soddisfatti i due Tecnici SPAGNOLO e ZONNO che, con passione e caparbietà, continuano a sfornare Campioni in una realtà come quella di Brindisi, dove, nonostante sia una terra ricca di giovani promesse, lo Sport “sano” fa fatica ad emergere! Nella foto: De Leo Vincenzo sul Podio dei 60 kg. maschili.





Karate: Stea Samuel convocato in Nazionale

Finalmente arriva la sospirata e tanto attesa “maglia AZZURRA” per l’atleta brindisino.


E’ partito per il Centro Olimpico Federale FIJLKAM di Lido di Ostia giorno 2 febbraio e dopo 5 giorni di allenamenti con la Nazionale partirà alla volta della Turchia dove rappresenterà l’Italia nel 40° Campionato Europeo di Karate EKF. Risultato, quello della convocazione in Nazionale FIJLKAM, maturato dopo una serie di successi: più di tre anni di gare senza mai scendere dal podio, numero uno incontrastato dell’anno 2012 con un curriculum di tutto rispetto che vanta numerose vittorie in campo Nazionale ed Internazionale. Atleta deciso e caparbio, genitori rispettosi che ricoprono in pieno il loro ruolo senza mai sfociare in campi che non gli competono, e due Maestri che, con passione e dedizione, assistono il loro atleta, sin da quando era bambino, allenando sia l’aspetto tecnico che quello caratteriale, questa la “formula vincente ” per il successo.

Nato e cresciuto nella società METROPOLITAN KARATE di Brindisi dei Maestri ZONNO Francesco e SPAGNOLO Danilo, Samuel si affaccia nel mondo del Karate alla tenera età di 5 anni. Bambino timido e introverso, trova in questa disciplina una valvola di sfogo dove canalizzare le sue energie e dove imparare a rapportarsi e confrontarsi con gli altri. Evidenzia da subito le sue qualità fisiche che, insieme ai singolari aspetti caratteriali, danno vita alle prime vittorie in campo Regionale. Cresce e migliora in maniera esponenziale grazie anche ad un nutrito gruppo di compagni con un coefficiente qualitativo fuori dalla norma: Martina Michele, Daria De Leonardis, Bellanova Joshua, Martellotta Martino e Librale Marco. A 12 anni entra a far parte del mondo Federale FIJLKAM ( unica Federazione riconosciuta dal CONI per il Karate) esordendo con una medaglia di bronzo ai Campionati Italiani Esordienti “A”, e da lì in poi una serie di ininterrotti successi: 4 volte Campione Italiano, 4 ori ad Open Internazionali ed innumerevoli argenti e bronzi sino all’ultimo Oro del 26 gennaio ai Campionati Italiani a Rappresentative Regionali. Grande traguardo quindi raggiunto dai due Maestri brindisini che, dopo anni di attività, centrano un obbiettivo a dir poco strepitoso: lo scudetto tricolore sul karate-gi di un proprio atleta. L’8 febbraio, l’atleta brindisino, cercherà di portare in alto i colori dell’Italia a Konya ( TURCHIA) dove si confronterà con gli atleti più forti d’Europa.





Il "Karate Metropolitan Brindisi" ancora in evidenza

Affermazione degli atleti al campionato italiano di Ostia

Nei giorni 26 e 27 di gennaio si è svolto, presso il Palafijlkam di Ostia, il Campionato Italiano per Rappresentative Regionali di kata (forme) e kumite (combattimenti).

Nel gruppo di atleti selezionati a rappresentare la Puglia in questa competizione c’erano anche gli atleti della Metropolitan karate Brindisi: De Leo Vincenzo e De Leonardis Daria nella specialità kumite e Stea Samuel nella specialità kata. Il veterano De Leo Vincenzo (cat.60 kg Se.), nonostante l’infortunio subito durante un incontro, è riuscito a tener duro conquistando un ottimo 3° posto. Nella categoria femminile 55Kg, la De Leonardis, al suo esordio con la rappresentativa regionale, non è venuta meno alla fiducia che i tecnici del CTR (Centro Tecnico Regionale) hanno riposto in lei, garantendo una medaglia di bronzo.

Nel primo giorno di gara questi risultati, sommati a quelli ottenuti dagli altri atleti del team, hanno permesso alla Puglia di salire sul podio con un meritato 3° posto. Per la specialità kata, la Puglia ha riproposto la squadra che, già lo scorso anno, è salita sul gradino più alto del podio. I tre atleti (Stea Samuel, Adducci Alessandro e Sgobba Aharon) formano un team ormai ben collaudato che anche quest’anno non si è smentito. In tutte le prove la squadra ha mostrato di avere sempre una marcia in più: potenza, coordinazione, ritmo ed eleganza, sono i fattori che hanno convinto sempre più gli arbitri fino allo scontro in finale con la dura rivale Campana. Ma non c’è stata storia: un netto cinque a zero!!! La Puglia chiude questa competizione qualificando ben cinque squadre per i prossimi Campionati Europei che si terranno in Montenegro il prossimo 9 giugno. Dice il M° Danilo Spagnolo: “In queste competizioni si da lustro all’eccellenze, ma allo stesso tempo sono momenti di aggregazione e scambio per tutti i dirigenti, i tecnici e gli atleti. Condividere la gioia della vittoria, così come il rammarico della sconfitta, aiuta a maturare e a porsi sempre nuovi obiettivi e nuove sfide nello sport come nella vita”. I tecnici dell’ A.S.D. Metropolitan Karate Brindisi, SPAGNOLO Danilo e ZONNO Francesco, che si ritengono soddisfatti del lavoro svolto e dei risultati raggiunti dai propri allievi, continuano il loro percorso di educatori, insegnando questa nobile Arte per formare gli sportivi di oggi e gli uomini di domani.





 

Karate Metropolitan Brindisi - Trasferta a Firenze nel ricordo di Melissa Bassi

Colpisce ed emoziona l’iniziativa degli atleti brindisini impegnati all’OPEN DI TOSCANA,
gara Internazionale Fijlkam di grande valenza


A Firenze, in un magistrale e suggestivo “MANDELA FORUM” (10 tatami e circa 6000 posti a sedere), si è svolta sabato 26 e domenica 27 l'intensa due giorni agonistica che ha registrato la partecipazione di circa 1300 Atleti a rappresentanza di 200 Società Sportive provenienti da tutto il territorio nazionale ed Internazionale. Da segnalare la presenza dei Tecnici della Squadra Nazionale Giovanile, in quanto i risultati di questa gara, erano utili ai fini della classifica del Ranking Federale Azzurrini. Gli atleti brindisini della Metropolitan Karate dei Maestri ZONNO Francesco e SPAGNOLO Danilo, insieme a Martina Michele e Librale Marco della Società SanPietrana, hanno preso parte alla competizione, indossando una maglietta che ricordava la vittima dell’attentato di Brindisi. Iniziativa fortemente voluta dai ragazzi brindisini che, più degli altri, hanno molto sentito la vicenda dell’attentato alla “Morvillo – Falcone”.

E forti del ricordo di Melissa, hanno ottenuto prestigiosi risultati, portando il nome della loro coetanea sul Podio: BELLANOVA Joshua conquista uno splendido ORO nella categoria Juniores 55 kg superando magistralmente 3 incontri preliminari per poi accedere in finale e recuperare lo svantaggio per 2 a 0 nei secondi finali con un ottima esecuzione di Uramawashi (tecnica di gamba); DE LEO Vincenzo si fa forte della sua esperienza, per inserirsi tra i migliori della categoria Senior 60 kg, categoria la quale l’Italia primeggia nel Mondo, con un BRONZO in un podio “pesantissimo” fatto di nomi celebri del calibro di Giuliani, Maresca e Crescenzo (tutti Campioni e Vicecampioni del Mondo!!); STEA Samuel conquista punti importantissimi per il Ranking Federale Azzurrini, conquistando un ARGENTO nella Categoria Cadetti Kata, punti che gli consentiranno la convocazione in Nazionale per il prossimo appuntamento in Sardegna nel mese di Settembre; e per finire, ma non per ultimo, ZONNO Marco che non riesce a salire sul podio, ma impressiona per la sua determinazione e la sua eccellente tecnica, sicuramente un futuro da campione lo aspetta.

Sempre più soddisfatti i due Tecnici Spagnolo e Zonno che, con passione e caparbietà, sfornano Campioni in una realtà come quella di Brindisi, dove, nonostante sia una terra ricca di giovani promesse, lo Sport “sano” fa fatica ad emergere!





Samuel Stea campione italiano 2012 di karate

L’atleta brindisino bissa il Titolo conseguito nel 2010


Giornata memorabile per l’A.S.D. METROPOLITAN KARATE di Brindisi. Sabato 10 marzo, presso il PalaFijlkam di Ostia Lido (ROMA), STEA Samuel , atleta dei Maestri ZONNO Francesco e SPAGNOLO Danilo, ha conquistato il Titolo di “CAMPIONE ITALIANO” nella categoria Cadetti Kata. Forte del suo palmares degli anni precedenti, con risultati di rilievo, primo di tutti l’ottimo secondo posto ai Campionati Italiani conquistato lo scorso anno, nella categoria Esordienti “B”, STEA esordisce nella categoria Cadetti ( 15- 16 anni). Gara di una certa valenza tecnica, con ben 42 atleti provenienti dalle selezioni regionali di tutta Italia. Presenti sul tappeto di gara anche i suoi rivali di sempre, i fortissimi Ciafrei Federico (Campione Italiano in carica), Vendemia Francesco ( secondo nel Raking Nazionale) e Gallo Gianluca ( forte della medaglia d’oro ottenuta agli Open di Grado). Ma la competizione, vista l’elevata crescita tecnica, mostra subito risvolti inaspettati: i favoriti sulla carta tutti fuori tra il primo ed il secondo turno, lo stesso Ciafrei ( atleta delle Fiamme Oro) perde l’imbattibilità contro il fortissimo Grande Francesco. Ma il nostro Samuel esordisce con un ottimo 5 a 0, ai danni di un atleta lombardo, che gli apre le porte al successo! Secondo turno ed ennesimo 5 a 0 contro il casertano Nero B. Il terzo turno è un incontro “fratricida”, Samuel si scontra contro l’amico SGOBBA Aharon, fortissimo atleta Tarantino e vincitore, con lo stesso Stea, ai Campionati Italiani a Squadre dello scorso 28 gennaio: risultato 5 a 0 per l’atleta brindisino che accede in semifinale dove lo aspetta Grande Francesco, atleta veneto della plurititolata campionessa Slovena; e dopo una eccellente esecuzione di “Unsu”, il risultato non cambia, esaltante 5 a 0 e accesso in Finale!!!

La magica atmosfera “olimpionica” del PalaFijlkam fa da cornice ad un splendida finale: STEA Samuel contro la sorpresa della gara, il temibilissimo Previato Filippo. Ma l’atleta brindisino è il favorito e non delude le aspettative: dopo una magistrale esecuzione del Kata di libera composizione “KEN SHIN” ( ideato dai Maestri ZONNO e SPAGNOLO), il tifo esplode dopo la splendida vittoria per 5 a 0 e la conquista del tanto ambito Titolo di Campione d’Italia ! Adesso il portacolori del Karate Brindisino è primo nel Raking Nazionale ed è già in preparazione per il prossimo appuntamento di fine marzo a Milano, dove si scontrerà con i più forti atleti del circuito Mondiale, in una che viene considerata come la più importante competizione del territorio: l’OPEN D’ITALIA!

 

Cronaca sportiva

 

Nuoto: Il 21 luglio la seconda edizione di “A Nuoto nel Parco”

 

Sabato 21 luglio, alle ore 15, prenderà il via la seconda edizione del trofeo “A Nuoto nel Parco”, una gara in acque libere sulla distanza di 2.500 metri.

Dopo il successo di partecipazione - e di riconoscimenti - dell’edizione 2011, la manifestazione fortemente voluta da Elisabetta Vierucci e da Livia Iannarelli e da loro organizzata con l’ASD Sottosopra Brindisi in collaborazione con il Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta di Torre Guaceto si appresta a vivere un nuovo ed atteso appuntamento: alle ore 15.00 del 21 luglio prossimo vi sarà il ritrovo dei concorrenti sulla spiaggia di Punta Penna Grossa e, dopo la riunione tecnica, alle ore 16.00 verrà dato lo start alla competizione che avrà la durata di circa 30-35 minuti.

I concorrenti eventualmente ancora in acqua oltre il tempo limite (60 minuti dalla partenza) saranno recuperati dalle barche d’appoggio, presenti insieme ad un numero congruo di mezzi di soccorso a disposizione anche sulla riva. Alle ore 18.00 le premiazioni: il trofeo alla migliore prestazione, il premio e la coppa ai primi classificati maschili e femminili di ogni categoria (Master, Agonisti e Amatori), e kit di gara per tutti gli iscritti. Quest’anno sarà assegnato il Premio di Italia Nostra Onlus “Sportivi con l’Ambiente” agli organizzatori dell’evento, un meritato riconoscimento attribuito a società o singoli atleti che si distinguono per iniziative di carattere sportivo attraverso le quali viene dimostrata particolare attenzione nei confronti dell’ambiente, rigoroso rispetto del verde (e in questo caso anche… dell’azzurro), sensibilità in tema di tutela e valorizzazione dei beni paesaggistici, storici e monumentali del territorio. La partecipazione è aperta a tutti gli atleti tesserati F.I.N. al costo di 15,00 euro, ma l’adesione è aperta a tutti, basta il certificato medico sportivo e il tesseramento nella categoria amatoriale entro il 12 luglio, la tassa d’iscrizione in questo caso (comprensiva di tesseramento) è di 18,00 euro. La manifestazione, unica nel suo genere in tutta la provincia, richiama un gran numero di partecipanti provenienti da diverse zone del centro-sud d’Italia, grazie all’ottima organizzazione dimostrata nella precedente edizione e alla splendida location: nuotare nelle acque della riserva protetta a contatto con la straordinaria flora e fauna marina è un’esperienza indimenticabile. Inoltre parcheggio, ombrelloni, lettini in spiaggia sono inclusi nella quota d’iscrizione, così come il rinfresco e il “frisa party” che si terrà al termine della gara. Per le iscrizioni e per ulteriori informazioni rivolgersi ai responsabili dell’evento: Elisabetta Vierucci (328.9217237) – Livia Iannarelli (347.0934234), altre informazioni e per le iscrizioni online è possibile visitare la pagina web www.sottosoprabrindisi.it/anuotonelparco2012.htm. In caso di condizioni meteo avverse la gara sarà rinviata al 4 agosto. (Giovanni Membola)


 

 

20 medaglie per la Rari Nantes di Brindisi

Prossimo appuntamento i campionati assoluti di salvamento a Livorno

Ancora una volta il nuoto brindisino torna vittorioso dal confronto con altre società di alto livello nazionale, dopo le ottime prestazioni a livello regionale nei campionati di categoria e assoluti, svolti nella nostra città a febbraio e a marzo. Nei giorni scorsi infatti, presso la piscina comunale di Piedimonte Matese (CE) si è svolta la quarta edizione del “Trofeo della città di Piedimonte” per la specialità del nuoto per salvamento. A portare alto il nome della nostra regione c’erano tre società brindisine. In particolare la Rari Nantes, accompagnata dal nuovo tecnico Ilaria Cassiano - che ha con gioia ereditato l’ottimo lavoro che ha svolto per anni il coach Vincenzo Colucci - si è distinta salendo numerose volte sul podio, portando a casa ben 20 medaglie, e un eccezionale primo posto nella categoria Senior, rappresentata da nomi che figurano nella Rari Nantes e nella Centrosport ormai da anni, come Francesco Ruggiero, Samuel Neglia, Sabrina Cardone e Maura Gloria. Non da meno le prestazioni degli atleti più piccoli, anch’essi pluri medagliati: Andrea Zaccaria, Marco Scigliuzzo, Greta Luisi, Stefania Palmisano, Giulia Giannotti, Sara Benvenuti, Vito Surano, Sara Vetrugno ,Rosanna Ostuni. La squadra sarà impegnata ora nel prosieguo degli allenamenti presso la piscina Marimisti, al rione Sant’Elia, in vista dell’appuntamento più importante della stagione, i campionati Italiani Assoluti di salvamento, che si svolgeranno a Livorno, per i quali Alessio Pepe Esposito, Andrea Zaccaria e Greta Luisi hanno già raggiunto la qualificazione.

© Riproduzione non consentita

 

 

Terzo pallone d’oro a Lionel Messi campione di un calcio pulito

Come lui solo Platinì

Lionel Messi, campione di calcio argentino, attaccante del Barcellona, ha ricevuto per la terza volta il “Pallone d’Oro”, eguagliando così Platinì, attuale Presidente Uefa che in passato ha anche lui ricevuto, appunto tre Palloni d’Oro, quale miglior calciatore in assoluto del mondo e, di questi tempi, si può affermare anche “campione di un calcio pulito”, viste anche le recenti vicende di “calcio truccato” che hanno coinvolto molti giocatori e squadre italiane. Messi, dunque, quale aspirante a migliore giocatore nella storia di tutti i tempi, candidato a ciò con altri grandi calciatori che la storia del calcio ci ha regalato, come il grande Pelè o Maradona. Lionel Messi ha soltanto 24 anni e un simile primato, quello cioè dei tre Palloni d’Oro, lo collocano senza dubbio nella migliore storia del Calcio Mondiale e lo candidano, vista anche la giovane età, in lista per riceverne altri e quindi superare lo stesso Platinì. Un grande ragazzo, un grande campione che può senz’altro fare da esempio per un calcio pulito e giocato, un calcio privo di “intrallazzi disonesti” che deludono tutti quei tifosi che nel pallone mettono tutta la loro passione ed una parte del loro cuore. Messi un campione che fa vergognare chi, invece, “i gol se li compra”! (Federica Pignataro - Brindisi 10 gennaio 2012 - ore 16.00)

© Riproduzione non consentita




Basket: brindisino del quartiere Bozzano, universitario e vice allenatore dell'Armani Jeans Junior
di Milano conquista la Coppa Italia Under 15, seguita dal torneo internazionale di Lugano (Svizzera)

L’Armani Jeans Junior di Milano si aggiudica la Coppa Italia Under 15. Perché su queste pagine? Perché il successo, merito della coppia di allenatori tutta salentina Avantaggiato-Esposito, appartiene anche alla Puglia ed alla città di Brindisi. Parliamo di Paolo Avantaggiato, 33 anni, leccese, già vincitore del Tricolore Under 21 con la stessa squadra e di Marco Esposito, brindisino, universitario a Milano, appena 22enne, ex giocatore nel vivaio del Basket Brindisi e due stagioni in serie C e in serie D in Lombardia alle spalle. Non solo fuga di cervelli, quindi, ma anche fuga di atleti ed allenatori. La città di Brindisi ha sempre offerto un valido contributo al basket nazionale. Dall’indimenticabile Elio Pentassuglia, vincitore della Coppa Korac a Rieti ad Andrea Maghelli che ha conquistato il titolo austriaco, passando per Francesco Binetti, girovago pluripromosso. Ogni paragone appare ovviamente fuori luogo ma il giovane Marco Esposito e la città di Brindisi possono fregiarsi di un importantissimo titolo nazionale ottenuto sul campo dai giovanissimi dell’Olimpia Milano proprio nell’anno in cui la squadra maggiore di Lega A non ha centrato la Final Eight di Coppa Italia e maturato battendo nella finale per l’assegnazione del titolo, la forte Virtus Bologna padrona di casa del torneo. 76-74 il risultato finale al termine di una gara ad alto contenuto tecnico e agonistico. Per la serie: dove non arrivano i grandi, si affermano i piccoli. Una palese dimostrazione che i giovani sono il nostro maggior investimento, che la nostra pallacanestro è di ottimo livello, che il tasso tecnico dei nostri allenatori è eccellente, che la perspicacia e la voglia di emergere di ragazzi come Marco Esposito costituiscono una delle migliori risorse per la crescita dei giovani talenti nostrani. (La Redazione di Basketmilano)


 


Le "farfalle" della nazionale di ginnastica ritmica volano a Londra

Le tre volte campionesse del mondo di ginnastica ritmica si qualificano per Londra 2012

 

Montpellier- Si è concluso oggi il XXXI Mondiale di ginnastica ritmica. La gara, importantissima in quanto qualificazione per le Olimpiadi di Londra 2012, ha visto l’Italia difendere il suo primato.

Un’arena, quella della città francese, tra le più grandi e una pedana rialzata che cattura l’attenzione sulla ginnasta ha accompagnato le ragazze di 23 nazioni per sette giornate di gare, dal 19 al 25 settembre. Nei primi giorni si sono scontrate sul campo le ginnaste individualiste che hanno cercato di piazzarsi entro i primi sedici posti della classifica; l’azzurra Julietta Cantaluppi si è aggiudicata il passaggio diretto a Londra con un punteggio di 105.575.


La sei volte campionessa italiana, dopo un’incerta partenza, grazie alla costanza che l’ha sempre caratterizzata, è riuscita a rimontare e a strappare così il quindicesimo posto.
Le gran vincitrici di questo mondiale comunque sono state le ragazze della squadra azzurra che con delle prestazioni quasi perfette, nella giornata di sabato (nella quale si disputava l’All Round), sono salite per la terza volta di seguito sul gradino più alto del podio.
Le ginnaste dell’Aeronautica militare: Elisa Santoni, Elisa Blanchi, Angelika Savrayuk, Romina Laurito, Andrea Stefanescu e Marte Pagnini hanno raggiunto l’impresa impossibile. Nessuno era riuscito a detenere il titolo di campione del mondo per quattro anni di seguito come queste ragazze.
Nonostante però la bravura delle farfalle (così chiamate per la loro eleganza) nella giornata di domenica i punteggi della giuria sono stati contestati da molti.
Nelle gare di specialità infatti, la squadra Russa ha avuto punteggi molto più alti a discapito di tutte le altre squadre. Il “contentino day” così denominato dai tifosi, ha visto in prima posizione la Russia per l’esercizio alle 5 palle con un punteggio di 28.000; un punto in più rispetto alle nostre azzurre. “Non vedo proprio come ci possa essere un punto tra noi e la Russia avrei capito qualche decimo; anche il pubblico ha sottolineato con i suoi fischi di aver visto un’altra gara. Le Farfalle sono state perfette e la loro esecuzione mi ha davvero emozionato. Sta accadendo la stessa cosa di Mosca 2010, quando, una volta vinto il titolo all-around, ci hanno tappato le ali nelle specialità. Mi auguro che la Federazione Internazionale trovi una soluzione per arginare questi episodi, soprattutto in vista dei Giochi di Londra. Ormai, dopo tre mondiali di fila, l’Italia merita rispetto”. Queste le parole del Presidente FGI Riccardo Agabio.
Durante la premiazione infatti, mentre risuonava l’inno russo, tutta l’arena inneggiava la squadra italiana, ritenendola ancora una volta la regina della ginnastica.
Due argenti alle specialità, un oro alle finali assolute e il consenso del pubblico mondiale, cosa vogliamo di più da queste ragazze? “Testa e cuore” il motto che le accompagna ogni giorno, il motto che le farà volare fino a Londra.
In bocca al lupo farfalle! (Marika Del Zotti - Brindisi 25 settembre 2011 - ore 22.00)

ALBO D’ORO RITMICA AZZURRA AI CAMPIONATI DEL MONDO

ORO
Squadra ritmica (conc. gen.) - Madrid 1975
Squadra ritmica (3 cerchi e 4 clavette) - Baku 2005
Squadra ritmica (3nastrie/2 funi) – Miè 2009
Squadra ritmica (conc.gen.) – Miè 2009
Squadra ritmica (conc.gen.) – Mosca 2010
Squadra ritmica (conc.gen.) – Montpellier 2011

ARGENTO
Squadra ritmica (completo) - Baku 2005
Squadra ritmica (5 nastri) - Baku 2005
Squadra ritmica (3 cerchi e 4 clavette) - Patrasso 2007
Squadra ritmica (5 funi) - Patrasso 2007
Squadra ritmica (conc.gen.) - Patrasso 2007
Squadra ritmica (5 cerchi) – Miè 2009
Squadra ritmica (3nastrie/2 funi) – Mosca 2010
Squadra ritmica (5 cerchi) – Mosca 2010
Squadra ritmica (5 palle) – Montpellier 2011
Squadra ritmica (3 nastri / 2 cerchi) – Montpellier 2011

BRONZO
Squadra ritmica - L'Avana 1971
Samantha Ferrari (clavette) - Atene 1991
Squadra ritmica (3 funi e 3 palle) - Bruxelles 1992


 

 

Il Ferrari club di Brindisi in visita alla fabbrica del cavallino

 

Visita riservata ai soli soci dei club di tutta Italia

 

Scuderia Ferrari Club Brindisi informa che la Ferrari S.p.A. ha organizzato in data 31 ottobre 2010, una visita alla sua fabbrica di Maranello (MO), riservata anche agli iscritti del sodalizio brindisino, e dove vengono prodotte le auto più belle e più veloci del mondo. L’evento, unico ed esclusivo nel suo genere, è rivolto solo ai soci della Ferrari che sono iscritti presso gli Scuderia Ferrari Club di tutta Italia: pertanto, gli interessati possono rivolgersi a Francesco Capodieci (Presidente dello Scuderia Ferrari Club Brindisi) che si occuperà dell’iscrizione. I partecipanti, potranno così visitare gratuitamente la fabbrica e partecipare ai vari eventi che la Ferrari e i suoi Fans Club organizzano nel corso dell’anno.

Una volta iscritti, verrà consegnata direttamente dalla Ferrari la tessera nominativa ufficiale annuale che permetterà di:

- avere uno sconto del 20% si tutti i prodotti Ferrari;
- avere uno sconto del 20% all’ingresso della Galleria Ferrari di Maranello;
- partecipare ai “Ferrari Passion Day” che la Scuderia Ferrari organizza ogni anno prima dell’inizio del nuovo campionato del mondo di Formula 1 dove, si potranno incontrare Fernando Alonso, Felipe Massa, Stefano Domenicali, i collaudatori, ecc. ai quali si potranno chiedere autografi o una dedica particolare ed avere l’onore di percorrere la mitica Pista di Fiorano;
- partecipare al campionato di Kart che la Scuderia Ferrari organizza per ogni Fans Club e disputare, successivamente, la gara finale sulla Pista di Fiorano, luogo dove i migliori classificati avranno l’onore di essere premiati sul podio direttamente da Stefano Domenicali o dai piloti Ferrari.

Un consiglio a tutti gli appassionati della Rossa: se avete la possibilità di iscrivervi, fatelo subito per sfruttare tutte le potenzialità di essere socio della Ferrari e vivere il sapore speciale di far parte di un gruppo unico e vincente come nessun’altro. Per gli indecisi, poi, suggeriamo almeno di provare perché probabilmente la passione arriverà col tempo, durante il quale scoprirete un mondo tutto nuovo e rendendosi conto che la Ferrari è diversa da ogni altro costruttore e le cui auto non sono soltanto un mezzo di trasporto !!!

Vi aspettiamo per una consulenza personale sulla facile modalità d’iscrizione sperando siate in tanti ad apprezzare i nostri sforzi per far sempre più grande lo Scuderia Ferrari Club Brindisi. (Antonio Balestra)

 

 

Atletica leggera

 

 

Atletica leggera, giavellotto: nuova performance per Davide Minelli

Ad ottobre a Jesolo per i campionati nazionali

 

Davide Minelli, il pluri premiato cadetto e astro nascente dell'atletica giovanile regionale e nazionale ha vinto ancora e lo ha fatto conquistando il titolo di campione regionale 2011 realizzando la misura di 45,46 metri con il giavellotto di 600 grammi previsto per la categoria di appartenenza. Giova infatti rammentare che per la categoria Allievi cioè di 16- 17 anni e di 700 grammi, mentre per gli assoluti il peso sale a 800 grammi.

Durante il citato incontro disciplinare, l'atleta ha anche ottenuto la partecipazione ai campionati nazionali cadetti/e che avranno luogo a Jesolo i primi di ottobre.

Chiaramente, il tutto non può non orgoglire la società di appartenenza che lo segue con dinamismo e vera professionalità "La Folgore" di Brindisi.

Davide, con questa ultima performance atletica, si inserisce al 10 posto della classifica generale ma al primo posto tra i suoi coetanei classe 1997. Ora l'obiettivo è arrivare e superare il mito dei 60 metri che sono di sicuro alla portata delle eccellenti capacità di Davide. In bocca al lupo.....
(Giorgio Esposito - Brindisi 21 giugno 2011 - ore 16.00)

© Riproduzione non consentita

 




 

A Brindisi, l'atletica leggera giovanile è targata Davide Minelli

Nuovo record italiano del lancio del peso per il giovane brindisino

 

Tempo addietro, scrivevamo di questo esempio per tutti i nostri giovani e dedicavamo alle sue imprese lo spazio necessario per esaltarne le doti in campo atletico. Ora, ci giunge la notizia che ha addirittura battuto il record nazionale per la sua classe di nascita. Infatti, nelle gare giovanili previste per studenti di scuole medie, il suo lancio del peso (di kg. 4) ha raggiunto la misura di mt. 14,21; una misura che resta la terza a livello nazionale considerando le classi 1996-1997 ma che, rappresenta la prima in assoluto considerando la sola classe 1997 (suo anno di nascita). Questo significa che il giovane Davide Minelli di anni 13, non ha eguali in tutta Italia nel lancio del peso.

Naturalmente, la misura e le opportune verifiche hanno fatto gioire i suoi tanti fans, gli amici e la sua famiglia senza tener conto della gioia indescrivibile dell'allenatore Bruno Stasi e del diretto interessato.

Ci piace rammentare che lo straordinario risultato è stato conseguito nella gara dei campionati provinciali studenteschi rappresentando la scuola media Giulio Cesare-Marzabotto e, con grande orgoglio, la ASD di atletica leggera Folgore Brindisi a cui Davide è legato da un fortissimo senso affettivo.

A margine, segnaliamo anche il primo posto conseguito dalla rappresentativa scolastica maschile, con ultima frazione effettuata da Davide, per la staffetta 4x100, con l'ottimo tempo di 51 secondi e 70 centesimi.

Ora per l'atleta Minelli, si prospetta un futuro di impegni di notevole livello che la sua futura scuola, "l'ITIS Giorgi" di Brindisi, saprà di sicuro apprezzare e stimolare attraverso le tantissime iniziative, anche sportive, che la dirigente Maria Luisa Sardelli e il suo straordinario team collaborativo, ha proposto e riproporrà anche nel prossimo anno scolastico.

In bocca al lupo Davide dalla redazione di Brindisi & Italia News. (Giorgio Esposito - Brindisi 1 aprile 2011 - ore 14.00)

 

© Riproduzione non consentita




 

Atletica leggera a Brindisi: Davide Minelli

I migliori esempi per tutti i nostri ragazzi

 

Difficilmente, in questi periodi di grandi incertezze educative e didattiche, si ha la possibilità d’incontrare un giovane che si possa citare quale esempio per i coetani. L’opportunità ci è stata concessa dal rappresentante del Ministero degli Affari Esteri presso la Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD) Mr. Giampiero Criscuolo che lodava le prestazioni di un adolescente in una disciplina sportiva quale l’atletica leggera di Brindisi.

Non scettici, ma perplessi da tanta veemenza, “Brindisi News” si accerta sui dati e verifica che, difatti, il giovanissimo Davide Minelli, under 13 e studente presso la Scuola Media Marzabotto-Giulio Cesare di Brindisi, ha in brevissimo sbaragliato alcuni record nella sue specializzazioni, quali: il peso (di kg 2) lanciato a 15,70 metri stabilendo il nuovo record regionale della categoria nonché, terza misura assoluta a livello nazionale (la seconda rimane ad un soffio a 16,23 metri).

Inoltre, lo scorso 2 ottobre, nel lancio del “vortex”, attrezzo in gomma dal peso di 150 gr. che imita l'esecuzione del lancio del giavellotto, disciplina in cui Davide si cimenterà dal prossimo anno, ha vinto il campionato regionale individuale con la misura di mt. 55,23.

Ecco, questi sono i migliori esempi che il nostro territorio, così dibattuto su tematiche industriali, occupazionali e sociali, dovrebbe valorizzare per trarre i migliori spunti possibili al fine di crescere anche sportivamente. E, ci piace anche citare l’associazione dilettantistica Folgore di Brindisi che, fondata nel 1946, segue con passione e devozione questi nostri piccoli-grandi atleti. Bravissimo Davide, la nostra testata, così diffusa tra i giovani, saprà e vorrà valorizzare il tuo impegno in questa tua bellissima attività agonistica. (Giorgio Esposito)

 

 

 


Domenica 9 agosto ritorna l’attesissimo Trofeo delle 2 torri

La Gara podistica che nei suoi 12 Km collega Torre Guaceto a Torre Santa Sabina

Si tratta di una gara podistica che copre la distanza di 12 Km con partenza dalla zona umida protetta di "Torre Guaceto" ed arrivo a "Torre S. Sabina", marina di Carovigno (Br). Alla prima edizione erano iscritti ben 3 atleti! La costanza e la tenacia di tutti i componenti "dell'A.S.D. Podistica Carovigno", nel voler credere in questa competizione, hanno fatto in modo che anno dopo anno i partecipanti siano aumentati a dismisura, acquistando sempre di più il consenso della cittadinanza Carovignese. La preparazione dell'edizione 2006 ha permesso all'associazione di acquisire partners per l'accoglienza dei 350 atleti iscritti. Si è assistiti ad una manifestazione degna di essere citata nella stampa di settore per la partecipazione di atleti provenienti da tutta Italia pur essendo a carattere Regionale. Il successo della manifestazione 2007 ci ha visti premiati di quel " salto di qualità ", ottenendo per l'anno 2008, " IL TROFEO DELLE 2 TORRI " manifestazione a carattere Nazionale. Nell'ultima edizione c'è stata una partecipazione di 518 atleti di cui 43 donne, 12 assoluti, 47 da fuori regione e 5 stranieri. La capillare preparazione della competizione sta permettendo all'associazione di operare per una ricettività di atleti e pubblico presente sempre più numeroso. A margine e a gara conclusa si comunicano i nominativi dei vincitori che si possono consultare collegandosi all’indirizzo: http://www.podisticacarovigno.com/trofeo_2_torri.php?lang=italian

Tra i tantissimi che hanno curato l’organizzazione della citata gara ci piace citare Domenico Lanzillotti che, insieme all'atleta Vincenzo Taliento, presta servizio quale tecnico aeronautico presso il valoroso 15° Stormo – 84° Centro SAR di Brindisi. E, vogliamo rammentare anche la partecipazione alla gara di Giuseppe Iaia e Roberto Doria quali encomiabili portatori del messaggio che collega lo Sport all’Aeronautica Militare. A tutti loro, il ringraziamento della nostra redazione per la sempre gradita e apprezzata collaborazione. (Giorgio Esposito - media & comunicazione)


 

Tennis

 


Tennis, conclusi i giochi sportivi studenteschi - fase regionale

C.T. di Mesagne: eccellente accoglienza per atleti, tutor scolastici e familiari

MESAGNE (Brindisi) - Il Liceo Classico "Marzolla" di Brindisi conquista, per l'ennesima volta con un suo studente, il gradino più alto del podio ai giochi sportivi studenteschi di tennis - fase regionale.

Giochi, che dopo essersi conclusi nella fase provinciale con netta affermazione del team dell'istituto, ha visto Massimiliano Monticelli, astro nascente del tennis nazionale, conquistare il prestigioso titolo di campione regionale 2011. Massimiliano, non nuovo a queste eccellenti performance sportive, dedica la vittoria all'intero gruppo tennistico del "Marzolla", costantemente seguito dalla tutor Luisa Torino.


Si sono svolte sui campi in del Circolo Tennis “Dino De Guido” di Mesagne le Fasi Regionali dei giochi sportivi studenteschi di Tennis, divise in due giornate.

Nella prima giornata di Venerdì 29 aprile sono stati effettuati gli incontri tra le rappresentative delle Scuola Medie sia di singolare maschile (Cadetti) che quelle Femminili (Cadette), unitamente gli incontri di doppio m/f.

Grande soddisfazione per la qualificazione nella gara di singolare Cadetti dello studente Dell’Aquila Federico, tesserato con il Circolo Tennis di Mesagne, che ha coronato il suo secondo successo - Campione Provinciale nella precedente Fase e Campione Regionale - battendo il suo coetaneo DE BENEDICTIS Stefano della Scuola Media A. De Gasperi di Corato.
Nel Singolare Femminile, successo della pluripremiata cadetta GIURGOLA Dalila del Circolo Tennis “RM SPORT di Cellino S.Marco”; ha superato nella finale la sua coetnea BRAMANTE Adriana della Scuola Media S.Giovanni Rotondo, con un netto punteggio di 4/0 - 4/2.

La Delegazione Brindisi, nella persona del Presidente Cav. RUGGIERO Francesco, ed unitamente ai rispettivi Maestri dei ragazzi CAFORIO Armando (CTMesagne) e RUGGIERO Raffaele del Cellino, non possono essere più che soddisfatti sia del proprio lavoro e dedizione che la soddisfazione di veder gareggiare le loro future promesse in Campo Nazionale.

La Fase Nazionale, su input del Presidente del Comitato Regionale Puglia Donato Calabrese è stata programmata dalla FIT-Nazionale, unitamente al MIUR e CONI in data 26 e 27 Maggio p.v..

E, in proposito, è già in moto la macchina organizzatrice del circolo De Guido coordinata dal Presidente avv. Alessandro Dell’Aquila e quella del Consiglio Direttivo allo scopo di dare la più ampia disponibilità affinché gli ospiti, provenienti da tutte le rappresentative d’Italia, abbiano a godere di una ottimale ospitalità offerta anche dal nostro territorio.

Nonostante le avverse condi-meteo la seconda giornata Regionale è stata portata a termine sul campo coperto del Circolo Tennis Mesagne.
Alla premiazione sono intervenute Istituzioni locali e rappresentati della FIT-Comitato Regionale Pugliese il Consigliere Dott. Renato Monterisi, in rappresentanza del Presidente Calabrese, ed il Fiduciario Regionale del FUR Sig. Giuseppe Di Mango, il Presidente del Comitato Provinciale del CONI – Dott. Nicola CAINAZZO, nonchè il Dott. Massimo MONTICELLI per le gestione organizzativa scolastica. (Giorgio Esposito - Brindisi 1 maggio 2011 - ore 22.00)

Clicca per visualizzare l'intero articolo e stamparlo







Circuito Nazionale Giovanile FIT by Lotto – Torneo osservato Macroarea Sud 3-10 aprile 2011

Il circolo tennis di Brindisi ospiterà 230 giovani provenienti da tutto il sud Italia

Il Circuito Nazionale Giovanile Fit by Lotto arriva al C.T. Brindisi con le migliori racchette giovanili della Macroarea Sud comprendenti le Regioni di Puglia, Basilicata, Molise, Calabria e Sicilia.
A partire da domenica 3 aprile sino a domenica 10 aprile, sui campi in terra rossa del sodalizio brindisino, avranno luogo le seguenti gare:
- Singolare e doppio maschile Under 10
- Singolare e doppio maschile Under 12
- Singolare e doppio maschile Under 14
- Singolare e doppio maschile Under 16
- Singolare e doppio femminile Under 10
- Singolare e doppio femminile Under 12
- Singolare e doppio femminile Under 14
- Singolare e doppio femminile Under 16

Il Torneo osservato Macroarea Sud – Circuito Nazionale Giovanile FIT by Lotto – in corso sui campi del Circolo Tennis Brindisi volge al termine.
Il Torneo dedicato agli Under 10, 12, 14 e 16 delle Regioni di Puglia, Basilicata, Molise, Calabria e Sicilia nella giornata di ieri ha proclamato i suoi primi verdetti.

Nella categoria Under 14 il titolo maschile è andato al favorito Matteo Giangrande, prima testa di serie ed atleta tesserato per il C.T. Brindisi già tra gli osservati speciali della Federazione nazionale ed impegnato sul circuito europeo. Il brindisino, originario di Squinzano e classificato 4.1, ha messo in mostra tutte le sue qualità ed ha superato in finale Giovanni Narcisi (Puglia) per 6-4, 6-3.

Nel femminile invece il titolo Under 14 è andato a Maria Luisa Zirilli (Sicilia) vittoriosa in finale su Alessia Perrone (Puglia) per 6-4, 6-4.
Tra gli Under 10 in campo maschile il titolo è stato conquistato da Fabrizio Andalorio (Calabria) che in finale si è imposto su Riccardo Trione (Puglia) per 6-1, 5-7, 7-1.
Nell’ Under 10 femminile titolo vinto invece da Alessia Truden (Sicilia) che ha sconfitto in finale Linda Cagnazzo (Puglia) per 6-4, 6-1.
Nel Doppio questi i vincitori dei tornei Under 10 e 14:
Under 10 maschile: Giovanni Macca/ De Camelis Giuseppe (Sicilia)
Under 10 femminile: Linda Cagnazzo/Alessia Truden (Sicilia)
Under 14 maschile: Giovanni Sanci/ Giorgio Salvo (Sicilia)
Under 14 femminile: Maria Cristina Andrisani/ Marta Tagliente (Puglia)

Nella categoria Under 16 maschile il titolo di singolare è andato al siciliano Marco Di Prima, prima testa di serie e giocatore con la migliore classifica presente (3.1), che ha sconfitto in finale la testa di serie n°3 Gabriele Nardelli (Puglia) per 6-4, 6-2.
Nel Under 16 femminile vittoria per la numero 1 del tabellone Annamaria Battista (Puglia, 3.1) che ha sconfitto, al termine di una lottata finale di oltre 2 ore, la numero 2 del torneo Natasha Piludu (Puglia, 3.2) per 4-6, 7-6, 6-4.
Tra gli Under 12 maschile il titolo è stato conquistato dal n°2 Andrea Trapani (Sicilia) vittorioso in finale sul n°1 Alessandro Ingarao (Sicilia) per 6-4, 6-3.
Nell’Under 12 femminile titolo vinto invece da Ludovica Infantino (Sicilia) che ha sconfitto in finale Alice Di Matteo (Sicilia) per 3-6, 6-3, 6-2.
Nel Doppio questi i vincitori dei tornei Under 12 e 16:
Under 12 maschile: Andrea Trapani/ Alessandro Ingarao (Sicilia)
Under 12 femminile: Serena Bonaccorso (Sic.)/Francesca Pannarale (Puglia)
Under 16 maschile: Gabriele Nardelli (Pug)/ Rocco Bordoni (Sicilia)
Under 16 femminile: Annamaria Battista / Natasha Piludu (Puglia)

A seguire si è svolta la cerimonia di premiazione e chiusura della manifestazione condotta dal direttore sportivo del circolo Carlo Faccini. Il direttore sportivo ha sottolineato la perfetta riuscita del torneo a cui hanno preso parte ben 229 giovani tennisti del Sud Italia i quali hanno dato vita ad una settimana di tennis di alto livello coordinati dal giudice arbitro Franco Ruggiero e dal direttore di gara Alberto Ciampa.
A premiare gli atleti sono intervenuti il presidente del Coni provinciale Nicola Cainazzo, l’assessore alla Provincia Enzo Ecclesie e il presidente del circolo brindisino Lino Argentieri.






Tennis, giochi sportivi studenteschi 2011

Competizione riservata a Juniores e Under maschili e femminili ospitata nella
efficiente struttura del circolo tennis di Mesagne

 

Netta affermazione degli studenti del Liceo Classico "Marzolla" di Brindisi
e appuntamento alle fasi regionali del 29 e 30 aprile

 

MESAGNE (Brindisi) - Anche questa fase provinciale dei campionati sportivi studenteschi – tennis, si è conclusa in una cornice ideale quale l’efficiente struttura del Circolo Tennis di Mesagne. Campionati che hanno visto in campo il valore tennistico degli istituti di Brindisi, Fasano e Mesagne. Per la cittadina capoluogo, la parte del leone l’ha svolta il magnifico gruppo del Liceo Classico “Marzolla” seguiti da una tutor che li ha sempre spronati lungo il percorso dei campionati, Luisa Torino che li segue da tre anni e ci tiene a sottolineare, “è importante che questo affiatamento continui anche oltre questo evento per conto personale dei ragazzi e anche dell’istituto scolastico che rappresentiamo e a cui dedichiamo le nostre euforiche vittorie” (Allievi - singolare maschile e squadra maschile; Juniores – singolare femminile. n.d.r.).

Euforia che trasmette anche Riccardo Mazzara (1A) di cui cogliamo qualche riflessione a bordo campo: "vittoriosi, ma è importante evidenziare che il tutto si è realizzato anche perché abbiamo raccolto l’invito a partecipare del nostro leader carismatico nel settore tennistico, Massimiliano Monticelli." Importanti, sono anche la vittorie, nello stesso torneo, di Federica Faggiano e Chiara Cerasino nei campionati Juniores.

Intanto, i risultati raccontano che Massimiliano si è imposto nella finale con un netto 4-2, 4-1 mentre la squadra da lui capitanata ha sancito un rigoroso 4-0, 4-1 agli antagonisti del Liceo Scientifico di Mesagne. Appuntamento per tutti, alle finali del 29 e 30 aprile.

Giusto, quindi, citare tutti gli appartenenti al Team: Juniores: Federica Faggiano, Mario Consales, Chiara Cerasino.
Allievi: Giorgia Schiavone, Enrica Vitale, Teresa Romanelli, Giulia Pugliese, Roberta Balsamo, Fabiano Macchitella, Antonio Ditano, Massimiliano Monticelli, Alessandro Marino, Mattia Millucci, Riccardo Mazzara.
(Giorgio Esposito - Brindisi 6 aprile 2011 - ore 14.00)






La Scuola media Materdona-Moro di Mesagne domina nel tennis studentesco

Si sono svolte c/o il Circolo Tennis Dino De Guido di Mesagne, le fasi Prov.li dei Giochi Sportivi Studenteschi di Tennis.
Divise in due giornate, di qualificazione il 31/03 e di finale il 06/04, i tennisti delle varie Scuole di 1° e 2° grado si sono affrontati nelle categorie di singolare ed a squadre.
I tennisti mesagnesi della Scuola Media “ Materdona-Moro “ , non hanno deluso le aspettative e cogliendo l’occasione di giocare in casa (nel proprio Circolo), hanno sbaragliato il campo nella loro categoria Cadetti -maschile.
Si sono prima imposti nella classifica a squadre vincendo in finale contro un’ottima scuola media Salvemini Virgilio Brindisi, presentando una formazione composta da Dell’Aquila, Pagliara e Rosato ed il doppio
( Dell’Aquila – Pagliara ).
Nell’individuale con l’aggiunta di Gabriele Valentini hanno dominato la categoria; infatti tre dei quattro semifinalisti erano della Sc. Materdona –Moro. La finale fra Dell’Aquila e Pagliara combattuta e spettacolare, ha visto laurearsi Campione Prov.le di Catregoria Dell’Aquila Gabriele battendo il suo compagno rivale in due set 4-1 - 4-2.
Gli alunni della scuola media mesagnese per la soddisfazione del Dirigente scolastico Dott.ssa Maria Santina Faggiano Semeraro, sensibile e pronta all’iniziative di carattere sportivo programmate dagli Insegnanti di Educazione Fisica Prof. Antonio Scoditti e del Prof. Cosimo Martinelli, tenteranno l’impresa di qualificarsi alle fasi Nazionali, anche perché sarà il Circolo Tennis Dino De Guido di Mesagne ad accollarsi l’onore e l’onere di organizzare sia la fase Regionale Venerdi 29 Aprile che quella Nazionale.



Liceo "Fermi" di Brindisi

L'ITIS " Giorgi" di Brindisi

Liceo/ITIS "Majorana" di Brindisi

 






Tennis, coppa d'inverno a squadre femminile

Conclusosi il torneo con l'ottima affermazione del CT di Erchie nel femminile
e del CT di Brindisi nel Maschile


Il 30 dicembre, ospiti delle magnifiche strutture del Circolo Tennis di Cellino San Marco (Brindisi) è stata giocata l’ultima partita di tennis del torneo “coppa d'inverno a squadre”, a girone unico, andata e ritorno a cui erano iscritti C.T. Cellino San Marco, C.T. Erchie , C.T. Maglie, C.T. Cutrofiano. Il risultato sul campo di gioco ha visto quale prima classificata Maglie e seconda classificata Erchie. Buono, anche il rendimento del team composto da Dalila Giurgola, Eleonora Gatto e Beatrice Tommasi, allenate dal maestro Raffaele Ruggiero.

Le prestazioni tecnico tennistiche della squadra di casa sono state reputate eccellenti se si considera il valore delle squadre avversarie in cui si sono denotate classifiche ben superiori alle altre partecipanti. Con grande sacrificio e spirito agonistico, nonostante alcune debilitazioni naturali che hanno causato pregresse perdite di allenamento, le rappresentanti di casa hanno lottato imponendosi con carattere. Un impegno che incoraggia a proseguire la crescita sportiva, soprattutto, per il notevole contributo di Dalila Giurgola in odore di nazionale. (Eleonora Gatto)




 

Al circolo Tennis di Ostuni l'organizzazione della Coppa d’inverno 2010/2011


Un giusto riconoscimento a chi opera sul territorio per fare buon Tennis

 

Il Circolo Tennis di Ostuni è stato designato dalla Federazione Italiana Tennis, quale sede della Tappa finale nazionale che si disputerà dal 6 all’ 8 dicembre 2010 sui nuovi campi coperti.

L’evento è il più importante campionato a squadre giovanile riservato agli atleti maschili e atlete under/14 e Under/15. La predetta competizione vedrà impegnate le squadre dell’Abruzzo, delle Marche, del Piemonte e della Puglia, che si affronteranno in sfide di 6 incontri ciascuna in un girone all’italiana. Saranno in lizza i più promettenti tennisti italiani.

La manifestazione è attesa con trepidazione ed entusiasmo dagli appassionati del tennis poiché la Puglia, come si sa, è detentrice della Coppa Belardinelli, la più importante manifestazione italiana a squadre Under/12 e Under/13, laddove lo stesso Piemonte è stato finalista della medesima.

Quest’anno, il Comitato Provinciale FIt-Brindisi è orgoglioso di aver ottenuto – grazie all’apporto del Comitato Regionale Pugliese – manifestazioni di grido nel proprio ambito quali i Campionati Italiani a Squadre e Individuali svoltisi al Circolo Tennis di Mesagne.

L’assegnazione del Campionato *Coppa d’Inverno* al Circolo Tennis di Ostuni, corona ampiamente il successo delle attività agonistiche nella Provincia e, un vivo grazie va rivolto a tutti i Dirigenti, Tecnici ed atleti che hanno dato e daranno il loro apporto, nella certezza di ulteriori soddisfazioni.

La manifestazione sarà preceduta da una conferenza stampa che si terrà al Circolo Tennis di Ostuni il giorno 4 Dicembre 2010 alle ore 10.30, alla presenza delle maggiori Autorità civili e sportive locali e Provinciali.
La premiazione avrà luogo alle ore 15 dell’8 dicembre 2010.

Siamo in attesa di conoscere i nominativi dei nostri atleti che scenderanno in campo e gli atleti delle rimanenti Regioni.
Il Presidente del Circolo Tennis di Ostuni dott. Gianluigi Spennati, unitamente al Comitato Organizzatore si stanno prodigando nei lavori di approntamento tecnico-organizzativi.
Evento seguito da Francesca Tammone.






 

Telethon al Circolo Tennis "De Guido" di Mesagne


Quando lo sport sposa la solidarietà


 

Si è conclusa, sui campi in terra rossa del Circolo Tennis "De Guido" di Mesagne, la quarta tappa del Circuito Regionale di 4^ categoria BNL - Telethon. Ad aggiudicarsi le gare in programma sono stati Vitoantonio D'Aprile del C.T. Erchie, Maria Cristina Andrisani del C.T.Matera ed Antonio Caramia del C.T. Mesagne. La tappa brindisina del Circuito BNL - Telethon ha visto una numerosa partecipazione con circa 65 iscritti totali, una delle più numerose. Si sono visti sui campi di Contrada Palmitella incontri belli, combattuti e con un livello tecnico elevato: basti pensare che erano presenti ben 3 4.1, 3 4.2 e numerosissimi 4.3. La finale del tabellone NC maschile, e disputata martedì sera, ha visto la vittoria finale del tennista del C.T.Erchie Vitoantonio D'Aprile, che si è imposto, in una partita senza storia, sul triggianese Giovanni Scannicchio col punteggio di 60 62. Nella gara femminile, sorpresa in semifinale, dove, la prima favorita del torneo Giusi Zigrino cede, costretta da un infortunio, alla più giovane tennista brindisina Federica Meo. La finale, dunque, vedeva di fronte due giovanissime contendenti, Federica Meo e la materana Maria Cristina Andrisani , entrambe Under 14. Ad avere la meglio è stata quest'ultima che si è imposta nettamente col punteggio di 61 62 e bissa la vittoria della tappa foggiana. Infine, il tabellone di 4^ categoria maschile vedeva opposti, nell'incontro più importante, i primi due favoriti del seeding mesagnese, Antonio Caramia del circolo ospitante, e Ivan DeNitto, maestro del C.T.Ostuni, entrambi classificati 4.1. L'incontro ha avuto sin da subito un andamento favorevole al tennista di casa che ha continuato a tenere testa al ritorno del maestro ostunese nel secondo set. Lo score in favore di Caramia è stato di 60 62. Soddisfazione per l'ottima riuscita della manifestazione da parte dei responsabili Telethon, BNL, FIT e del "De Guido", i quali sono da sempre sensibili a raccogliere l'invito da parte di qualsiasi fondazione che opera per la ricerca scientifica. Ricordiamo che il Telethon aiuta e finanzia la ricerca contro la distrofia muscolare e le altre malattie genetiche da 20 anni. Numerosa, nonostante il giorno feriale, la partecipazione alla cerimonia di premiazione alla quale hanno preso parte i responsabili BNL, il Dott. Bruno Ingrosso e il Dott. Dario Marangio, il coordinatore Telethon per le province di Brindisi e Taranto, il Dott. Franco Cappelli e, in rappresentanza del club ospitante, il Sig.Mario Nacci e il Dott.Sergio Greco, rispettivamente Vicepresidente e Direttore Sportivo del "De Guido". Un ringraziamento particolare, infine, a chi ha permesso lo svolgersi della manifestazione, nonostante i giorni di pioggia: il Giudice Arbitro Luciano Caforio e il G.A.C. Marcello Morobianco. Evento seguito da Francesca Tammone.






 

Assegnati a Brindisi i Campionati Italiani studenteschi 2010

Circolo tennis Brindisi 6 - 9 ottobre 2010

Visualizza il programma




 

Campionati Italiani individuali under 16 femminili - Anno 2010

Circolo tennis Mesagne (Brindisi) 3 - 12 settembre 2010

Tennis, che passione!
Intervista a Lorenza Stefanelli, brindisina e astro nascente del tennis nazionale
Servizio di Francesca Tammone.....






 

Campionati Italiani individuali under 16 femminili - Anno 2010

Circo tennis Mesagne (Brindisi) 3 - 12 settembre 2010

 

Tennis: campionati nazionali femminili
Camilla Rosatello si aggiudica il titolo

Organizzazione perfetta per il CT di Mesagne


Servizi di Giorgio Esposito e Francesca Tammone.....


Clicca sul banner per visualizzare il programma

 

 

Elezioni Consiglio Direttivo al CEDAS AVIO Brindisi

 

Giorno 6 e 7 luglio 2010, si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo del CEDAS Avio di Brindisi sito in Via Pellizza da Volpedo – Rione S. Elia; le nuove figure che lo compongono sono le seguenti:

CONSIGLIO DIRETTIVO

- Cosimo Guadalupi (Presidente)

- Domenico Giannoccaro (vice Presidente)

- Cosimo Palmisano (Consigliere)

- Marco Marinaro (Consigliere)

- Claudio Quarta (Segretario)

DELEGATI DI SEZIONE

- Giovanni Sirena (Delegato Basket)

- Domenico D’Aria (Delegato Tiro a segno)

- Ettore Calì (Delegato Calcio)

- Cosimo Montanaro (Delegato Tennistavolo)

RIFERIMENTO FIT (Federazione Italiana Tennis)

- Fabio Ruggiero (Direttore Tecnico)

 





Iniziati i Giochi sportivi studenteschi di Tennis 2010 – Fase Regionale


Nello stupendo scenario del Circolo tennis di Brindisi, hanno avuto inizio le finali regionali dei Giochi sportivi studenteschi che vedono impegnati gli studenti appassionati di questa disciplina sportiva così avvincente e ricca di entusiasmo giovanile.

Nella mattinata di giovedì si sono incontrati i giovani delle scuole medie "Pascoli" di Tricase, "Virgilio-Salvemini" di Brindisi e "Manzoni" di Cellino San Marco, da cui sono risultati vincitori:

Singolare maschile - Vittorio Belz della scuola media Salvemini-Virgilio di Brindisi
Singolare femminile - Dalila Giurgola della scuola media Manzoni di Cellino San Marco
Squadre maschile - Scuola media Salvemini-Virgilio di Brindisi
Squadre femminile - Tricase


Venerdì si sono svolti gli incontri che hanno visto partecipare gli studenti delle scuole medie superiori di:
Molfetta, Bisceglie, Taranto, Lecce, Mesagne e Brindisi (Squadra Liceo Classico "Marzolla") e da cui sono risultati vincitori accedendo alla fase nazionale:

Allievi Maschili - Massimiliano Monticelli del Liceo Classico "Marzolla" di Brindisi
Squadra Maschile -
Liceo Scientifico di Bisceglie

Allievi Femminili - Claudia Pellegrino del Liceo Scientifico di Bisceglie
Squadra Femminile - Liceo Scientifico di Bisceglie

Juniores Maschile - Davide Spina dell'Istituto Tecnico "Ferdinando" di Mesagne
Squadra Maschile
- Istituto Tecnico "Ferdinando" di Mesagne

Juniores Femminile - Gabriella Massari del Liceo Tecnologico "Majorana" di Brindisi

Squadra Femminile -
Liceo Classico "Marzolla" di Brindisi

(Faggiano Federica - Sciarra Sabrina - Cerasino Chiara - Docente Resp. Prof.ssa Torino Luisa)


Approfondimento: dal 29 al 30 Aprile 2010 si sono svolti al circolo tennis di Brindisi, le fasi regionali dei Giochi sportivi studenteschi 2009/2010. Gli incontri sono stati preceduti una settimana fa dalla fase provinciale e i vincitori degli attuali due turni approdano agli incontri nazionali. Il 30 aprile hanno partecipato a questi Giochi le scuole medie superiori divisi in: Allievi Maschile, Allievi Femminile, Juniores Maschile e Juniores Femminile. Gli incontri sono stati divisi in singolari e a squadra.

Tutti gli incontri sono stati seguiti, oltre che da docenti accompagnatori e genitori dei ragazzi, anche da un caloroso pubblico esperto che ha spronato i giocatori in campo a dare il meglio di se.

Alle premiazioni hanno partecipato: il Presidente del Circolo Tennis Brindisi Dott. Angelo Argentieri, il Presidente del C.O.N.I Dott. Nicola Cainazzo, il Presidente F.I.T. di Brindisi Franco Ruggiero, Massimo Monticelli responsabile coordinatore del settore scuola. Un plauso agli organizzatori della manifestazione Franco Ruggiero, Riccardo Fanuli e Massimo Gatto.

Il tutto, avvenuto in una location, quella del circolo tennis di Brindisi, accogliente e ben strutturata. Essa, presenta al suo interno numerosi campi all’aperto ma anche al coperto, sia di cemento che su terra. Completano l’offerta sportiva, anche campi da pallavolo e calcio. (Sonia Sardanelli)




 

Affermazione del team del Circolo Tennis di Brindisi

In palio il titolo regionale per le categorie di appartenenza

La squadra di Serie C del Circolo Tennis Brindisi composta da V.Tarlo, B. Ciampa, U.Cervellera, M.Monticelli e G.Pinto, e quella Over55 composta da A. Rizzo, M. Randino, S. Stefanelli, C. Faccini e E. Ecclesie si sono qualificate alla fase finale Regionale. Le due formazioni, ognuna nella sua categoria, si contenderanno il Titolo Regionale e l’accesso alla fase finale Nazionale (due posti). Questi gli incontri previsti: per la Serie “C” CT Brindisi-TC Foggia e per l’Over55 CT Brindisi-CT Bari. Pertanto, gli appassionati di questo sport sono invitati per domenica 25 aprile, ingresso gratuio, ad assistere agli incontri. Queste le formazioni: Serie “C” CT Brindisi: Tarlo Vito 2.8, Ciampa Alberto 3.3, Cervellera 3.3, Monticelli 3.4, Pinto 4.3. TC Foggia: Manzarbeita 2.2, Di Vuolo 2.3, Benedicti 2.3, Luque Velasco 2.5, Nobile 2.7. Over55 CT Brindisi: Rizzo Angelo 4NC, Randino Mariano 4.5, Stefanelli Sandro 4NC, Faccini Carlo 4NC, Ecclesie Vincenzo 4NC, CT Bari: D'Ambruoso Vito Michele 4.1, De Duro Nicolò 4.1, Capocasale Nicola 4.2, Leo Francesco 4.4, Magaletti Nicola 4.5, Colaluca Luciano 4NC.










Mercoledì 13 gennaio presso il Circolo Tennis di Brindisi
Riunione Commissione Tecnica Regionale – Raduno interprovinciale

 

 

 

Mini Tennis presso la scuola Manzoni di Cellino San Marco

Nuovo appuntamento con l’educazione sportiva, in particolare con il mini – tennis, promosso dal Circolo Tennis di Cellino San Marco che ha voluto incontrare i giovanissimi studenti della scuola primaria “Istituto Comprensivo A. Manzoni” di Cellino San Marco.
Sabato 7 e sabato 14 novembre infatti, durante la mattinata, si è svolta la manifestazione che ha visto coinvolti i maestri del circolo tennis brindisino e le classi della scuola, dando così l’opportunità ad oltre 200 bambini di familiarizzare con il tennis.
Nelle poche ore a disposizione, il team del Circolo Tennis, coordinato dal maestro Raffalele Ruggiero, ha illustrato le metodologie della disciplina sportiva e scambiato alcuni palleggi con tutti gli scolari. Tanto l’entusiasmo dei bambini che hanno apprezzato l’iniziativa.
Il Circolo tennis Cellino San Marco ringrazia la Preside Clara Bianco, la segreteria e tutti i professori della scuola per l’occasione data allo staff dei maestri del circolo tennis Cellino San Marco di presentare il “Mini-Tennis” nella scuola. Inoltre si ringrazia la Delegazione Provinciale di Brindisi della Federazione Italiana Tennis per aver collaborato durante l’organizzazione dell’evento sportivo.

Comunicato stampa – C.T. Cellino San Marco

 

 

Brindisi, scuola, tennis: un trinomio diventato realtà
Proprio nella nostra città le Finali Nazionali dei Giochi Sportivi Studenteschi di Tennis


“Grazie, Flavia: sei l’orgoglio di Brindisi nel mondo”: questa la frase sul grande poster di Flavia Pennetta all’entrata del Circolo Tennis della nostra città. E la tennista italiana più valida nella storia del tennis ci ha reso orgogliosi davvero, conquistando faticosamente, quest’estate, il nono posto nella classifica mondiale. Ma noi suoi concittadini dobbiamo esserle grati per un motivo in più: è infatti per il suo talento, per la sua fama e per la sua straordinaria abilità, che la scelta della sede della fase finale nazionale dei Giochi Sportivi Studenteschi di Tennis è ricaduta proprio su Brindisi, sua città natale. Un avvenimento straordinario, che ha richiesto la collaborazione di centinaia di persone, ma che è diventato realtà proprio in questi giorni. Stamattina, decine e decine di studenti, provenienti da ogni regione d’Italia, hanno sfilato attorno a uno dei campi del Circolo Tennis e cantato l’Inno Nazionale, in una breve ma festosa cerimonia d’apertura. Brevemente ha anche parlato il sindaco, Domenico Mennitti, il quale, emozionato, non ha potuto fare a meno di citare nel suo discorso la cittadina che ha reso onore a Brindisi in tutto il mondo. Purtroppo assente, invece, tra gli ospiti d’onore, il nostro Ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini, la quale però, in una lettera, letta dal suo rappresentante Francesco Capobianco, direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale, ha ribadito l’importanza dello sport nella formazione di ciascun ragazzo. E’ risaputo infatti che lo sport insegna a sfidare se stessi, a raggiungere con tenacia i propri obiettivi, a gioire delle vittorie così come ad accettare le sconfitte. E benché il tennis sia uno sport individuale, gli atleti che in questi giorni si sfideranno dovranno essere abili anche nel gioco di squadra: infatti, sarà premiata anche la regione che otterrà i migliori risultati. Non ci resta che aspettare l’esito delle partite che si svolgeranno dal primo pomeriggio di oggi fino a sabato, nella speranza che la squadra della Puglia si dimostri brillante. Forse ancora una volta un brindisino potrebbe portare in alto il nome della nostra città: sono infatti due i ragazzi in gara, allievi entrambi del Liceo Classico “Benedetto Marzolla”, pronti a destreggiarsi con la racchetta. E, si spera, a renderci orgogliosi ancora.
(Francesca Tammone)




RISULTATI FINALI

CLASSIFICA A SQUADRE MASCHILE


1. FRIULI V.G. - L.S. OBERDAN TRIESTE – DI LENARDA, ZACCHIGNA, GUERTCHE
2. LAZIO – L.S. TALETE ROMA – BERGAMO, SACCHI, CASAMASSIMA
3. PUGLIA – L.S. DA VINCI BISCEGLIE – MONTERISI, LOGOCUSO, PAPPALETTERA
4. VENETO – I.I.S DA VINCI ARZIGNANO – ZANIN, FARINON, FANTUZ

CLASSIFICA INDIVIDUALE MASCHILE

1. PUGLIA – MONTICELLI MASSIMILIANO – L.C. MARZOLLA BRINDISI
2. ALTO ADIGE – DE MENECH ALESSANDRO – L. TORRICELLI BOLZANO
3. FRIULI V.G. - DI LENARDA LUCA – L.S. OBERDAN TRIESTE
4. VENETO – ZANIN MARCO – I.I.S. DA VINCI ARZIGNANO

CLASSIFICA A SQUADRE FEMMINILE

1. PUGLIA – L.S. DA VINCI BISCEGLIE – PELLEGRINO RIZZI, MARTUCCI
2. VENETO – L.S. FRACASTORO VERONA – SPINALE, TRUZZI, ZANINI
3. LAZIO – L.C. TURRIZZIANI FROSINONE – ARCHILLETTI, ALTOBELLI, MACERON
4. UMBRIA - - CONOCCHIA, STACCHIOTTI, MANCINI

CLASSIFICA INDIVIDUALE FEMMINILE

1. ALTO ADIGE – MORELLO ERICA – L.S. TORRICELLI BOLZANO
2. MARCHE – BASSI CARLA – I.T.I.S. CORRIDONI CAMPA OSIMO
3. PUGLIA – FAGGIANO FEDERICA – L.C. MARZOLLA BRINDISI
4. LAZIO – ARCHILLETTI ANNA CARLA – L.C. TURRIZZIANI FROSINONE



 

Pallavolo