"Giorgi News" - il web-journal dell'ITT "Giorgi" di Brindisi

Aggiornato da docenti e studenti - 2016-2017
Realizzazione e coordinamento giornalistico:
Brindisi & Italia New
ittgiorgi.redazione@brindisinews.com
Redazione web

In queste pagine, si è fatta naturalmente molta attenzione alla protezione dei minori, di nessun alunno, infatti, la pubblicazione di nome e foto è fine a sé stessa ma serve ad illustrare le attività didattiche, momenti ed esperienze particolari (conferenze, attività sportive etc.). Le foto di minori sono sottoposte a discipline specifiche di tutela e per questo motivo non possono in nessun caso essere riprodotte in altri spazi. Per rispondere alle nuove normative sulla privacy e sulla tutela dei minori, in casi particolari sarà richiesta una liberatoria. Ciò nonostante, chiunque può richiedere l'eliminazione di contenuti che lo riguardano inviando una mail a: redazione@brindisinews.com - telefonando al 334-6058875.
Coordinamento comunicativo: Ersilia Meo

L’ITT “Giovanni Giorgi” di Brindisi vince la gara nazionale di robotica, RoboCup Jr, e si aggiudica la partecipazione ai campionati internazionali in Giappone

BRINDISI (Italy) - Un altro strepitoso successo per il “Giorgi” di Brindisi che si è aggiudicato il primo posto alle gare nazionali di robotica tenutesi a Foligno dal 4 al 6 maggio. Le squadre del “Giorgi”, Team Giorgi 1 e Team Giorgi 2, hanno gareggiato contro altre 65 provenienti da tutta Italia. Il primo premio consente a Davide Mazzotta, Vincenzo Turco e Cristian Sconosciuto della 4° A indirizzo automazione partiranno il possimo 27 luglio per Nagoya in Giappone.


Dopo il clamoroso successo dei giorgini a Roma, dove, in aprile, hanno strappato il titolo nazionale alla RomeCupJr 2017, Davide Mazzotta, Vincenzo Turco e Cristian Sconosciuto della 4° A indirizzo automazione, guidati dai proff. Diego Brando, Giuseppe Sarcinella e Antonio Bari, partiranno il possimo 27 luglio per Nagoya in Giappone.

A gareggiare con loro un robot, costruito a scuola con la tecnologia Arduino, che grazie a sensori a infrarossi e a ultrasuoni è riuscito a superare le diverse prove previste dal campionato per la categoria Rescue Line Under 19. La seconda squadra, Team Giorgi 2, si è guadagnato il quarto posto grazie alle abilità dei giovani Alessandro Rizzo, Antonio Battipaglia, Kevin Panna e Luna De Nitto, studenti della 3B e D indirizzo automazione.

Sono tanti gli studenti del “Giorgi” che si dedicano alla robotica, grazie a progetti curriculari ed extracurriculari ideati ad hoc dai docenti, perché questa disciplina aiuta i ragazzi a sviluppare le competenze tecniche che presto saranno chiamati a padroneggiare e dimostrare in campo lavorativo o all’università. Sono, infatti, tanti i giorgini che ormai si iscrivono all’università portando brillantemente a termine gli studi accademici.

Riproduzione non consentita ©

 



Gli studenti dell’ITT GIORGI di Brindisi al "Progetto Lauree Scientifiche" dell’Università del Salento
Il corso riguardava la fisica dei fenomeni elettromagnetici con approfondimenti e sperimentazioni

BRINDISI (Italy) - Cinque studenti della nostra scuola: Gabriele Iaia (4BM); Francesco Antonucci, Marco Zonno (4AE); Fabio Magrì (4AA) e Lorenzo De Carlo (5AI), hanno partecipato al progetto lauree scientifiche in collaborazione con il dipartimento di Fisica dell’Università del Salento di Lecce, assieme ad altre tredici scuole della provincia di Lecce, Brindisi e Taranto. Il progetto lauree scientifiche nasce da un accordo tra il ministero dell’istruzione e i d presidi delle facoltà di scienza e tecnologia. Gli obiettivi sono la diffusione della cultura scientifica, l’incoraggiamento ai giovani ad intraprendere lo studio delle discipline scientifiche e il miglioramento delle possibilità di orientamento.


Il corso, al quale hanno preso parte i nostri studenti, riguardava la fisica dei fenomeni elettromagnetici e, attraverso lo studio, la progettazione, la realizzazione di cinque esperimenti, gli studenti hanno potuto approfondire argomenti e tematiche quali: campo elettrico in un liquido, carica e scarica di un condensatore, induzione elettromagnetica, moto di cariche in campi elettrici e magnetici. I corsisti sono stati seguiti dai docenti universitari proff. Andrea Ventura e Luca Girlanda, responsabili del progetto, e dai professori Anna Maria Valvetri e Vittorio Fasiello, docenti di fisica del Giorgi. Al termine delle attività sperimentali i ragazzi hanno stilato cinque relazione sulle attività laboratoriali svolte. Il lavoro esposto, nel corso della manifestazione conclusiva del progetto lauree scientifiche il giorno 11 Aprile presso il dipartimento di Fisica dell’Università di Lecce , riguardava lo sudio della scarica di un condensatore. I nostri studenti si sono distinti per preparazione e serietà durante tutto il progetto.

Riproduzione non consentita ©

 



Congruo bottino per l’ITT “Giovanni Giorgi” di Brindisi al Robocup Jr.
Primo premio all’ XI Trofeo Internazionale città di Roma e primo e secondo posto alla fase regionale

BRINDISI (Italy) - Struttura in metallo dal cuore umano i robot delle tre squadre dell’ I.T.T. “G. Giorgi” che a Roma hanno preso parte alla RomeCupJr 2017 e a Bari alla fase regionale della Robocup Jr per la categoria Rescue. La RomeCup e la RoboCup Rescue sono competizioni internazionale il cui scopo è quello di incoraggiare lo sviluppo e la ricerca tecnologica nel salvataggio di esseri umani in strutture danneggiate da terremoti, fiamme, incidenti e così via. Questi i nomi dei partecipanti alla RomeCup: Vitale Matteo - 5EA (caposquadra), Finizzi Marco -4AA, Conserva Gabriele - 3BI.


Alla fase regionale, invece, il “Giorgi” ha gareggiato con due squadre: Team Giorgi 1 composto daTurco Vincenzo, Mazzotta David e Sconosciuto Christian, tutti studenti della 4AA, eTeam Giorgi 2 composto da De Nitto Luna, Panna Kevin della 3BA, e Rizzo Alessandro e Battipaglia Antonio della 3DA. Coordinatore del progetto di robotica è il prof. Diego Brando, che, coadiuvato dal prof. Giuseppe Sarcinella, ex docente del “Giorgi” ha reso possibile il raggiungimento di tali risultati ambiti. Competizioni al cardiopalma, non fosse altro perché, durante le gare, vengono preparate degli scenari che riproducono l'interno di edifici colpiti da terremoti o incendi. Ogni squadra in gara presenta uno o più robot che dovranno esplorare l'ambiente in modalità autonoma.

Lo sviluppo di robots in grado di agire in maniera autonoma ed esplorare tali ambienti, individuando le eventuali vittime, è una sfida interessante, in quanto coinvolge aspetti quali la mappatura dell'ambiente, la localizzazione del robot, l'individuazione degli ostacoli e delle vittime e la necessità di predisporre una modalità di esplorazione completamente autonoma in caso di impossibilità di comunicare col robot.

Riproduzione non consentita ©

 



Il prestigioso Istituto Tecnico "Giorgi" presenta l'esclusivo "Short master in CYBER SECURITY"
L'evento "formare professionisti in Cyber Security" sarà presentato lunedì presso l'aula magna alle ore 11.30


BRINDISI (Italy) - Nasce dalla collaborazione tra il Dipartimento di Informatica dell’Università di Bari (www.di.uniba.it), l’I.T.T. G. Giorgi di Brindisi (www.ittgiorgi.gov.it) e il gruppo industriale OmnitechIT (http://omnitechit.eu), leader italiano nell’ambito della Cyber Security.

L’economia e i servizi di welfare di un paese avanzato, ormai si poggiano su infrastrutture e servizi erogati tramite il cyberspace, quell’insieme di reti, protocolli e applicazioni informatiche eterogenee e interconnesse che ci circonda. Incidenti informatici che impattino tali infrastrutture e servizi possono avere conseguenze economiche molto rilevanti, a livello di nazione, di imprese e di singoli cittadini. Tali incidenti non investono solo il piano cibernetico, possono infatti partire da questo per poi arrivare ad avere impatti sulle infrastrutture fisiche, provocando indisponibilità` di servizi anche essenziali e quindi perdite economiche, fino a possibili perdite umane. Gli incidenti possono essere naturali o provocati da terroristi, cyber criminali, attivisti o da nazioni straniere.

Negli ultimi tempi l’opinione pubblica e` stata esposta a numerosi casi eclatanti di attacchi cyber, alcuni anche con effetti importanti (terrorismo, operazioni di spionaggio, operazioni militari). Anche le piccole e medie imprese cominciano a comprendere che esiste un problema che potrebbe coinvolgerle, non sempre pero` capendo che le conseguenze potrebbero essere disastrose. Il livello di consapevolezza e` aumentato di conseguenza e ci si inizia a domandare quale sia il proprio livello di preparazione sul tema e, soprattutto, è iniziata oramai da tempo la ricerca di figure professionali capaci di affrontare tali problemi con professionalità e consapevolezza.

L’obiettivo di questo short master è formare professionisti in Cyber Security, quell’insieme di pratiche che consente a una entità` (ad esempio, organizzazione, cittadino, nazione ecc.) la protezione dei propri asset fisici e la confidenzialità`, integrità` e disponibilità` delle proprie informazioni dalle minacce che arrivano dal cyberspace. L'intervento formativo punta a dare ai discenti una panoramica a tutto tondo sulla sicurezza spaziando dalla sicurezza di rete a quella applicativa sino a toccare temi come le vulnerabilità, i meccanismi di accesso ed autenticazione e la crittografia.
Più in dettaglio il corso è organizzato in sette moduli formativi, di seguito elencati, ognuno dei quali prevede sia lezioni frontali che attività di esercitazione e laboratorio supervisionate:

Modulo 1 - Sicurezza di Rete - Tecniche Offensive
Modulo 2 - Sicurezza di Rete - Tecniche Difensive
Modulo 3 - Sicurezza di Rete - SIEM (Security Information and Event management)
Modulo 4 - Sicurezza Applicativa in ambiente Web
Modulo 5 - Sicurezza Applicativa in ambiente Desktop
Modulo 6 - Sicurezza Applicativa in ambiente Mobile (Android)
Modulo 7 – Vulnerability, Mitigation and Access Control Management

Lo Short Master in Cyber Security è solo una parte di un percorso ben più ampio che prevede:
1) short master 100 ore
2) stage aziendale di massimo 300 ore presso il gruppo Omnitech
3) assunzione all’interno del gruppo Omnitech.

Resta inteso che:
- allo stage accederanno coloro che durante il master si saranno distinti per capacità e risultati. A tal proposito farà fede la votazione conseguita nella prova di fine master a cui saranno sottoposti i frequentanti;
- saranno assunti coloro che a fine stage avranno ottenuto una valutazione positiva. Si auspica a tal fine di poter assumere almeno la metà dei discenti.

OmnitechIT è presente, oltre che in Italia, ad Oslo, Stoccolma, Madrid, Istanbul e necessità quindi di personale per poter sostenere la crescita di tali sedi. Pertanto, con lo scopo di iniziare a dare a questo short master una proiezione internazionale, si è ritenuto di riservare 3 posti a studenti provenienti dall’Albania, dando di fatto seguito alla collaborazione con l’altra sponda del mediterraneo e rinsaldando così i rapporti italo-albanesi già avviati dall’Università di Bari. In ultimo si fa presente che il corso si svolgerà nel Comune di Brindisi presso la sede dell’Istituto Tecnico Tecnologico - G. Giorgi.


Riproduzione non consentita ©
 



Il "Giorno della Memoria" celebrato al "Giorgi" di Brindisi con il convegno "Sentinelle della memoria"
L'incontro ha visto confrontarsi e discutere ospiti internazionali e studenti

BRINDISI (Italy) - Lunedì 16 gennaio p.v., l’I.T.T. “G. Giorgi” di Brindisi ha ospitato Ruth Dureghello, Presidente della Comunità Ebraica di Roma, e Riccardo Pacifici, Executive Board Israeli Jewish Congress, per celebrare, con qualche giorno di anticipo, il Giorno della Memoria, durante il quale, ogni anno, si ricordano l’abbattimento dei cancelli di Auschwit, gli italiani che hanno subìto la deportazione a causa delle leggi raziali e coloro che si sono opposti allo sterminio mettendo a rischio la propria vita. Gli ospiti hanno incontrato studenti e docenti nell’Aula Magna “Paolo Borsellino”, affrontando un dibattito dal titolo ”Sentinelle della memoria”.


In una recente intervista, la Presidente Dureghello ha affermato che “il Giorno della Memoria è sempre attuale per sconfiggere oggi chi uccide in nome di Dio” e il dott. Pacifici ha sostenuto che “ricordare serve per capire come non rimanere indifferenti alle tragedie del presente”. E’ sempre viva in lui la sorte di suo nonno, il Rabbino Capo della Comunità ebraica di Genova, che negli anni trenta fu deportato ad Auschwitz dove morì vittima del genocidio nazista.
All’evento sono intervenuti il Procuratore della Repubblica di Brindisi, Marco Di Napoli, il comandante dei Carabinieri di Brindisi Col. Conforti ed il Questore Masciopinto.

Riproduzione non consentita ©

 



"Il Giorgi incontra..." Ospite della mattinata il Procuratore della Repubblica Cataldo Motta
Sabato 3 dicembre ore 9.00 presso l'Aula Magna d'istituto

BRINDISI (Italy) - Nell’ambito del progetto “Il Giorgi incontra…”, SABATO 03 dicembre alle ore 9:00 nell’Aula Magna “Paolo Borsellino”, gli studenti delle quarte classi incontreranno il Procuratore Capo di Lecce, Cataldo Motta.

Durante l’evento, dal titolo “Cataldo Motta si racconta”, il Procuratore, che si avvia al termine del suo mandato, sarà intervistato dal Colonnello Nicola Conforti, del Comando Provinciale dei Carabinieri di Brindisi e dagli studenti del “Giorgi”, interessati a conoscere le tappe più importanti di una lunga e proficua carriera da magistrato sempre in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata. Introdurrà l'evento la dirigente scolastica Maria Luisa Sardelli.


Riproduzione non consentita ©
 



"Il Giorgi incontra... il Presidente della Commissione lavoro della Camera dei Deputati Cesare Damiano
Giovedì 1 dicembre ore 10.00 presso l'Aula Magna d'istituto

Il Giorgi e il futuro lavorativo dei propri studenti. Se ne discute con l'ex sindacalista nazionale Damiano.

Nell’ambito del percorso di orientamento in uscita, GIOVEDI’ 1 DICEMBRE alle ore 10.00 nell’Aula Magna “Paolo Borsellino”, gli studenti dell’ultimo anno parteciperanno all’incontro dal titolo, “Art.1: l’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro?”. Ospite dell’evento sarà il Presidente della Commissione Lavoro presso la Camera dei Deputati, Cesare Damiano. More...

Riproduzione non consentita ©
 





"Il Giorgi incontra... lo scrittore Carlo Puca". Ospite della mattinata culturale l'attore Ettore Bassi
Martedì 22 novembre ore 9.30 presso l'Aula Magna d'istituto

BRINDISI (Italy) - Nell’ambito del progetto “Il Giorgi incontra…”, MARTEDI’ 22 novembre alle ore 9:30 nell’Aula Magna “Paolo Borsellino”, gli studenti delle quinte classi incontreranno Carlo Puca, autore del libro “Il Sud deve morire!”.
Nel libro Carlo Puca racconta il suo lungo viaggio, che definisce “viaggio di sentimento”, spinto dall’indignazione che del Sud non parla quasi più nessuno, nonostante il suo coma sia permanente e conclamato. Lo scrittore, partendo da Lampedusa, attraversa tutte le regioni dell’Italia meridionale, inclusa la Sardegna, percorrendo circa tremila chilometri per arrivare a L’Aquila. Per questo, al libro dell’autore napoletano è stato dato il merito di raccontare il Sud visto dalla strada e non attraverso l’analisi di dati statistici.

Gradito ospite dell’evento sarà il Procuratore Capo di Brindisi, Marco Di Napoli. All’incontro parteciperà anche il noto attore Ettore Bassi, protagonista de “Il Sindaco pescatore”, che racconta la storia di un eroe normale, Angelo Vassallo, un uomo del Sud che ha sacrificato con la sua vita l'impegno di amministrare, difendere e migliorare la sua terra e le sue persone. Tutti gli studenti del “Giorgi” assisteranno allo spettacolo teatrale in scena al teatro “Verdi” mercoledì 23 novembre.


Riproduzione non consentita ©
 



Successo per l'attiva partecipazione dell'ITT "Giorgi" al PMI DAY-INDUSTRIAMOCI di Confindustria Brindisi
Studenti e docenti dell'istituto di via Amalfi portano a casa una preziosa esperienza in Azienda

BRINDISI (Italy) - PMI DAY - INDUSTRIAMOCI è un’iniziativa che, dal 2010, vede ogni anno le piccole e medie imprese di tutta Italia associate a Confindustria aprire le porte ai giovani, ma anche agli amministratori degli enti locali, agli organi di informazione e a tutti coloro che interagiscono con le attività delle aziende. Si tratta di un’iniziativa organizzata con le Associazioni di Confindustria, pensata per contribuire a diffondere la conoscenza della realtà produttiva delle imprese e il loro impegno quotidiano a favore della crescita, mediante un momento di esperienza diretta in azienda. Una occasione che proprio gli studenti del "Giorgi" hanno poi potuto raccontare attraverso le visite "live" nelle aziende del territorio.


Le giornate di apertura coinvolgono centinaia di PMI e migliaia di visitatori e consentono di visitare i reparti produttivi e le tecnologie adottate, vedere e conoscere i prodotti e i servizi e cogliere l’esperienza delle persone che contribuiscono a realizzarli. Si tratta di un’occasione per raccontare la storia dell’azienda, l’orgoglio, i valori e la cultura che sottostanno al lavoro quotidiano delle persone che ne fanno parte. Circa 40.000 i partecipanti alle visite organizzate in tutta Italia nelle oltre 950 imprese che hanno aderito all’iniziativa, che Piccola Industria nazionale promuove in collaborazione con 70 Associazioni del Sistema Confindustria. Una occasione che proprio gli studenti del "Giorgi" hanno poi potuto raccontare attraverso le visite "live" nelle aziende del territorio.


Riproduzione non consentita ©
 



Il Giorgi alla Maker Faire 2016
L’ITT “Giovanni Giorgi” di Brindisi tra i protagonisti della IV edizione di Maker Faire Rome,
che si svolgerà dal 14 al 16 ottobre 2016 presso la Fiera di Roma

BRINDISI (Italy) - Maker Faire Rome è una manifestazione nata per soddisfare un pubblico di curiosi di tutte le età che vuole conoscere da vicino e sperimentare le invenzioni create dai makers. Idee che nascono dalla voglia di risolvere piccoli e grandi problemi della vita di tutti i giorni, o anche solo divertire e intrattenere. E’ un evento pensato per accendere i riflettori su centinaia di idee e progetti provenienti da tutto il mondo, anche dalle scuole, in grado di catapultare i visitatori nel futuro.

All’evento che unisce scienza, fantascienza, tecnologia, divertimento e business, l’I.T.T. “Giovanni Giorgi” di Brindisi parteciperà con FMC Robot, un automa, che mischia i cubi classici di Rubik per le competizioni e al tempo stesso li risolve se richiesto dall’utente. Il robot è stato costruito e programmato interamente dallo studente Riccardo Fiore. Alla manifestazione il “Giorgi” presenterà anche un altro robot, un prototipo con il quale il team “Giorgi 1”, capitanato da Matteo Vitale, si è aggiudicato il secondo posto alla gara nazionale Robocup Junior. Riccardo Fiore e Matteo Vitale saranno accompagnati alla Maker Faire dai proff. Diego Brando e Salvatore Campeggio, che da anni si occupano di robotica educativa.


Riproduzione non consentita ©
 



Al via il nuovo anno scolastico dell'istituto "Giorgi" di Brindisi
La Dirigente scolastica Maria Luisa Sardelli: Studiare al 'Giorgi' è una grande occasione
come dimostrano i risultati brillanti ottenuti da chi ha conseguito il diploma negli anni precedenti



BRINDISI (Italy) - E’ ufficialmente iniziato l’anno scolastico 2016/17 dell’Istituto tecnico tecnologico “G. Giorgi” di Brindisi. Come da tradizione, il primo giorno di scuola è stato scandito dall’accoglienza degli studenti iscritti al primo anno da parte della dirigente scolastica Maria Luisa Sardelli. Un momento di conoscenza reciproca durante il quale il capo d’istituto ha riassunto gli obiettivi e le prerogative del “Giorgi”. “La correttezza, il rispetto, la collaborazione da parte delle famiglie e l’impegno degli studenti rappresentano i punti fermi per intraprendere un percorso formativo vincente – ha dichiarato la preside durante il suo intervento – studiare al 'Giorgi' è una grande occasione come dimostrano i risultati brillanti ottenuti da chi ha conseguito il diploma negli anni precedenti. La società richiede un atteggiamento competitivo, nessuno può accontentarsi. Per questo motivo chiederemo sempre agli studenti il massimo impegno. In cambio, sarà garantita grande disponibilità e qualità nell’insegnamento”.

Prima di procedere alla lettura dell’elenco, la dirigente ha richiesto espressamente ai ragazzi di indossare un abbigliamento consono e ha ribadito di non fumare durante le ore trascorse all’interno dell’istituto. (Vincenzo Maggiore)


Riproduzione non consentita ©
 



L'istituto "Giorgi" di Brindisi sempre più all'avanguardia nella formazione internazionale. Il "diario di bordo" della seconda settimana di Lorenzo De Carlo,
il secondo studente del "Giorgi" selezionato per un prestigioso stage negli States

BRINDISI (Italy) - È Il tempo vola e la seconda settimana dello "Youth Leadership Program" è già giunta al termine. Durante questi giorni sono state svolte diverse attività, tutte riguardanti l'ambito del "Civic Engagement". Abbiamo avuto l'occasione di visitare il municipio di Bloomington, dove uno degli assessori comunali ha avuto il compito di spiegarci più dettagliatamente alcune dinamiche cittadine (come ad esempio la suddivisione della città in quartieri e la relativa amministrazione).

Diversi esperti hanno tenuto lezioni alla Indiana University per noi partecipanti al progetto, trattando argomenti come il rapportarsi con i problemi pubblici, l'approcciarsi in maniera differente ai conflitti e la "scoperta" delle proprie abilità. Inoltre, grazie ad una visita guidata del centro di riciclaggio cittadino, abbiamo avuto qualche delucidazione in più riguardo il funzionamento della raccolta differenziata in America, e ci è stata data qualche indicazione in più per rispettare l'ambiente.

Parallelamente a tutto ciò, il lavoro sulla "big idea", che ci ha permesso di essere qui, procede a gonfie vele, insieme ad un progetto di volontariato che ci vedrà protagonisti della trasformazione di una vecchia stanza inutilizzata della scuola elementare "Harmony" di Bloomington, in una nuova area ricreativa e musicale.

Le nostre famiglie ospitanti ci stanno facendo vivere esperienze uniche, portandoci ad esempio ad una classica partita di Football americano, o ad un cinema Drive-in a vedere un film all'aperto. Esperienze indimenticabili che spero possano capitare nuovamente in futuro! (Lorenzo De Carlo Chimienti)


Riproduzione non consentita ©
 




L'istituto "Giorgi" di Brindisi sempre più all'avanguardia nella formazione internazionale. Il "diario di bordo" della prima settimana di Lorenzo De Carlo,
il secondo studente del "Giorgi" selezionato per un prestigioso stage negli States

BRINDISI (Italy) - È ormai terminata la prima settimana di questa stupenda opportunità regalata a me e ad atri 19 ragazzi provenienti dal sud Italia dal consolato americano di Napoli.

Dopo due aerei e circa 12 ore di viaggio complessive, siamo finalmente giunti in America, dove siamo stati accolti dalla tutor e referente del progetto. Il soggiorno americano non poteva aprirsi in maniera più iconica: abbiamo infatti trascorso i primi tre giorni nel “Rawhide Ranch”, un luogo completamente immerso nella natura dove abbiamo avuto l'occasione di cimentarciin diverse attività caratteristiche del posto. Passeggiate a cavallo, "cowboy games", esplorazioni della foresta circostante e falò estivi ci hanno accompagnati in questi primissimi giorni di "sogno americano". Inoltre è proprio nel ranch che abbiamo assaggiato per la prima volta il tanto discusso cibo americano: infatti, i pasti principali, sono stati proprio hot dog e hamburger.

Lasciato il ranch, abbiamo iniziato ad acquisire familiarità con Bloomington, la cittadina in provincia di Indianapolis dove trascorreremo ben due settimane. Le nostre giornate verranno trascorse nelle aule della Indiana University, dove noi studenti dello "YLP project" condivideremo le nostre idee riguardo temi importanti per la società, come l'immigrazione e l'accoglienza. Ed è proprio a Bloomington che vivono le famiglie che ci ospiteranno nelle loro case per il resto del nostro soggiorno. Essere accolti da una famiglia del luogo è un'esperienza eccezionale. Ognuno ha avuto modo di provare esperienze uniche, ed è ancora solamente l'inizio! I nostri "genitori americani" stanno facendo il possibile per farci acquisire confidenza con il Paese e con usi e costumi locali. Le attività del progetto inizieranno lunedì 29 e noi studenti siamo entusiasti e non vediamo l'ora di immergerci appieno nell'esperienza che ci vedrà protagonisti per tre settimane. Che lo Youth Leadership Program abbia inizio! (Lorenzo De Carlo Chimienti)



Riproduzione non consentita ©
 



L'istituto "Giorgi" di Brindisi sempre più all'avanguardia nella formazione internazionale
Partirà tra qualche ora, Lorenzo De Carlo, il secondo studente del "Giorgi" selezionato per un prestigioso
stage di tre settimane negli States

BRINDISI (Italy) - E' in partenza per gli States Lorenzo De Carlo, il secondo "giorgino" vincitore nell.a.s. 2015-2016 di una borsa di studio negli Stati Uniti, selezionato dal Consolato Americano di Napoli e dall’Universita’ dell’Indiana per il “Youth Leadership Program”. Lorenzo, che frequenterà l'ultimo anno dell'articolazione Informatica e Telecomunicazioni del `Giorgi` di Brindisi, vivrà un'esperienza di tre settimane negli USA, tra Indianapolis e Washington DC. De Carlo e dieci altri studenti sono stati scelti tra piu’ di cinquanta allievi di scuole superiori della Puglia, Calabria, Campania e Sicilia dopo un processo di selezione altamente competitivo. Per poter partecipare alla selezione, agli alunni e’ stato richiesto di descrivere, con un video, le loro idee su come migliorare la situazione dell’immigrazione nelle loro citta’, di dimostrare una buona competenza in lingua inglese e di avere un elevato profitto scolastico. Lorenzo ha prodotto un video in cui ha proposto di organizzare una banca del tempo nella sua scuola, un progetto che prevede la realizzazione di corsi di informatica pomeridiani per extracomunitari gestiti dagli studenti e da realizzare nel noto istituto brindisino. Ricco il programma delle attività negli States, dove gli studenti italiani saranno ospitati da famiglie del luogo per immergersi completamente nella cultura americana. La borsa di studio prevede lezioni nella nota Università dell'Indiana, in cui i borsisti approfondiranno gli Studi Sociali con docenti esperti americani, oltre a numerose visite guidate.

Un altro traguardo importante raggiunto da uno studente del `Giorgi` di Brindisi, scuola che ogni anno offre importanti opportunità ai propri iscritti.


Riproduzione non consentita ©
 



Quarta settimana alla Wake ForestUniversity per Francesco De Vito, lo studente dell'ITT "Giorgi" di Brindisi, unico italiano ad essere selezionato per la borsa
di studio Benjiamin Franklin di un mese negli USA


BRINDISI (Italy) - La quarta ed ultima settimana negli Stati Uniti è passata come se niente fosse e ancora non me ne capacito.. in questo momento mi trovo su un aereo diretto a Roma e penso a questo mese intenso di emozioni. Ho praticamente legato con cinquantadue magnifiche persone, condividendo tantissimi momenti, sia belli che brutti (come i saluti finali). Oltre ai vari workshop legati sempre alla tematica del 'Civic Engagement', ho presentato, così come tutti gli altri, un progetto finale: il mio si chiama BrindiSEE e grazie a questo mese di lezioni ho capito che il mio intento è quello di migliorare il turismo nella mia città, condividendo i profitti con la comunità. Ovviamente in pieno stile americano non poteva mancare la 'graduation', con la consegna dei diplomi! Prima di partire abbiamo trascorso l'ultima notte tutti insieme prima ballando e cantando e poi dormendo fuori dai dormitori!

Davvero una bellissima esperienza, che difficilmente dimenticherò. Vorrei ringraziare così, in fine, queste cinquantadue magnifiche persone, i Von Burg per aver organizzato un magnifico grant, i mentori, le splendide persone conosciute alla Wake Forest, la mia host family, i miei amici, la mia famiglia, Maria Paola Pierini all'Ambasciata Americana di Roma, il Consolato Generale degli Stati Uniti d'America a Napoli e soprattutto la mia scuola, in modo particolare Brie Longo e la meravigliosa preside per avermi dato l'opportunità di partecipare a questo programma difficile da descrivere se non vissuto in prima persona!'' (Francesco De Vito)

Riproduzione non consentita ©
 



Terza settimana alla Wake ForestUniversity per Francesco De Vito, lo studente dell'ITT "Giorgi" di Brindisi, unico italiano ad essere selezionato per la borsa
di studio Benjiamin Franklin di un mese negli USA

BRINDISI (Italy) - Wow!! Questa settimana è volata in un batter d'occhio! La terza settimana di questo fantastico progetto è finita. Ho praticamente vissuto come un normale teenager americano per dieci giorni insieme alla mia host family composta da TC (host mom), Chuck (host dad) e Matthew (candidato americano al BFTF, nonché mio host brother). Numerosi sono i workshop che ho frequentato durante la settimana al campus, tutti riguardanti tematiche come leadership e Civic Engagement; ma dopo le lezioni anziché tornare ai dormitori, tornavo a casa! Ho fatto praticamente di tutto: ho visto le montagne, ho giocato a bowling e golf, ho fatto shopping e ho fatto la spesa.. ma una delle cose più belle è stato sicuramente l'incontro con i 'Friends of Italy': ogni mese alcuni italo-americani si incontrano e preparano pietanze italiane!


Adesso si ritorna alla vita da universitario, grandi cose mi aspettano per l'ultima settimana!' (Francesco De Vito)


Riproduzione non consentita ©
 



Seconda settimana alla Wake ForestUniversity per Francesco De Vito, lo studente dell'ITT "Giorgi" di Brindisi, unico italiano ad essere selezionato per la borsa
di studio Benjiamin Franklin di un mese negli USA

BRINDISI (Italy) - È incredibile come il tempo passi così velocemente.. e questa seconda settimana, seppur volata in un batter d'occhio, è stata piena di emozioni! Abbiamo avuto modo di esplorare Philadelphia e Washington D.C. e di addentrarci appieno nella cultura americana. A Philadelphia siamo stati solo tre giorni e abbiamo approfondito meglio la figura di Benjamin Franklin visitando il 'Printing Press', cioè la bottega presso cui stampava i giornali e il 'Franklin Museum', museo completamente dedicato a questo uomo importante non solo per gli Stati Uniti d'America. Sempre nello stesso giorno non poteva mancare il cosiddetto 'Independence Hall' situato proprio al centro di Philadelphia, struttura in cui è stata sancita la Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti d'America.


Ultimo, ma non meno importante, prima di lasciare Philadelphia è stato il 'National Constitution Center', museo completamente dedicato alla storia degli U.S.A., dalla loro nascita fino ai giorni nostri. Dopo aver provato il famosissimo 'Cheesesteak', pietanza locale e famosissima in Philly, ci siamo spostati a Washington D.C. Era il quattro luglio, e quindi abbiamo festeggiato come veri americani l'Independence Day assistendo allo spettacolo pirotecnico presso il 'Washington Monument'. Il secondo giorno è stato molto particolare perché vestiti con giacca e cravatta siamo andati al Dipartimento di Stato dove abbiamo incontrato diverse persone che ci lavorano, abbiamo discusso e soprattutto abbiamo ripetuto la cosiddetta 'Simulazione', gioco molto interessante ma istruttivo. Nei restanti giorni abbiamo visitato due musei: 'Newseum' in cui è esposta la storia del giornale e dell'Informazione e il museo americano dell'Olocausto. Tra gli altri edifici visitati il 'DC Mayor Office' e 'US Capitol', posti davvero affascinanti ed insoliti. Adesso un'altra avventura mi attende, la mia host family mi sta aspettando.. a presto!' (Francesco De Vito)


Riproduzione non consentita ©
 



Prima settimana alla Wake ForestUniversity per Francesco De Vito, lo studente dell'ITT "Giorgi" di Brindisi, unico italiano ad essere selezionato per la borsa
di studio Benjiamin Franklin di un mese negli USA
Francesco racconta le esperienze della prima settimana negli States

BRINDISI (Italy) - Dopo aver perso un aereo ed essere arrivato a destinazione solo alle due del mattino, ce l'ho fatta! Cambiare tre aerei per arrivare in un posto così lontano è stancante, ma ne è davvero valsa la pena. Una settimana è già passata, e le giornate qui al campus della Wake Forest, immersa nel verde, sono davvero interessanti, impegnative, ma soprattutto costruttive. La prima domenica abbiamo fatto conoscenza tra di noi, ci siamo rilassati e abbiamo giocato; alcuni di noi hanno anche esplorato il campus che è davvero immenso: sembra una vera e propria città, con tanto di chiesa e negozi; e pensare che è uno dei campus più piccoli d'America!! Durante tutta la settimana siamo stati impegnati in lezioni e workshop.


Ogni lezione dura sei ore, e le attività si svolgono sia la mattina, sia il pomeriggio. Durante la lezione di 'Cittadinanza e Conflitti nel mondo' abbiamo avuto modo di presentare i nostri paesi e di capire più da vicino le realtà politiche, sociali ed economiche dei paesi di tutti e 45 borsisti europei facendo dei giochi.

Nei giorni successivi siamo stati a lezione di 'Dibattito'. Ci hanno insegnato le tecniche principali per partecipare a discussioni, abbiamo parlato di tante problematiche legate al mondo e abbiamo partecipato anche ad un laboratorio con la creazione finale di un video.

I temi dei workshop più interessanti sono stati 'Sicurezza informatica nei social media' e 'Civic engagement' e abbiamo avuto modo di esprimerci scrivendo una storia con l'aiuto di membri di un'associazione che da 15 anni si occupa di aiutare i giovani attraverso attività artistiche e letterarie. Ultimo, ma non meno importante, l' International Dinner': si tratta di una e vera propria serata dove alcuni dei candidati hanno cucinato piatti tipici del loro paese che tutti abbiamo assaggiato, professori e mentori compresi! Purtroppo le mie tagliatelle al ragù non sono state selezionate, ma spero davvero di poterle cucinare con la mia host family.

Insomma, questa settimana non poteva andare meglio! Ora ne restano solo altre tre! (Francesco De Vito)


Riproduzione non consentita ©
 



E’ di Brindisi lo studente italiano che rappresenterà l’Italia al Benjamin Franklin Transatlantic Summer Institute 2016 e frequenta l’ITT “G. Giorgi”

BRINDISI (Italy) - Francesco De Vito, studente di quarto anno dell’ITT “G. Giorgi” di Brindisi parteciperà, come unico rappresentante italiano, ad un’ altra prestigiosa borsa di studio, il “Benjamin Franklin Transatlantic Summer Institute”. Per questo programma, 45 giovani Europei si incontreranno per un esperienza di quattro settimane all’ Universita’ di Wake Forest in North Carolina, come rappresentanti dei loro paesi, per discutere argomenti di portata mondiale, per sviluppare il loro potenziale di leadership, e per rafforzare i vincoli dell’amicizia che esistono tra gli Stati Uniti ed i paesi Europei. De Vito e’ stato l’unico in tutta Italia ad essere scelto dall’ Ambasciata Americana per questa borsa di studio.L’ ITT Giorgi e’ dunque, fiero di avere preparato i propri giovani ad affrontare una sfida talmente coinvolgente da poter essere considerata “ l’esperienza della vita”.


L'iter prima della partenza è stato un po' lungo, con la preparazione di documenti richiesti dall'università che ospiterà Francesco, e dal Consolato Americano Generale di Napoli, dove è stato la scorsa settimana per un colloquio con il console. Il giorgino è già in contatto con molti degli giovani europei con cui condividerà l’esperienza americana, con alcuni dei mentori e con la famiglia che lo ospiterà. Ricco il programma della borsa di studio: oltre a vere e proprie lezioni su impegno civico e imprenditorialità sociale, i borsisti visiterannoPhiladelphia e Washington DC,il Constitution Center, l’Independence Hall, e il Benjamin Franklin Printing Press. A Washington DC, si fermeranno nel George Washington UniversityThurston Hall -a solo un paio di isolati dallaCasa Bianca- e il National Mall. Visiteranno anche il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. Insomma, un’esperienza senz’altro indimenticabile!


Riproduzione non consentita ©
 



 


Le innumerevoli attività del "Giorgi" nei singoli anni scolastici 2010, 2011,2012,2013, 2014, 2015, 2016
Un resoconto dettagliato di quello che Brindisi & Italia News ha seguito per l'intero anno
Il dovuto ringraziamento allo staff che ha supportato le nostre attività comunicative


Archivio eventi
2010-2011

Archivio eventi
2011-2012

Archivio eventi
2012-2013

Archivio eventi
2013-2014

Archivio eventi
2014-2015

Archivio eventi
2015-2016